Gli Allievi continuano a vincere. Rimonta da urlo e Futsal Paterno al tappeto

Non si ferma più la corsa del Rasulo Edilizia Bernalda Allievi che si aggiudica il big match di Paterno contro la seconda della classe e allunga ancora sulle inseguitrici, ipotecando di fatto il titolo di campione regionale. I giovani rossoblù di mister Masiello inanellano l’undicesima vittoria su altrettanti incontri, espugnando un campo difficilissimo in una partita appassionante, vinta di misura 8-7 dagli jonici. La sfida ha vissuto sul filo dell’equilibrio fino a sei minuti dalla conclusione, con i granata di mister Fratantuono in vantaggio per 6-5. Nel finale c’è stato lo scatto d’orgoglio dei bernaldesi che hanno ribaltato il risultato, conservando il vantaggio fino al triplice fischio finale del direttore di gara. Assoluto protagonista della sfida è stato il promettente Simone Laurenzana, autore di una splendida cinquina: “Stiamo costruendo un percorso eccellente, fatto di undici vittorie che ci assicurano il primo posto in campionato. Non vogliamo fermarci sul più bello: intendiamo continuare su questa strada per ipotecare la vittoria finale. A Paterno siamo stati bravi a non mollare, nonostante lo svantaggio, e a ribaltare in maniera impeccabile il risultato: la vittoria odierna è merito dei mister che ci stanno seguendo con grande attenzione e che ci trasmettono in ogni allenamento la giusta grinta e la voglia di vincere. E’ stata una settimana indimenticabile per me e per Pierfrancesco Figliuolo, visto il nostro esordio in prima squadra nel match di Palermo”. Le altre reti, che hanno condannato il Futsal Paterno al K.O., sono state siglate da Leandro Petrocelli, Pierfrancesco Figliuolo e Francesco Viggiano: “Sul campo stiamo dimostrando la nostra incredibile voglia di vincere – afferma Viggiano – Stiamo diventando sempre più squadra e affrontiamo ogni gara con grande fame agonistica: quest’anno siamo allenati dal tecnico della prima squadra e entriamo in campo in ogni allenamento con il desiderio di imparare e di vincere. Ci mancano altre cinque battaglie, da affrontare con la massima concentrazione per raggiungere il prima possibile l’obiettivo finale”. Il tecnico Nicola Masiello riconosce una nota di merito ai suoi ragazzi: “In questi giorni ho ricevuto messaggi di stima e telefonate per l’ottimo trend della prima squadra, ma voglio sottolineare con grande orgoglio la stagione incredibile della nostra Academy e, in particolare, della squadra Allievi. Ho a disposizione quindici ragazzi stupendi che, a Paterno, hanno ottenuto, su un campo imbattuto, l’undicesima vittoria su altrettante gare. Una squadra che conosce solo la parola vittoria. Anche quando, in una situazione complicata, si è ritrovata sotto nel punteggio, a pochi minuti dalla fine: loro vanno dall’altra parte del campo e girano il punteggio in un amen. Il giorno che lascerò Bernalda, avrò lasciato un pezzo di futuro radioso per questa società: splendidi ragazzi con il DNA da vincenti”.
Non è andata bene, invece, l’uscita dei Giovanissimi, usciti sconfitti dalla gara contro la vice capolista Or.Sa Aliano: al PalaCampagna i neroverdi si sono imposti 8-0, dominando la scena. I prossimi impegni vedono gli Allievi impegnati sul campo del Potenza Sport Club, mentre i Giovanissimi se la vedranno in casa contro il Milan Club Ruoti.

