Il Bernalda Futsal fa il bilancio della sua stagione: “Serie B di grande livello. Siamo stati all’altezza”

Il Rasulo Edilizia Bernalda chiude la sua prima stagione in Serie B con una salvezza meritata: il lavoro sinergico di società, staff tecnico e atleti ha portato la compagine rossoblù a raggiungere questo traguardo prestigioso per Bernalda e per l’intero movimento sportivo lucano. Gli jonici, infatti, dopo un avvio assai stentato e costellato di sconfitte, hanno effettuato un repentino cambio di marcia anche grazie agli innesti che la società ha assicurato per rinforzare la rosa e raggiungere la salvezza: gli acquisti di De Sa Carvalho, Rissi e Gomez, uniti all’esplosione di Da Costa e al rientro di alcuni giocatori protagonisti della promozione in Serie B, hanno riportato un clima di serenità nell’ambiente lucano e, nel girone di ritorno, i rossoblù hanno inanellato una serie impressionante di risultati utili, tra cui alcuni importanti successi lontano dal PalaCampagna contro le dirette concorrenti per la salvezza. La squalifica del campo, fortunatamente, non ha influito sul cammino della compagine bernaldese che, con un finale di stagione arrembante, ha chiuso matematicamente i giochi salvezza con tre giornate di anticipo. “E’ stata una stagione che ci ha permesso di crescere in maniera esponenziale su tutti i fronti – commenta il presidente Alfredo Plati – E’ stato fondamentale l’ingresso in società dell’imprenditore Sanny Rasulo che, con grandi sacrifici, ha sostenuto il progetto sportivo, contribuendo in maniera determinante al raggiungimento della salvezza. Importanti gli apporti del segretario Giuseppe Mazzei e dell’addetto al marketing Francesco Salluce, voglio approfittare di questo finale di stagione per ringraziare i dirigenti Vincenzo Caruso, Pietro Carella, Antonio Silletti, Vincenzo Piccinni e Berardino Vena che, da ormai quattro anni, vivono con me questa fantastica esperienza. E’ doveroso complimentarsi con lo staff tecnico composto da Nicola Masiello, Gianni Grieco, Michele Gallitelli, Maurizio Barbieri e Giuseppe Valentino, con lo staff sanitario, composto da Antonio Caruso e Vincenzo Paradiso, con l’addetto stampa Andrea Cignarale, con Bernalda Sport per le riprese video, e con gli atleti che hanno onorato al meglio la maglia del Bernalda. Un ringraziamento finale va agli sponsor che hanno permesso alla nostra città di poter competere a livelli altissimi: ora ricarichiamo le batterie per ripartire e programmare per tempo la prossima stagione, evitando quelli errori fisiologici vissuti in questo primo anno da matricola in un campionato nazionale”. Sulla stessa lunghezza d’onda anche il patron Sanny Rasulo: “E’ stata una stagione sicuramente importante per noi, un primo consistente assaggio del futsal che conta. Dopo un avvio pieno di problematiche, ci siamo riorganizzati alla grande e siamo riusciti a costruire, successo dopo successo, la nostra salvezza. Il risultato è frutto di un lavoro sinergico tra tutti i soggetti coinvolti: dal presidente al magazziniere, tutti hanno meriti in questa permanenza che ci permette di programmare con serenità il futuro. Siamo ambiziosi e proveremo a costruire un progetto sportivo in grado di dare un futuro prolungato al calcio a 5 bernaldese: i giovani devono essere il nostro punto di forza e, con alcuni acquisti importanti, potremo toglierci grandi soddisfazioni”.
Il Rasulo Edilizia Bernalda non ha ancora chiuso ufficialmente la stagione: l’Under 21, mercoledì 19 aprile, ospiterà il Cataforio per il ritorno dei sedicesimi di finale dei play-off scudetto, mentre gli Allievi dovranno affrontare il Medaglie d’Oro Barletta nel match interregionale che mette in palio l’accesso alla Final Eight di categoria. Conclusi i campionati giovanili, si inizierà a programmare il futuro, con la speranza di ampliare ulteriormente la base societaria e coinvolgere altri soggetti interessati a promuovere e a far crescere il movimento di futsal bernaldese.

