BERNALDA FUTSAL – FUTSAL ALTAMURA:10-4. I ROSSOBLU EMERGONO NELLA RIPRESA


Una bella gara è andata in scena al “PalaCampagna” tra Bernalda e Altamura. Non inganni il largo risultato in favore dei rossoblu perchè la coriacea formazione pugliese ha dato filo da torcere agli uomini di Do Amaral soprattutto nel primo tempo terminato 3-2 in favore dei padroni di casa. Alla distanza, però, ha prevalso il maggiore tasso tecnico dei padroni di casa abili a sfruttare le ripartenze. In evidenza tra i lucani Bidinotti, Bueno, Murò, Fusco e Del Ferraro. Nota a margine. Prima della gara foto per le due squadre a centrocampo con un manifesto dedicato al capoluogo ionico con la scritta: “I BAMBINI DI TARANTO VOGLIONO VIVERE…STOP INQUINAMENTO”

Cronaca. Il Bernalda si presenta con il seguente quintetto: Del Ferraro, Fusco, Bidinotti, Bueno e Gallitelli. Risponde l’Altamura con : Carone, Carrasco, Garcia, Cano, Zafra.

Partenza a razzo del Bernalda: al 2′ palo di Fusco. L’altamura reagisce prontamente con una doppia occassione per Carrasco. Al 2′ i pugliesi passano in vantaggio: Zafra batte un corner che trova la sfortunata e fortuita deviazione di Bidinotti nella propria rete per il vantaggio ospite. Il Bernalda sfiora il pareggio al 3′: staffilata di Bueno che si stampa sulla traversa. I padroni di casa ci provano ancora con Fusco dalla distanza, il portiere Carone respinge. Al 7′ il Bernalda agguanta il pari: Bueno pesca sul secondo palo Murò che in spaccata mette in rete. Al 9′ ingenuità della difesa rossoblu, Cano ne approfitta ma il suo destro trova sulla strada uno strepitoso Del Ferraro che si ripete sulla conclusione dalla distanza di Garcia. Passano pochi istanti per il vantaggio lucano: Bidiniotti con uno spunto personale supera Carone e deposita in rete per il 2-1. L’Altamura si riversa in avanti alla ricerca del pari: Giordano impegna Del Ferraro che chiude lo specchio della porta. Al 12′ Bernalda vicino al tris: Carone salva su Bidinotti, mentre pochi istanti dopo Gallitelli calcia alto da buona posizione. Al 16′ il Bernalda spreca un contropiede e sul rovesciamento di fronte Del Ferraro respinge miracolosamente su Garcia. La gara è brillante: al 14′ Carone è prodigioso su Fusco. Al 16′ Bidinotti lancia in banda Murò, il suo tiro lambisce il palo. Pochi istanti più tardi Carone respinge un destro ravvicinato di Bidinotti. Al 18′ il Bernalda cala il tris: Fusco ruba palla nella metà campo avversaria e libera un preciso diagonale che si insacca nell’angolo alla destra di Carone. L’Altamura ha subito la possibilità di accorciare le distanze ma il pallonetto di Carrasco finisce di poco oltre la traversa. I pugliesi, però, a pochi secondi dal suono della sirena riescono a segnare con Cano imbeccato da Zafra.

Nella ripresa l’Altamura parte con il piglio giusto: Del Ferraro si oppone a Di Pietro. Al 3′, però, il Bernalda allunga: punizione di Bidinotti per il meraviglioso colpo di tacco di Bueno che insacca il 4-2. L’Altamura pericoloso un minuto più tardi: Del Ferraro chiude sul primo palo sulla mezza girata di Cano. Si ripete, poco dopo, il portiere rossoblu su un fendente dalla distanza dello stesso Cano.

L’Altamura vicina al gol al 7′ con Garcia: strepitoso Del Ferraro che recupera la sfera e prontamente lancia lungo Bidinotti che in ripartenza fredda Carone per il 5-2. Trascorre un minuto per la sesta rete lucana: Bueno calcia una rimessa laterale nella trequarti avversaria trovando il tocco rapace di Murò, appostato sul secondo palo. Mister Mascolo utilizza il quinto di movimento (Facendola) per recuperare ma è il Bernalda ad approfittarne al 9′ con un destro da distanza siderale di Bueno per il 7-2. Al 11′ l’Altamura accorcia le distanze con un destro dalla media distanza di Carrasco per il 7-3. Al 12′ Murò salva sulla linea un tiro di Facendola che aveva superato Del Ferraro. Al 12′ salvataggio sulla linea di Bueno su tiro di Zafra ma, pochi secondi dopo, Bidinotti dalla propria metà campo griffa 8-3. Anche mister Do Amaral utilizza il quinto di movimento (Gallitelli) mentre il tecnico Mascolo cambia nel ruolo Facendola avvicendato da Lorusso. Al 16′ altra conclusione dalla distanza di Fusco che dalla propria trequarti mette a segno il 9-3. Poco dopo è Murò con un tocco morbido a siglare il 10-3. L’Altamura non issa bandiera : al 18′ Giordano su punizione infila la quarta rete. Negli ultimi minuti di gara gloria anche per il giovane portiere D’Amelio abile ad opporsi alle conclusioni dei calcettisti altamurani salvando la propria porta almeno in quattro circostanze. Finisce 10-4 in favore del Bernalda che conserva il secondo posto del girone.