Andrea Cignarale
Ufficio Stampa Rasulo Edilizia Bernalda Futsal

Entusiasmo nello spogliatoio rossoblù: “I tre punti storici di Palermo ci avvicinano alla salvezza “

Terza vittoria consecutiva, la quinta nel 2017 per il Rasulo Edilizia Bernalda che procede spedito la sua marcia verso la permanenza nel campionato nazionale di Serie B. Il traguardo è ormai vicino e solo la matematica separa i rossoblù dalla certezza di partecipare alla cadetteria anche nella stagione 2017-2018: un obiettivo, quello della salvezza, molto complicato al termine del girone di andata, quando i rossoblù avevano solo dieci punti. Nel girone di ritorno è avvenuto il decisivo cambio di marcia e il Rasulo Edilizia Bernalda ha vinto tutti gli scontri diretti, raggiungendo addirittura l’ottava posizione in graduatoria grazie al successo ottenuto al PalaDonBosco di Palermo contro il Sant’Isidoro: “E’ stata una vittoria importante, su un campo difficile e contro una squadra che giocava la partita della vita – spiega il portiere Vittorio De Brasi, autore anche di un gol nel match isolano – Siamo partiti troppo contratti, pensando solo ad attaccare e perdendo ingenuamente tanti palloni. Il loro doppio vantaggio non ci ha assolutamente piegato e, con pazienza, abbiamo costruito la nostra rimonta. Sono contento per il gol del sorpasso: ad un portiere non capita spesso di segnare, per questo, quando succede, la gioia è doppia. La salvezza è ormai sempre più vicina e, nelle prossime sfide, dovremmo chiudere definitivamente il discorso, per poter affrontare gli ultimi impegni con maggiore tranquillità”. A Palermo si è rivisto anche Diego Margarita che, seppur a mezzo servizio, ha dato il suo fondamentale contributo alle sorti della sfida: “Non ho pienamente recuperato dall’infortunio al polpaccio, ma ho voluto comunque prendere parte a questa importante sfida di Palermo proprio perché tutti eravamo consapevoli della posta in palio. Stiamo affrontando un girone di ritorno da veri protagonisti: la strada intrapresa è quella giusta, ora non ci resta che chiudere i conti nelle ultime partite”. Il patron Sanny Rasulo non sta nella pelle per la terza affermazione consecutiva della sua squadra: “Vincere aiuta a vincere e la squadra ha dimostrato ancora una volta che, nonostante le importanti defezioni, può battere qualunque avversario. Abbiamo accumulato un buon gap sulle dirette concorrenti e ora dobbiamo chiudere definitivamente il discorso salvezza: ci attendono cinque finali, non possiamo mollare proprio sul più bello. La prossima partita casalinga si giocherà ancora sul neutro di Salandra: abbiamo inoltrato il ricorso per la squalifica del campo, ma, in attesa dell’esito, dovremmo continuare a giocare nell’impianto di Montagnola. Chiedo ai nostri tifosi di sostenerci perché l’obiettivo è vicino, manca l’ultimo passo e dobbiamo compierlo insieme”. Il tecnico bernaldese Nicola Masiello torna a parlare della sfida di Palermo: “Il nostro approccio alla gara non è stato dei migliori: mancavano i giusti equilibri nelle fasi di gioco e abbiamo subìto alcune ripartenze che hanno causato lo svantaggio iniziale. La squadra ha capito gli errori ed è cresciuta minuto dopo minuto, con la pazienza giusta, riuscendo a chiudere la sfida nella ripresa. Sono tre punti meritati che ci permettono di dare continuità alle nostre ultime prestazioni e di superare un’altra diretta concorrente per la salvezza: al di là del risultato, voglio complimentarmi con il Sant’Isidoro, società esemplare allenata da un ottimo tecnico”.