Andrea Cignarale
Ufficio Stampa Rasulo Edilizia Bernalda Futsal

Cataforio troppo forte per l’Under 21. Il match di andata va ai reggini

Pesante debacle esterna del Rasulo Edilizia Bernalda Futsal Under 21 che, nell’andata dei sedicesimi di finale, cade 11-4 contro il forte Cataforio, punteggio che penalizza oltremodo la prestazione dei lucani in terra calabrese. Al PalaViola di Reggio Calabria, il team di mister Gallitelli gioca la sua onesta partita, soprattutto nella prima frazione, mentre nella ripresa i rossoblù cedono di schianto alla forza degli avversari e vengono impallinati in più circostanze. Pronti via e sono proprio i lucani a portarsi in vantaggio grazie al guizzo del venezuelano Manuel Gomez, ma i reggini ribaltano il risultato in pochi minuti, portandosi addirittura sul 3-1. Il Bernalda non demorde e, dopo aver colpito un clamoroso incrocio dei pali con Musillo, accorcia le distanze con Dell’Osso, mentre, a due minuti dalla sirena, Musillo impatta il risultato. Il primo tempo potrebbe chiudersi in perfetta parità, ma i locali usufruiscono del tiro libero e non sprecano l’occasione per riportarsi in vantaggio. La ripresa è un’altra storia, con i calabresi che dilagano, complice alcune gravi disattenzioni in fase difensiva da parte dei bernaldesi. Musillo tiene a galla i suoi con il quarto gol di giornata, mentre Gomez centra il palo in contropiede. I rossoblù vengono stoppati dalle parate di un fenomenale Parisi e sono costretti alla pesante sconfitta finale. Al termine della sfida nel capoluogo calabrese, l’italo argentino Lodh Meric de Bellefon sottolinea il grande cammino svolto finora dal team: “Oggi siamo stati ingenui: di fronte avevamo un avversario sicuramente più organizzato e preparato e abbiamo avuto un approccio sicuramente all’altezza, disputando un ottimo primo tempo, mentre nella ripresa non siamo riusciti a ripeterci, commettendo alcuni errori banali che ci hanno condannato alla sconfitta. Al di là del K.O., resta lo strepitoso cammino svolto finora: siamo l’unica squadra lucana qualificata ai sedicesimi di finale e anche in campionato abbiamo sempre giocato alla pari con i nostri avversari. Ora ci attende la gara di ritorno: nello sport nulla è impossibile, per cui ci teniamo a fare bella figura e a riscattare il secondo tempo di oggi”. Sulla stessa lunghezza d’onda anche Luca Musillo, autore di una doppietta a Reggio Calabria: “Non era facile affrontare una squadra molto organizzata ed esperta come il Cataforio che, da anni, vive campionati nazionali di calcio a 5. Nel primo tempo siamo stati all’altezza dell’impegno, mentre nella ripresa la sfortuna si è accanita su di noi. Se Gomez avesse segnato in occasione del palo colpito, avremmo riaperto ancora la partita. Resta la consapevolezza del bel cammino svolto in questa stagione, anche se il dispiacere per la sconfitta odierna resta. Contiamo in un riscatto nella partita di ritorno”. Gara2 contro il Cataforo si giocherà mercoledì 19 aprile al PalaCampagna: con la qualificazione ormai compromessa, l’Under21 bernaldese vorrà comunque onorare al massimo l’impegno e regalare alla città un’altra grande soddisfazione.