FUTSAL ALTAMURA : Carone, Angelastri, Facendola, Giordano, Cano, Garcia, Carrasco, Zafra, Lorusso, Loizzo, Di Pietro, Chironna. All. Mascolo

BERNALDA FUTSAL: Del Ferraro,Bidinotti, Lemma, Quinto, Laurenzana, Murò, Gallitelli, Grossi, D’Amelio, Bueno, Di Lucca, Fusco. All. Do Amaral

Arbitri : 1^ Turiano di Reggio Calabria 2^ Saccà di Reggio Calabria, cronometrista Buzzacchino di Taranto

Marcatori : 2′ p.t. (aut.) Bidinotti (A); 7′ p.t. Murò (B), 9′ p.t. Bidinotti (B), 18′ p.t. Fusco (B), 20′ p.t. Cano (A), 3′ s.t. Bueno (B), 7′ s.t. Bidinotti (B) 8′ s.t. Murò (B), 9′ s.t. Bueno (B), 11′ s.t. Carrasco (A), 13′ s.t. Bidinotti (B), 16′ s.t. Fusco (B), 17′ s.t. Murò (B), 18′ s.t. Giordano (A)

Ufficio stampa ASD BERNALDA FUTSAL

Bernalda Futsal, verso l’Altamura. Il dg Mazzei: “Attenzione alle loro ripartenze”


Il Bernalda si prepara ad affrontare al PalaCampagna (inizio ore 16:00) il Futsal Altamura, compagine in piena lotta per un posto nei play off. Attualmente i pugliesi occupano il quinto posto in classifica e per i ragazzi di Do Amaral, quella di sabato, rappresenta un’altra tappa importante per consolidare la piazza d’onore del girone. Sul attuale momento in casa rossoblu abbiamo ascoltato il direttore generale rossoblu Giuseppe Mazzei.

POST TRAFORO. Un pareggio ottimo quello colto dai lucani in terra calabrese sabato scorso a Rossano contro il Traforo ma: “Qualche piccola recriminazione – afferma Mazzei – resta per il bel gioco espresso. Purtroppo abbiamo incassato due reti evitabili in particolare quella relativa ad un penalty, a mio avviso, discutibile e poi l’altra rete incassata per un nostro errore in fase d’impostazione. Il Traforo ha creato delle occasioni da rete ma il nostro portiere Del Ferraro si è fatto trovare pronto. Il pallino del gioco lo abbiamo tenuto in mano noi a larghi tratti mentre loro hanno agito prevalentemente di rimessa. Il risultato di parità ci sta un po’ stretto, diaciamo che abbiamo raccolto qualcosa in meno rispetto a quello che abbiamo seminato nell’arco del match”

VERSO L’ALTAMURA. Sullo scontro play off di sabato: “Non avremo Caetano che ha incassato l’ammonizione a Rossano proprio in occasione del calcio di rigore concesso al Traforo. Per noi sarà un’assenza importante quindi oltre al danno la beffa. L’Altamura è un’ottima squadra, giocano bene e sono in forma.Sicuramente una squadra ostica e abili nelle ripartenze. Dovremo evitare errori nella fase d’impostazione del gioco”.

IL FUTURO. Siamo vigili ma al momento siamo concentrati sul campionato in corso per raggiungere il miglior piazzamento play off quindi le nostre attenzioni sono rivolte al presente. Poi avremo tempo per pianificare nel caso in cui raggiungeremo gli obiettivi prefissati. Abbiamo 4 partite importanti e in seguito i play off che saranno determinanti”

Ufficio stampa ASD BERNALDA FUTSAL

LA SPORTIVA TRAFORO – BERNALDA FUTSAL: 2-2. I rossoblu in rimonta agguantano il pari

Indomabile Bernalda che sul difficile terreno di Rossano Calabro contro La Sportiva Traforo, terza forza del girone, conquistano un importante pareggio per 2-2 rimontando per due volte gli avversari con le reti di Bidinotti nel primo tempo e Caetano nella ripresa. Il punto guadagnato dagli uomini di Do Amaral permette ai lucani di conservare il secondo posto in classifica uscendo indenni dal “PalaEventi”.