Andrea Cignarale
Ufficio Stampa Rasulo Edilizia Bernalda Futsal

Fonte foto: Pagina Ufficiale Sant’Isidoro

Under 21 sull’ottovolante. Noicattaro K.O. e play-off ad un passo

Continua a regalare soddisfazioni all’ambiente rossoblù il Rasulo Edilizia Bernalda Under 21 che vince lo scontro diretto per l’accesso ai play-off contro la Virtus Noicattaro ed ipoteca un posto nella puole scudetto. Partita avvincente quella disputatasi al PalaCampagna: le due squadre, infatti, non si sono risparmiate, ma a prevalere sono stati i lucani, capaci di imporsi con il punteggio di 8-5.
Primo tempo avvincente che si apre con il gol di Ventrella, bravo ad approfittare dell’incertezza di Musillo per rubare palla e trafiggere De Pizzo. Il vantaggio rinvigorisce le speranze della Virtus che sfiora il raddoppio con l’aitante Loiotine, la traversa salva i padroni di casa; sul capovolgimento di fronte i rossoblù cercano il pari, ma anche stavolta è un palo a stoppare la conclusione a botta sicura di Perdicchia. Il Bernalda trova la via del pareggio all’11’26” con il venezuelano Gomez, liberato al tiro dal tocco smarcante di Musillo. Il Rasulo Edilizia Bernalda si riversa in attacco e sfiora il gol con Perdicchia, fermato ancora una volta dal palo che salva Pascale. Il Noicattaro, in maniera fortuita, si ritrova avanti grazie al tiro improvviso e potente di Ciavarella che si stampa sulla traversa interna e varca la linea di porta. Al 13′ può finalmente esultare Perdicchia che rimette in equilibrio il match, finalizzando una bella manovra offensiva. La partita è un continuo botta e risposta: al 15’20” uno scatenato Ventrella riporta avanti i suoi, ma, a sette secondi dalla sirena, Musillo ristabilisce le distanze con una percussione vincente tra le maglie rossonere. La ripresa si apre con il quarto vantaggio ospite, ad opera di Loiotine, che illude la Virtus circa le proprie chance di vittoria. I padroni di casa ritrovano la giusta concentrazione e, con pazienza, iniziano a costruire buone trame di gioco per superare la difesa ospite: al 6’23” illumina la scena Perdicchia che, in slalom, supera due avversari e buca centralmente l’incerto Pascale. Passa un minuto e il portiere pugliese deve raccogliere ancora la palla nel sacco, punito dalla staffilata dal limite dell’area di Meric de Bellefon. La Virtus, a dieci minuti dalla conclusione delle ostilità, cerca la via del pari con il portiere di movimento, mossa azzardata che permette ai rossoblù di casa di andare a bersaglio con la doppietta di Simone Lemma. Ventrella tiene in corsa i pugliesi, ma nell’ultimo minuto Musillo mette la parola fine alla partita per il gol del definitivo 8-5. Uno dei migliori in campo è stato Simone Perdicchia, soddisfatto per il risultato finale: “Sapevamo della forza dell’avversario e dell’importanza della posta in palio: con questi tre punti ci isoliamo al terzo posto e avviciniamo sempre più la certezza di partecipare ai play-off. Sarebbe una bella soddisfazione per tutti noi, alla prima esperienza in un campionato nazionale”. Buona anche la prova del portiere Alessandro De Pizzo, decisivo con le sue parate nei momenti clou della sfida: “Avevamo preparato la sfida con grande attenzione, siamo stati troppo superficiali nella prima frazione, mentre nel secondo tempo la musica è cambiata e abbiamo interpretato molto meglio la gara. Ora ci attendono due partite alla fine della regular season: dobbiamo cercare di raggiungere la migliore posizione possibile in classifica”. Il tecnico rossoblù Michele Gallitelli può sorridere per la terza vittoria consecutiva dei suoi: “Abbiamo trovato un avversario sicuramente di livello, ben organizzato e con una buona fisicità. Dopo un primo tempo in sostanziale equilibrio, anche per nostri demeriti, nella ripresa siamo usciti alla distanza e abbiamo dimostrato di meritare la vittoria e l’ottima classifica. Dobbiamo migliorare alcuni aspetti mentali che ancora non ci permettono un definitivo salto di qualità, ma la squadra può togliersi importanti soddisfazioni in questo finale di stagione”.
TABELLINO
RASULO EDILIZIA BERNALDA FUTSAL: De Pizzo, Dell’Osso, Laurenzana, Lemma, Musillo, Lodh Meric, Perdicchia, Gomez, Petrocelli, Parisi, Figliuolo. Allenatore: Gallitelli
VIRTUS NOICATTARO: Pascale, Linsalata, Ventrella, Soldano, Losito, Loiotine, Latrofa, Ciavarella, Ttibuzio. Dir. Acc: Depalma.
ARBITRO: D’Alessandro di Policoro. CRONO: Talaia di Policoro
MARCATORI: 6’48”pt, 15’20”pt, 14’30”st Ventrella, 11’26”pt Gomez, 12’47”pt Ciavarella, 13’21”pt, 6’23”st Perdicchia, 19’52”pt, 19’55”st Musillo, 3’05”st Loiotine, 7’41”st Lodh Meric, 12’20”st, 13’05”st Lemma