TABELLINO
CATAFORIO: Parisi, Errigo, Ienari, Labate, Quattrone, Rosmini, Fortugno, Laganà, Palumbo, Rossi, Iracà, Mancuso. Allenatore: Praticò
RASULO EDILIZIA BERNALDA: De Pizzo, Laurenzana, Perdicchia, Meric de Bellefon, Gomez, Musillo, Eletto, Paradiso, Lemma, Dell’Osso, Parisi, Dilucca. Allenatore: Gallitelli

Andrea Cignarale
Ufficio Stampa Rasulo Edilizia Bernalda

Bernalda Futsal, K.O. indolore contro il Cefalù. I rossoblù chiudono all’ottavo posto

Si chiude con una sconfitta la stagione del Rasulo Edilizia Bernalda che cede in casa 7-4 contro la terza forza del campionato Real Cefalù. I lucani, fortemente rimaneggiati e imbottiti di under, faticano a trovare spazi in fase offensiva e, nel finale, tentano una clamorosa rimonta che non si concretizza.
Dopo un lungo periodo di equilibrio, il Real Cefalù rompe gli indugi e si porta in vantaggio con il guizzo di Toigo Vagner, mentre il raddoppio giunge al 12’23’’ grazie a Scopelliti.. Il Bernalda sfiora il gol con Gallitelli e Sarubbi, ma non è giornata per il team lucano che , subisce anche la terza rete, ad opera del brasiliano Menini. In coda alla prima frazione, i locali segnano con Sarubbi, ma l’arbitro annulla il gol per un presunto fallo di mano: decisione errata perchè è un giocatore cefaludese a tocccare il pallone con il braccio e spingerlo nella sua porta. Nell’occasione il laterale di Bernalda viene espulso per doppia ammonizione, generando le proteste dei padroni di casa. Nella ripresa i rossoblù continuano a faticare, mentre al 5’31’’ Menini segna ancora, portando i suoi sul parziale di 4-0. Il Bernalda si gioca la carta del portiere di movimento e Gomez premia la scelta del mister, riaprendo di fatto i giochi. Su una palla rubata, Menini insacca a porta sguarnita, ma i padroni di casa non mollano e, sempre con il portiere di movimento, vanno ancora a bersaglio con l’uno-due ravvicinato di Margarita e Rissi. Gallitelli si divora un gol già fatto a porta vuota, mentre al 16’55’ Menini, dalla sua metà campo, insacca a porta sguarnita. Nell’ultimo minuto i gol di Gomez e di un infallibile Menini fissano il punteggio sul 7-4 che premia oltremodo la prestazione dei siciliani. Il Bernalda, nonostante il K.O., chiude una stagione comunque molto positiva che porta in dote una salvezza importante, da cui ripartire per programmare il futuro. La società jonica ha dimostrato di poter competere in Serie B ad altissimi livelli e, dopo i festeggiamenti per la meritata permanenza, si inizierà a programmare la nuova stagione.

TABELLINO

RASULO EDILIZIA BERNALDA: De Brasi, De Pizzo, Figliuolo, De Sa Carvalho, Rissi, Gomez, Lemma, Dell’Osso, Caruso, Sarubbi, Gallitelli, Margarita. Allenatore: Masiello
REAL CEFALU’: Bastini, Mantia, Toigo Vagner, Scopelliti, Genchi, Menini, Farina, Virone, Di Maria. Allenatore: Orifici
ARBITRI: CRONO: Lapenta di Policoro
MARCATORI: 10’01’’pt Toigo Vagner, 12’23’’pt Scopelliti, 18’50’’pt, 5’31’’st, 13’02’’st, 16’55’’st, 19’41’’st Menini, 9’59’’st, 19’22’’st Gomez, 13’54’’st Margarita, 14’44’’st Rissi
AMMONITI: Sarubbi, Margarita, Gallitelli. ESPULSO: Sarubbi per doppia ammonizione