Cronaca. Inizio equilibrato e sotto ritmo da parte delle due squadre che si studiano nei primi minuti con il pallino del gioco maggiormente nelle mani del Bernalda mentre i padroni di casa cercano la sortita offensiva di rimessa. Con il trascorrere dei minuti i calabresi conquistato campo e confezionano un paio di palle gol sventate dal portiere Del Ferraro. Il Traforo a metà ripresa usufruisce di un penalty per un fallo in area su Sapinho. Dal dischetto Dentini trasforma malgrado il portiere Del Ferraro indovini l’angolo giusto. Il Bernalda reagisce prontamente e raggiunge il pari : Caetano calcia una punizione per il destro di Bidinotti che insacca per 1-1. Muta il canovaccio del confronto: i locali diventano più intraprendenti andando in pressione alta mentre gli ospiti cercano di pungere in ripartenza. Proprio in contropiede il Bernalda ha l’occasione per passare in vantaggio in chiusura di tempo: il tiro di Fusco a botta sicura lambisce il palo. Le squadre vanno al riposo sul risultato di 1-1.

Ritmi più elevati ad inizio ripresa: il Bernalda pericoloso con Bidinotti (servito da Caetano) con respinta plastica del portiere ma è il Traforo a tornare in vantaggio con un tiro violento sotto l’incrocio di Salerno per il 2-1. I padroni di casa hanno anche l’oppurtunità della terza rete ma Del Ferraro è strepitoso a chiudere la porta. Il Bernalda è vivo e raggiunge il pareggio al culmine di una azione ben orchestrata e finalizzata dalla conclusione dalla media distanza di Caetano che indovina l’incrocio per il 2-2. Il Traforo avanza il portiere Gallon che agisce da quinto di movimento mantenendo il possesso palla e confezionando un paio di occasioni da rete. Anche il Bernalda ha l’opportunità di passare in vantaggio ma il piatto di Fusco viene parato da Gallon. Finisce 2-2.

LA SPORTIVA TRAFORO : Gallon, Schiavelli, Bracci, Sapinho, Dentini, Salerno, Chiappetta Giovanni, Cofone, Chiappetta Alessandro, Caruso, Rafael, Cosentino. All. Sapinho

BERNALDA FUTSAL: Del Ferraro,Bidinotti, Lemma, Laurenzana, Murò, Gallitelli, Grossi, D’Amelio, Caetano, Bueno, Di Lucca, Fusco. All. Do Amaral

Arbitri : 1^ Burletti di Ragusa, 2^ Lupo di Palermo, cronometrista Prisma di Crotone

Marcatori : primo tempoDentini (T) , Bidinotti (B); secondo tempo Salerno (T), Caetano (B)

Ufficio stampa ASD BERNALDA FUTSAL

Bernalda Futsal. Il presidente Rasulo: “L’A2 è una promessa da mantenere”


Recente passato, presente e futuro prossimo : il presidente onorario rossoblu Sanny Rasulo è il solito “fiume in piena” e parla a 360° del Bernalda Futsal senza dimenticare l’importante sfida di sabato prossimo in trasferta contro il Traforo che potrebbe essere decisiva anche per la posizione nella griglia play off.

POST BISIGNANO. La nostra “chiacchierata” con il presidente Rasulo parte dalla sconfitta in Calabria di una paio di settimane fa contro la prima della classe: “La gara di Bisignano di sicuro mi ha deluso ma loro sono la capolista non certo per caso. C’è anche da dire che con la presenza di Fusco che era squalificato probabilmente avremmo assistito ad una gara diversa. Noi abbiamo una squadra con spiccate qualità offensive del resto abbiamo Bidinotti e Gallitelli in cima alla classifica dei marcatori del girone. Credo che in retroguardia siamo un po’ carenti e Fusco, di sicuro, è uno dei pochi elementi con spiccate caratteristiche difensive. Il mister sta svolgendo un grande lavoro per migliorare la fase difensiva”

POST PAOLA. “Siamo partiti – prosegue Rasulo – un po’ frastornati perchè avevamo da eliminare un po’ di tossine derivanti dalla sconfitta contro il Bisignano. Con il passare dei minuti però la squadra è riuscita a prendere in mano le redini del gioco e nella ripresa abbiamo chiuso la partita”