Andrea Cignarale
Ufficio Stampa Rasulo Edilizia Bernalda

Bernalda Futsal corsaro a Palermo. La salvezza è sempre più vicina

Una vittoria di grande prestigio per il Rasulo Edilizia Bernalda che torna dalla Sicilia con tre punti fondamentali nella corsa salvezza: i rossoblù superano 6-2 il Sant’Isidoro e mettono il punto esclamativo sulla permanenza in Serie B, ormai solo questione di matematica.
Il match del PalaDonBosco si prospettava proibitivo per i lucani, viste alcune pesanti defezioni e la particolare situazione dei padroni di casa, alla disperata ricerca di punti salvezza. Nel 2017, infatti, i biancorossi siciliani erano riusciti a conquistare un solo pareggio e la sfida contro il Bernalda non ha sfatato il tabù vittorie. I lucani, dopo un avvio da incubo, si riscattano e, con cuore e determinazione, ribaltano il risultato. Il Sant’Isidoro di Tarantino colpisce subito in contropiede: è il 2’35’’ quando il pivot locale Cascino insacca sugli sviluppi di una ripartenza. I palermitani raddoppiano tre minuti dopo, stavolta con Di Carlo, bravo a finalizzare l’ennesimo contropiede per i suoi. La partita sembra mettersi subito bene per Leto e compagni: al settimo giro di lancette, infatti, i padroni di casa vengono graziati dal palo interno, colpito da Da Costa. Mister Masiello chiama il time-out e riorganizza i suoi, inserendo nel quintetto Diego Margarita che, da vero capitano, mette da parte i dolori al polpaccio e dà il suo apporto fondamentale alla rimonta bernaldese. All’11’42’’ De Sa Carvalho riapre la sfida: il laterale brasiliano è lesto ad insaccare la corta respinta di Lo Piparo e a ringalluzzire le speranze ospiti. Il portiere di casa Lo Piparo è decisivo su alcune folate lucane, mentre sull’altra sponda il Sant’Isidoro potrebbe segnare con Giordano e Cascino, De Brasi fa buona guardia. A due minuti dalla sirena, Da Costa devia in porta il pallone del momentaneo 2-2, punteggio su cui si chiude la prima frazione. Nella ripresa il Bernalda entra in campo con un altro spirito e inzia a manovrare con maggiore convinzione nella metà campo palermitana. Dopo una serie di occasioni fallite dai rossoblù, all’8’35’’ i locali restano in inferiorità numerica per l’espulsione di Giordano: i rossoblù attaccano, ma Lo Piparo è fenomenale su Da Costa. Sembra il preludio al gol che arriva, in maniera inattesa, direttamente dai piedi del portiere De Brasi: il numero 13 calcia dalla sua porta verso Margarita, il pallone scavalca clamorosamente Lo Piparo senza nessuna deviazione e gonfia la rete per il gol del sorpasso. Il Rasulo Edilizia Bernalda si difende con ordine e colpisce in contropiede al 16’18’’: Gomez ruba palla a metà campo e serve Da Costa, sponda per l’accorrente De Sa Carvalho che insacca a porta vuota. Il Sant’Isidoro ci prova con il portiere di movimento e De Brasi è strepitoso sulle conclusioni di Leto e Di Carlo. In ripartenza il Bernalda va ancora a segno con Da Costa e Rissi, chiudendo il match sul 6-2 finale.
La trasferta siciliana porta in dote la terza vittoria consecutiva per il Rasulo Edilizia Bernalda che si gode un successo tanto prestigioso, quanto importante: il vantaggio dalla zona play-out sale a quota dieci punti e, con cinque partite ancora da disputare, la salvezza è sempre più vicina.
In chiusura, nota di merito alla società del Sant’Isidoro per l’ospitalità e per la correttezza, comportamenti da sottolineare ed esaltare nel mondo dello sport italiano.