Andrea Cignarale
Ufficio Stampa Rasulo Edilizia Bernalda Futsal

Passerella finale per il Bernalda Futsal. Al PalaCampagna arriva il Real Cefalù

Ultimi quaranta minuti di campionato per il Rasulo Edilizia Bernalda che si prepara ad affrontare il Real Cefalù nell’ultimo impegno di regular season: i rossoblù vogliono chiudere in bellezza una stagione da incorniciare e conquistare l’intera posta in palio contro un avversario importante come il Cefalù che, per lunghi tratti, ha conteso al Maritime Augusta il primato del girone G. I siciliani, già qualificati alla fase play-off, saranno privi di alcune pedine importanti, mentre in casa Bernalda il team di Masiello dovrà fare a meno dello squalificato Carlos Alberto Da Costa, capocannoniere del campionato con i suoi 44 gol: “Dispiace che un giocatore così importante non possa partecipare all’ultima giornata di un campionato in cui è risultato sicuramente decisivo – commenta il match analysis Giuseppe Valentino – Da Costa è stato un autentico trascinatore e un grande professionista: non è un caso che sia molto amato dai bernaldesi. Al di là della sua assenza, ci teniamo a chiudere nel migliore dei modi il nostro primo anno in Serie B: una vittoria, infatti, ci permetterebbe di conquistare la settima posizione, un risultato difficilmente pronosticabile ad inizio stagione. La squadra è carica e vuole chiudere positivamente questo percorso: per cui sono certo che affronteremo la gara con grande determinazione e voglia di vincere”.
Il team bernaldese scenderà in campo alle ore 16: il match contro il Real Cefalù di mister Orifici sarà l’ultimo ad essere disputato a porte chiuse. I direttori di gara designati per la sfida contro i cefaludesi sono Cannistrà di Catanzaro e De Luca di Paola, mentre il cronometrista è Lapenta di Moliterno.

Andrea Cignarale
Ufficio Stampa Rasulo Edilizia Bernalda Futsal

L’Under 21 vola ai sedicesimi di finale. Eliminato il Policoro

Missione compiuta per il Rasulo Edilizia Bernalda Under 21 che supera il turno contro l’Avis Borussia Policoro e prosegue la sua marcia nei play-off scudetto del campionato nazionale giovanile. I rossoblù di mister Gallitelli, forti del 9-7 di gara1, dominano i tentativi di rimonta dei policoresi, eliminandoli dalla competizione, nonostante i favori dei pronostici pendessero tutti verso la squadra vincitrice del Girone T. Un’impresa sportiva di grande livello quella del Bernalda Futsal, capace di gestire con disinvoltura il vantaggio, elemento fondamentale per il pass ai sedicesimi di finale che permette alla compagine lucana di accedere tra le migliori trentadue squadre d’Italia. Il prossimo avversario dei rossoblù sarà il forte Cataforio: la compagine di Reggio Calabria, dopo aver vinto il girone V, ha eliminato la Polisportiva Futura e ora si prepara a contendere ai bernaldesi l’accesso agli ottavi di finale. Tornando alla gara del PalaErcole, i bernaldesi hanno disputato una partita gagliarda e attenta, cedendo nel finale 6-5, sconfitta che non ha pregiudicato in nessun modo la qualificazione. Mister Gallitelli, per il match di ritorno contro il forte Borussia, rinuncia allo squalificato Simone Perdicchia e agli indisponibili Lodh Meric de Bellefon e Luca Petrocelli. La sfida si apre con il gol del vantaggio degli uomini di Fortunato, griffato Dante Greco. Il Policoro tenta disperatamente la via del gol, ma gli ospiti imbastiscono un’ottima fase difensiva, potendo contare anche sulla serata di grazia del portiere De Pizzo, autore di ottimi interventi nel corso della sfida. Nell’ultimo minuto della prima frazione gli ospiti ribaltano il risultato, con un uno-due letale: è l’arma del contropiede a premiare i rossoblù, in gol prima con Dilucca e, dieci secondi dopo, con il venezuelano Gomez. Nella ripresa i bernaldesi potrebbero chiudere i conti, ma risultato troppo sciuponi sottoporta, almeno fino al gol del 3-1 di uno scatenato Dell’Osso. Il doppio vantaggi placa la verve del team di mister Gallitelli che, al 9’58”, subisce la rete di Patamia che riapre l’incontro. Non passa neanche un minuto e capitan Paradiso ristabilisce le distanze: il gol sembra chiudere ogni discorso di rimonta. Non è d’accordo il solito Giannace che prima insacca con un gol di pregevole fattura, poi realizza un tiro libero a sei minuti dalla fine, riportando il parziale sul 4-4. Il Bernalda è stanco, ma non si scompone, si difende con grande determinazione e, dopo aver centrato un palo clamoroso con Musillo, si riporta in vantaggio al 18’45” con la splendida giocata di Dilucca. Nell’ultimo minuto i bernaldesi staccano la spina e subiscono prima la rete del pareggio direttamente dal tiro libero di Giannace, mentre, proprio sulla sirena, Patamia realizza il 6-5 finale. Molto positiva la prova dei bernaldesi, a cui va l’unico appunto di non aver evitato la sconfitta nel minuto finale, che poco importa ai fini della qualificazione: “E’ stata una sfida dura e noi siamo stati bravi a lottare da squadra vera – commenta il rientrante Roberto Dell’Osso a fine gara – Sono contento per la prestazione personale, per il mio gol, ma soprattutto per la qualificazione della squadra. Il tempo dei festeggiamenti è già finito perchè domenica ci aspetta un’altra grande battaglia con il Cataforio”. Il tecnico rossoblù Michele Gallitelli è raggiante per l’obiettivo conseguito dai suoi ragazzi, nonostante le importanti defezioni nel pre partita: “Abbiamo disputato una prestazione intelligente che non posso definire perfetta per i troppi errori sotto porta che non ci hanno permesso di chiudere prima il discorso qualificazione. Devo complimentarmi con il loro portiere che ha tenuto in gioco la sua squadra nel corso di queste due sfide. La soddisfazione per il passaggio del turno è evidente, voglio complimentarmi con i ragazzi e con la società, a cui va il merito di averci dato questa grande opportunità che stiamo sfruttando al meglio”.

TABELLINO
AVIS BORUSSIA POLICORO: Silletti, Bianco, Angelone, Greco, Giannace, Patamia, Lillo, Cervone, Zaccagnino. Allenatore: Fortunato
RASULO EDILIZIA BERNALDA FUTSAL: De Pizzo, Carrieri, Dilucca, Gomez, Musillo, Dell’Osso, Paradiso, Parisi, Lemma. Allenatore: Gallitelli
ARBITRO: Carone di Bari. CRONO: Ferra di Policoro
MARCATORI: 2’56”pt Greco, 19’32”pt, 18’45”st Dilucca, 19’42”pt Gomez, 6’07”st Dell’Osso, 10’47”st Paradiso, 9’58”st, 19’59”st Patamia, 12’03”st, 13’53”st, 19’38”st Giannace
AMMONITI: Angelone, Lillo, Gomez, Lemma

Andrea Cignarale
Ufficio Stampa Rasulo Edilizia Bernalda

L’Under 21 pronta alla sfida decisiva contro il Policoro: “Testa e cuore per continuare il sogno”

Occorrerà una prova maiuscola al Rasulo Edilizia Bernalda Under 21, di scena a Policoro contro il Borussia di mister Fortunato: al PalaErcole si disputerà gara2 dei trentaduesimi di finale del cammino play-off che porta allo scudetto. I rossoblù di Gallitelli, vittoriosi all’andata con il punteggio di 9-7, dovranno disputare una partita intelligente, ritrovando quella compattezza di gruppo che ha contraddistinto il cammino del team in questi anni: “E’ la partita più importante della stagione, è inutile nasconderlo – spiega Antonio Dilucca – Siamo pronti ad affrontare questa nuova sfida con la consapevolezza che stiamo scrivendo pagine importanti della storia della nostra società. All’andata abbiamo sperperato un vantaggio consistente che ci avrebbe permesso di affrontare con maggiore serenità il match di ritorno: dalla partita di domenica abbiamo preso coscienza che occorre una gestione più attenta della partita da parte nostra, soprattutto nei momenti salienti. Dobbiamo avere una mentalità diversa e pensare solo ed esclusivamente al risultato, aiutandoci senza lasciarci influenzare dal resto: contiamo anche sul nostro pubblico che, ne sono certo, ci seguirà in questa importantissima trasferta”. Sicuro assente il laterale Simone Perdicchia, squalificato per la doppia ammonizione inflittagli nel match di andata.
Per la sfida del PalaErcole, in programma questa sera alle ore 19, l’arbitro designato è il signor Carone di Bari, mentre il cronometrista è Ferra di Policoro.