TABELLLINO

SANT’ISIDORO: Lo Piparo, Leto, Cascino, Di Carlo, Murò, Bruno, Giordano, Federico, Scianna, Provenza, D’Agostino, La Spisa. Allenatore: Tarantino
RASULO EDILIZIA BERNALDA FUTSAL: De Brasi, Laurenzana, Figliuolo, Plati, Margarita, De Sa Carvalho, Da Costa, Rissi, Lemma, Perdicchia, Gomez. Allenatore: Masiello
ARBITRI: Gasparri di Pisa e Alessi di Taurianova. CRONO: Graziano di Palermo
MARCATORI: 2’35’’pt Cascino, 6’21’’pt Di Carlo, 11’42’’pt, 16’18’’st De Sa Carvalho, 17’56’’pt, 18’54’’st Da Costa, 10’21’’st De Brasi, 19’42’’ Rissi
AMMONITI: Federico, De Sa Carvalho, Giordano. ESPULSO: Giordano all’8’35’’st

Andrea Cignarale
Ufficio Stampa Rasulo Edilizia Bernalda Futsal

Bernalda Futsal pronto alla sfida contro il Sant’Isidoro: “Ci vuole la partita perfetta”

Il Rasulo Edilizia Bernalda è partito alla volta di Palermo per l’ennesima lunga traferta stagionale: il prossimo avversario, infatti, è il Sant’Isodoro, altra diretta avversaria nella corsa salvezza. I lucani, reduci dalla doppia affermazione su Cittanova e Corigliano, partono alla volta del capoluogo siciliano con alcune importanti defezioni, ma potranno contare sullo stato di forma ottimale del quartetto sudamericano, mentre restano incerte le posizioni di Margarita e Plati. La sfida in terra siciliana si preannuncia molto sentita e occorrerà il miglior Bernalda per portare a casa punti importanti per il discorso salvezza: “A Palermo troveremo un ambiente corretto e molto caldo, dovremo dare il massimo per dire la nostra in una partita delicata sia per noi che per i padroni di casa – commenta il patron rossoblù Sanny Rasulo – Nel girone di ritorno abbiamo effettuato quel cambio di marcia che ci imponeva la classifica, ora è bene restare concentrati e chiudere il prima possibile il discorso salvezza. Ho sempre detto che la Serie B è un patrimonio per Bernalda e la nostra sfida in un campionato nazionale deve necessariamente proseguire: per questo ogni partita diventa una finale. Il Sant’Isidoro, come noi, vuole vincere e questo renderà il match di sabato ancora più appassionante: i biancorossi sono una società molto stimata, con un progetto tecnico molto ambizioso e, già all’andata, dimostrarono tutta la loro forza al PalaCampagna. Insomma, ci attende un sabato di futsal difficile e appassionante”. All’andata il match si chiuse 7-4 in favore dei lucani, ma al PalaDonBosco sarà tutta un’altra storia e occorrerà un Bernalda perfetto per strappare punti ai biancorossi di mister Tarantino.
La sfida, in programma alle ore 15:30, sarà diretta da Gasparri di Pisa e Alessi di Taurianova, mentre il cronometrista sarà Graziano della sezione di Palermo.