Andrea Cignarale
Ufficio Stampa Rasulo Edilizia Bernalda Futsal

Under 21 dai due volti si aggiudica il primo round contro il Policoro

Era la bestia nera del campionato per l’Under 21 del Rasulo Edilizia Bernalda e i rossoblù di mister Gallitelli hanno spezzato la striscia negativa: il Policoro, infatti, insieme allo Shaolin, era l’unica squadra ad aver battuto due volte il Bernalda nel corso della stagione, ma nell’andata dei trentaduesimi di finale gli jonici di Fortunato hanno dovuto soccombere 9-7 al PalaCampagna. In realtà, il passivo avrebbe potuto assumere ben altre proporzioni se l’Under 21 bernaldese avesse saputo amministrare con maggior attenzione il vantaggio di cinque reti, gettando alle ortiche l’occasione di ipotecare il passaggio del turno. E, invece, a Policoro sarà grande battaglia: mercoledì, infatti, il Borussia tenterà di ribaltare la situazione, mentre il Bernalda non potrà certamente cullarsi sugli allori, ma dovrà difendere e incrementare il vantaggio acquisito in gara 1. La partita sembra mettersi subito in discesa per i rossoblù, passati in vantaggio dopo 3′ grazie all’accelerazione devastante del venezuelano Gomez che fulmina Silletti in diagonale. Passa un minuto e gli ospiti pareggiano abbastanza casualmente con Patamia che, a seguito di una carambola in area di rigore, si ritrova la palla sui piedi per il più classico dei tap-in. Al 6’17” Musillo riporta avanti i suoi su schema da calcio piazzato e, dopo circa due minuti, il laterale di Bernalda si ripete con un tiro dal limite dell’area imparabile per Silletti. Il Rasulo Edilizia Bernalda è in pieno controllo della partita e va a segno a ripetizione, prima con l’italo-argentino Lodh Meric de Bellefon e poi con Gomez e Dilucca. I padroni di casa, in pieno controllo della partita, si caricano ingenuamente di falli e subiscono ben tre tiri liberi: il primo, calciato da Greco, viene intercettato da Carrieri che nulla può sugli altri due, finalizzati con il brivido da Giannace. La ripresa si apre con il contropiede vincente di Gomez, ma Giannace tiene a galla i suoi con un gol di potenza sugli sviluppi di una rimessa laterale. Il Bernalda torna ad imperversare nella metà campo avversaria e Perdicchia sfrutta il momento negativo degli avversari per siglare una rapida doppietta. Sul parziale di 9-4 accade l’impensabile e il Bernalda va letteralmente in difficoltà, subendo tre reti frutto dei tentativi di Lillo e Patamia, e rischiando di subire in più occasioni una rimonta che sarebbe stata clamorosa. Mercoledì andrà in scena il secondo round: il Bernalda andrà in campo con due risultati su tre a disposizione, ma occorrerà maggiore lucidità e determinazione per avere la meglio su un avversario come il Borussia Policoro che, ancora una volta, ha dimostrato di crederci fino all’ultimo istante di gara.

TABELLINO
RASULO EDILIZIA BERNALDA FUTSAL: Carrieri, De Pizzo, Lemma, Laurenzana, Perdicchia, De Bellefon, Musillo, Dilucca, Paradiso, Gomez, Parisi. Allenatore: Gallitelli
BORUSSIA POLICORO: Silletti, Bianco, Giannace, Lillo, Patamia, Mastrogiulio, Angelone, Greco, Zaccagnino, Regina, Cervone. Allenatore: Fortunato
ARBITRO: Agostinelli di Bari. CRONO: Ferra di Policoro
MARCATORI: 3’52”pt, 10’49”pt, 2’30”st Gomez, 4’50”pt, 14’32”st, 14’41”st Patamia, 6’17”pt, 8’36”pt Musillo, 9’05”pt Meric de Bellefon, 17’52”pt, 18’41”pt, 3’10”st Giannace, 4’58”st, 5’26”st Perdicchia, 12’54”st Lillo
AMMONITI: Lemma, Perdicchia, Greco. ESPULSO: Perdicchia per doppia ammonizione

Andrea Cignarale
Ufficio Stampa Rasulo Edilizia Bernalda Futsal

Il Bernalda cede nella ripresa contro l’Assoporto. Non basta il poker di Da Costa

Il Rasulo Edilizia Bernalda interrompe la striscia di sei risultati utili consecutivi e si ferma sul campo dell’Assoporto Melilli: i siciliani devono sudare le fatidiche sette camicie per superare le resistenze del team lucano, giunto nella cittadina siracusana in piena emergenza, ma senza particolari assilli di classifica. Per tre quarti di gara il Bernalda Futsal gioca a viso aperto contro i padroni di casa, sospinti da un pubblico molto caloroso: nel finale hanno inciso alcuni episodi sfortunati che hanno condannato al K.O. il team di mister Masiello. Il Melilli, in questo modo, si prende tre punti fondamentali la parola nella corsa verso i play-off, prolungando fino al termine della regular season il duello con la Polisportiva Futura.
I biancoverdi passano in vantaggio dopo appena cinquantatre secondi grazie alla rasoiata vincente di Rizzo che batte l’incolpevole De Pizzo, giovane portiere dell’Under 21 all’esordio in Serie B e autore di un’ottima prestazione. Al 10’49’’ i locali raddoppiano, sfruttando una dormita difensiva ospite per andare a bersaglio con il carioca Bocci. Il Bernalda reagisca al torpore iniziale e Da Costa sfiora il gol ben imbeccato da Fusco, palla clamorosamente sul fondo. I locali portano a tre i gol di vantaggio al 16’, grazie al tap-in vincente di capitan Bonventre. La partita sembra nettamente in salita per gli jonici che, tuttavia, riaprono le sorti della contesa a tre secondi dalla sirena:è un gioco da ragazzi per Da Costa, tutto solo sul secondo palo, insaccare la sfera sugli sviluppi di un corner. Nella ripresa il Bernalda pareggia nel giro di due minuti: è sempre il brasiliano Carlos Alberto Da Costa a far ammattire la retroguardia di casa e il Melilli perde il vantaggio accumulato ritrovandosi sul parziale di 3-3. Al 5’47’’ Lucas Bocci ruba palla a Gomez commettendo un fallo piuttosto evidente, tiro di destro e palla nel sacco per il nuovo vantaggio siciliano. Il clima del Palazzetto di Melilli è infuocato, ma al 8’57’’ l’Assoporto resta in inferiorità numerica per la doppia ammonizione rifilata a Gianino M. I lucani sfruttano al meglio l’uomo in più e pareggiano i conti con Fusco. La partita scivola via sui binari dell’equilibrio, ma un errato posizionamento difensivo dei rossoblù spiana la strada al nuovo vantaggio biancoverde, griffato Rizzo. Il talentuoso atleta siciliano porta a sei le marcature per i suoi, mentre Da Costa si invente un gol da cineteca e, al 15’22’’ rimette in discussione le sorti dell’incontro I lucani giocano con il portiere di movimento, ma la strada verso il pareggio è sbarrata dalle reti di Failla e Monaco , mentre nel finale di frazione c’è spazio anche per un rigore inesistente messo a segno da Rizzo, autore di un poker. La sfida termina 9-5 per il Melilli: la compagine di mister Ranno prosegue la sua marcia verso i play-off. Per il Rasulo Edilizia Bernalda resta la consapevolezza di aver dato tutto contro un avversario in gran forma, onorando fino alla fine il campionato. Ora testa all’ultima sfida stagionale contro il Real Cefalù, passerella finale di un campionato che ha saputo regalare grandi soddisfazioni alla società lucana.