I nostri prossimi avversari: Sant’Isodoro

Un altro scontro diretto per la salvezza attende il Rasulo Edilizia Bernalda Futsal che, nel girone G, si appresta ad affrontare il Sant’Isidoro. La compagine biancorossa di Sicilia è una delle società più serie del campionato, in grado di affrontare la Serie B solo ed esclusivamente con giocatori locali e con un progetto giovanile ambizioso e vincente. Attestati di stima per la squadra di mister Tarantino provengono da ogni angolo d’Italia e quest’anno la compagine siciliana è in piena corsa per la salvezza. Il presidente Rosario Vadalà ha costruito una squadra composta solo ed esclusivamente da giocatori italiani, di ottimo valore e con esperienze nei campionati nazionali. Già nel match di andata i siciliani fecero un’ottima impressione al PalaCampagna, cedendo solo nel finale al cospetto del Bernalda: Giordano, Sanna e Cascino, con una doppietta, misero in grossa difficoltà i lucani, capaci di imporsi 7-4 davanti al proprio pubblico. Destarono un’ottima impressione il laterale Filippo Leto e il portiere Francesco Lo Piparo, ma l’intero roster di mister Tarantino ha dimostrato di potersela giocare con chiunque nel corso della stagione. Il Sant’Isidoro è reduce dalla sconfitta di Paola: nel 2017 i palermitani hanno conquistato un solo punto, ma al momento conservano una lunghezza di vantaggio dalla zona play-out. Sarà una sfida sicuramente molto interessante quella del PalaDonBosco, in cui il Bernalda Futsal dovrà dare il massimo per tornare con un risultato positivo da un campo difficilissimo come quello di Palermo.

Andrea Cignarale
Ufficio Stampa Rasulo Edilizia Bernalda Futsal

Arriva la decima vittoria per gli Allievi. Giovanissimi sconfitti a testa alta dal Salandra

Decima vittoria consecutiva per il Rasulo Edilizia Bernalda Allievi che supera anche l’ostacolo Amici del Borgo e conserva i sei punti di vantaggio sulle inseguitrici Futsal Paterno e Franchino Trivigno Accettura. I rossoblù del duo Masiello-Barbieri sfruttano il turno casalingo per inanellare la decima gioia stagionale: 7-2 il punteggio con cui Silletti e soci si sono imposti sui volenterosi coetanei materani. I bernaldesi partono forte e rompono gli indugi con il sigillo di Leandro Petrocelli, mentre le doppiette del capitano Pierfrancesco Figliuolo, di Daniele Afferri e Giuseppe Forcillo hanno ampliato notevolmente il vantaggio sugli avversari: “E’ stata un’altra bella vittoria che dimostra la nostra crescita sul campo – spiega Giuseppe Forcillo – Non eravamo al completo, ma siamo stati bravi a non scomporci e a condurre in porto un successo che ci permette di mantenere saldamente il primato nel campionato”.
L’autore del gol che ha sbloccato la sfida Leandro Petrocelli si proietta già sulla prossima sfida di Paterno: “Oggi era importante vincere davanti ai nostri tifosi, ma da adesso le nostre attenzioni sono proiettate sulla difficile sfida di Paterno. Sappiamo di affrontare un avversario molto organizzato e dobbiamo lavorare bene in settimana per arrivare preparati a questo importante appuntamento. Sarà una sfida sul sintetico e questo renderà ancora più difficile l’incontro, ma noi siamo un gruppo unito e affronteremo tutte le insidie con la solita determinazione”.
Sul fronte Giovanissimi, buona prova dei baby rossoblù al cospetto della vice capolista Deportivo Salandra: al PalaSaponara i bernaldesi, dopo aver chiuso la prima frazione avanti 4-2, si sono fatti rimontare nella ripresa, cedendo 7-4 ai padroni di casa: “E’ stata comunque una prestazione da squadra vera – è il commento di Maurizio Barbieri – I nostri avversari veleggiano su posizioni di classifica di primissimo piano, ma in campo non si è vista tutta questa differenza, nonostante avessimo una lunga serie di indisponibili. I ragazzi hanno offerto una prova di carattere, da cui ripartiremo per preparare il prossimo impegno di campionato”.
Per la cronaca, in gol per il Rasulo Edilizia Bernalda Giovanissimi Gabriel Iannucci, con una doppietta, Kevin Giagni e Emanuele Di Santis.