TABELLINO

ASSOPORTO MELILLI: Russo, Failla, Monaco, Cutrali, Bocci, Rizzo, Capilleri, Bonventre, Netti, Gianino M, Gianino D, Felice. Allenatore: Ranno
RASULO EDILIZIA BERNALDA FUTSAL: De Pizzo, De Sa Carvalho, Rissi, Da Costa, Gomez, Fusco, Carlucci, Figliuolo, Lemma, Viggiano, Laurenzana. Allenatore: Masiello
ARBITRI: Mancuso di Vibo Valentia e Agosto di Paola. CRONO: Buscemi di Enna
MARCATORI: 0’53’’pt , 12’26’’st, 13’51’’st, 19’40’’st (rig) Rizzo, 10’49’’pt, 5’18 st Bocci, 16’34’’pt Bonventre, 19’57’’pt, 0’59’’st, 1’58’’st, 15’22’’st Da Costa, 10’39’’st Fusco, 16’26’’st Failla, 18’07’’st Monaco
ESPULSO: 8’57’’st Gianino M per doppia ammonizione.

Fonte foto: Pagina Facebook Assoporto Melilli Calcio a 5

Andrea Cignarale
Ufficio Stampa Rasulo Edilizia Bernalda Futsal

L’Under 21 si gioca il passaggio del turno con il Policoro: “Doppia sfida esaltante, proviamoci”

Il passaggio del turno contro la Virtus Noicattaro ha assicurato un posto nei trentaduesimi di finale al Rasulo Edilizia Bernalda Under 21 che, adesso, dovrà affrontare la doppia sfida da dentro o fuori contro il Borussia Policoro, compagine vincitrice del Girone T nel corso della regular season. Il match di andata si disputerà al PalaCampagna e i bernaldesi dovranno dare vita alla partita perfetta, in vista del ritorno, in programma mercoledì prossimo al PalaErcole di Policoro. Il tecnico rossoblù Michele Gallitelli avrà tutti gli effettivi a disposizione per il match contro gli jonici e, in settimana, ha spronato i suoi ad un salto di qualità in vista dell’impegno più importante della stagione: “La squadra è pronta ad affrontare questa importante doppia sfida contro il Policoro – spiega l’esperto allenatore di Bernalda – Sarà importante la tenuta mentale e la consapevolezza che il passaggio del turno si gioca sul doppio impegno, per cui affronteremo la prima partita con determinazione, umiltà e grinta. Il Policoro, quest’anno, si è dimostrata una squadra molto organizzata, ci ha sconfitto sia all’andata che al ritorno nella regular season, ma ora inizia un altro percorso e, con la giusta mentalità, possiamo compiere l’impresa. I ragazzi sono molto carichi, per cui mi aspetto una doppia sfida in cui le due squadre non si risparmieranno, vista anche l’importanza della posta in palio”. Il patron rossoblù Sanny Rasulo lancia l’Under 21 nel confronto contro il Policoro: “La società è soddisfatta del cammino svolto dai ragazzi in questi mesi: tutti alla prima esperienza in un campionato nazionale, i nostri atleti non hanno affatto sfigurato e, con un pizzico di fortuna in più, avrebbero potuto competere anche per il primato nel girone. Al di là di questo, domenica contenderanno la qualificazione ai sedicesimi di finale al Policoro: mi auguro che la nostra comunità possa sostenere il sogno di questi ragazzi, desiderosi di continuare il loro percorso verso le fasi finali del campionato Under 21. Buona fortuna, ragazzi!”.
Il match, in programma domenica alle ore 17, sarà diretto dal signor Agostinelli di Bari , mentre il cronometrista sarà Ferra della sezione di Policoro.

Andrea Cignarale
Ufficio Stampa Rasulo Edilizia Bernalda Futsal