Il Bernalda Futsal tiene alta la concentrazione: “Salvezza più vicina, guai a distrarsi proprio adesso”

Dopo Real Rogit, Cataforio e Cittanova, è il Corigliano la quarta vittima del girone di ritorno del Rasulo Edilizia Bernalda, capace di dominare e superare il team calabrese, nonostante alcuni problemi logistici vissuti sul neutro di Salandra e diverse pesanti defezioni che hanno decimato il roster a disposizione di Nicola Masiello. Il Bernalda, infatti, ha giocato la sua prima partita lontano dal PalaCampagna, dopo la squalifica inflitta dal Giudice Sportivo alla struttura jonica: “Non è stato facile giocare senza il sostegno dei nostri tifosi, comunque presenti in buon numero anche a Salandra- spiega Sergio Rissi – La vittoria di oggi, contro una diretta concorrente, ci assicura un bel passo in avanti verso il nostro obiettivo stagionale: i nostri avversari erano sicuramente vogliosi di riscattare le turbolenze di questa settimana, ma hanno dovuto fare i conti con la nostra grande determinazione. Abbiamo condotto la partita dal primo all’ultimo minuto e sono molto felice per la mia crescita nelle ultime uscite: mi sto ambientando sempre più in un bel contesto come quello bernaldese. Speriamo di chiudere il discorso salvezza il prima possibile”. Altre tre reti nel tabellino marcatori e primato nella classifica cannonieri ben saldo per Carlos Alberto Da Costa: “Stiamo crescendo e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Stiamo ripagando la fiducia della nostra società e dell’ambiente bernaldese, ma guai a pensare di essere già salvi: occorrono ancora punti per raggiungere la matematica certezza e dovremo regalare questa gioia il prima possibile, per poterci godere un finale di stagione tranquillo”. Il principale artefice del cambio di passo del team lucano è il tecnico pisticcese Nicola Masiello. “Non sono del tutto soddisfatto della prova dei ragazzi: potevamo chiudere la partita molto prima, in alcuni frangenti ci siamo complicati la vita da soli, commettendo errori che hanno tenuto in gioco i nostri avversari. I tre punti odierni sono sicuramente pesanti, perchè conquistati contro una diretta concorrente e in un momento di stagione decisivo. Nel primo tempo abbiamo offerto una prova sicuramente positiva, mentre nella ripresa siamo stati meno brillanti: dispiace dover giocare partite così importanti a cinquanti chilometri da casa e di non poter gioire con il nostro pubblico. Speriamo nell’esito del ricorso, intanto la nostra missione per la salvezza non è assolutamente conclusa: ci restano sei finali, da affrontare con la solita fame e grinta, anche perchè questo campionato ci ha insegnato che basta poco per cadere dall’Olimpo agli Inferi”.

Andrea Cignarale
Ufficio Stampa Rasulo Edilizia Bernalda Futsal

Serie B, il punto sul Girone G

La ventesima giornata del campionato nazionale di Serie B fa registrare un incredibile colpo di scena nel girone G: si rompe l’equilibrio in vetta al raggruppamento, con il Maritime Augusta che batte il Cataforio 4-1 e stacca il Real Cefalù al primo posto. I siciliani di mister Giampaolo, infatti, subiscono un cocente K.O. al PalaTricoli per mano dell’Odissea 2000, capace di imporsi grazie ai gol di Sapinho, Russo, Bavaresco e Scervino (di Paulinho la rete della bandiera bianconera). I rossanesi accorciano dal secondo posto, ora distante sette lunghezze. Il Farmacia Centrale Paola vince in casa contro il Sant’Isidoro (6-2) e aggancia il Melilli al quarto posto,in piena zona play-off, complice il pari interno dei siciliani, fermati sul 3-3 dalla Polisportiva Futura. Cade in casa il Real Rogit, superato dall’Edilferr Cittanova per 4-2; il Rasulo Edilizia Bernalda, impegnato contro il Corigliano, inanella la seconda vittoria consecutiva e tiene a distanza di sicurezza la zona play-out. In coda restano Cataforio e Corigliano, bloccate a quota 11 punti. Riposa la Lubrisol Regalbuto.

Bernalda Futsal in versione sudamericana. Otto gol rifilati al Corigliano

Successo tonificante per il Rasulo Edilizia Bernalda Futsal che supera un’altra diretta concorrente per la salvezza e rinforza la sua posizione nel girone G: sul neutro di Salandra i rossoblù dominano letteralmente il Corigliano, chiudendo sul risultato di 8-4, punteggio che avrebbe potuto essere ben più severo per i calabresi.
I padroni di casa affrontavano lo spareggio salvezza senza gli infortunati Gallitelli, Plati e Margarita, oltre allo squalificato Sarubbi e al capitano Caruso, costretto ad un forfait last-minute. Sulla sponda coriglianese, i biancazzurri cercavano un pronto riscatto dopo la sconfitta a tavolino patita contro il Paola e le vibranti polemiche di questa settimana.
Pronti via e Biscaro è costretto agli straordinari su due azioni pericolose di Rissi e Da Costa, mentre Fusco centra la traversa. Il Bernalda parte con il piede sull’acceleratore, ma al 5’48’’ si ritrova in svantaggio: Lovatel pesca il jolly da metà campo con un tiro a volo che lascia di stucco De Brasi. Il gol del Corigliano non scalfisce i rossoblù che continuano a macinare gioco e pareggiano al 9’14’’ con la prima perla di giornata del carioca Sergio Rissi, bravo a finalizzare un’azione insistita nell’area ospite. Sulle ali dell’entusiasmo, i calabresi cadono ancora sotto i colpi dei sudamericani rossoblù: a metà della prima frazione, infatti, un diagonale chirurgico di De Sa Carvalho fa esplodere i tifosi bernaldesi, a seguito della squadra anche a Salandra. I lucani non si fermano e, dopo aver centrato una serie di legni, vanno a bersaglio con Da Costa. che insacca magistralmente la triangolazione con Rissi e De Sa Carvalho. La partita è in pieno controllo degli uomini di Masiello che, tuttavia, si fanno sorprendere nel finale di frazione dal tiro improvviso di capitan Schiavelli. La ripresa si apre con il quarto squillo bernaldese, griffato Da Costa, ma il Corigliano si rimette in carreggiata, sfruttando la superiorità numerica per l’espulsione di Fusco: è Lento ad illudere i biancazzurri circa un’ipotetica rimonta, ma gli ospiti vengono travolti dalle marcature di Gomez, Da Costa e Rissi, autore di altre due reti nel finale. In mezzo il sigillo conclusivo di Schiavelli che fissa il punteggio sull’8-4 finale. Negli ultimi minuti di partita, mister Masiello dà spazio ai giocatori dell’Under 21 che sfiorano il gol con Dilucca.
I tre punti odierni permettono ai bernaldesi di incrementare ulteriormente il vantaggio sulle dirette avversarie nella lotta per la permanenza: il team lucano ha ormai trovato la giusta quadratura e ha tutte le carte in regola per raggiungere l’obiettivo salvezza.

TABELLINO

RASULO EDILIZIA BERNALDA FUTSAL: De Brasi, Dilucca, Eletto, Musillo, Meric de Bellefon, Lemma, Fusco, Rissi, De Sa Carvalho, Da Costa, Gomez. Allenatore: Masiello
CORIGLIANO: Biscaro, Zanarutti, Schiavelli, Lovatel, La Grotta, Lento G, Vangeri, Berardi, Famigliuolo, Martins, Perrotti. Allenatore: Lento P (Forace squalificato)
ARBITRI: Losacco e Agostinelli di Bari. CRONO: Galli di Policoro
MARCATORI: 5’48’’pt Lovatel, 9’14’’pt, 12’19’’st, 14’47’’st Rissi,9’58’’pt De Sa Carvalho, 11’21’’pt, 1’21’’st, 8’41’’st Da Costa, 17’57’’pt, 11’59’’st Schiavelli, 7’22’’st Lento G, 11’21’’st Gomez
AMMONITI: Fusco e Lovatel. ESPULSO: al 6’58’’st Fusco per doppia ammonizione

Andrea Cignarale
Ufficio Stampa Rasulo Edilizia Bernalda