VERSO IL TRAFORO. Il presente è rappresentato dalla sfida contro il Traforo:“E’ una gara alla quale tengo particolarmente – afferma il presidente – Questa è stata la partita peggiore che abbiamo disputato nel girone d’andata e abbiamo rimediato una magra figura soprattutto per il numero di reti subite. Ci tengo a vedere in campo una squadra motivata pronta a riscattarsi. Le big del girone sono tre : Bisignano, Traforo e Bernalda. E’ chiaro che il primo posto è ormai saldamente nella mani del Bisignano mentre a noi tocca difendere la piazza d’onore in vista dei play off, dove incontreremo sicuramente formazioni agguerrite”

PRESIDENZA “PASSIONALE”. Tre presidenti per un progetto solido:“Ci sono tante aspettative su di noi. Questo progetto è nato in poco tempo ma è diventato ambizioso grazie a tutti i dirigenti che lo hanno reso possibile come i presidenti Plati, fautore principale, e Grieco. Da parte mia ho dato una mano all’inizio e poi mi sono appassionato al progetto, ci ho messo del mio sia sotto l’aspetto finanziario che della passione. Ormai, oltre ad essere uno dei presidenti, sono anche un tifoso del Bernalda”

PLAY OFF. Il futuro prossimo è rappresentato dalla fase cruciale del torneo con l’appendice che potrebbe attendere il Bernalda:“L’obiettivo è vincere i play off perchè il nostro sogno e obiettivo è quello di salire in A2. E’ una promessa e intendo rispettarla anche per il nostro pubblico affezionatissimo che ci segue ovunque”.

PROGETTO A2. In caso di promozione – chiosa il presidente- abbiamo già le idee chiare e chiaramente cercheremo di potenziare la squadra. Ci serve un roster più ampio in quanto al momento abbiamo una panchina un po’ corta. Credo che questo sia attualmente il nostro più grosso handicap. Stiamo facendo comunque un grandissimo lavoro con i nostri giovani come per esempio Peppe Grossi che ci sta dando grandi soddisfazioni”.

UFFICIO STAMPA ASD BERNALDA FUTSAL

BERNALDA FUTSAL, VERSO IL TRAFORO. GROSSI: “SABATO ABBIAMO BISOGNO DEI NOSTRI TIFOSI”


Dopo la pausa del campionato, il Bernalda tornerà in campo sabato prossimo in trasferta contro il Traforo, altro snodo importante del campionato soprattutto per conquistare la piazza d’onore del girone visto che le due formazioni sono rispettivamente seconda e terza in classifica. Gli uomini di Do Amaral hanno un solo punto di vantaggio sui calabresi che però potranno usufruire del fattore campo. Sulla prossima gara (e non solo) abbiamo ascoltato il laterale rossoblu Giuseppe Grossi, uno dei giovani più promettenti in casa bernaldese.

IL POST PAOLA. I tre punti conquistati contro la Farmacia Centrale Paola hanno restituito brillantezza alla classifica e consapevolezza nei propri mezzi che probabilmente era venuta un po’ a mancare dopo la sconfitta con il Bisignano: “Proprio la vittoria contro il Paola – afferma Grossi – fa capire che gruppo siamo: coeso, nel quale regna serenità e rispetto reciproco da parte di tutti i componenti della squadra. Chiaramente dopo la trasferta di Bisignano c’è stata un po’ di amarezza per la sconfitta. Ad ogni buon conto abbiamo dato il massimo, dal primo all’ultimo minuto uscendo dal palazzetto a testa alta contro una squadra che, non a caso , è prima in classifica. La vittoria contro il Paola è servita per consolidare la seconda posizione e soprattutto per risollevare il morale . È stata una partita controllata dall’inizio alla fine contro una formazione importante che, giusto ricordarlo, a gennaio ha ingaggiato diversi atleti di spessore”.

VERSO IL TRAFORO. Adesso l’ostica trasferta contro il Traforo, terza forza del girone. C’è una sconfitta bruciante da riscattare per i rossoblu battuti nella gara d’andata al “Palacampagna”. “Ora ci attende – prosegue Grossi – una prova difficilissima contro una squadra che, come noi, lotta per l’A2. È una gara assolutamente da non prendere sottogamba. L’avversario è a una sola lunghezza da noi e questo scontro diretto tra 2 e 3 può rivelarsi decisivo ai fini del piazzamento play off. All’andata perdemmo di misura, però, rispetto a quella gara siamo cambiati molto. Ci siamo parecchio rinforzati e in particolare siamo cresciuti dal punto di vista mentale e tecnico. Ci servirà dare il 100% e servirà una gara perfetta riducendo al minimo gli sbagli e sfruttando ogni palla gol che ci capiterà”.

BILANCIO PERSONALE. Questa stagione sarà di sicuro ricordata dal giovane laterale rossoblu in quanto rappresenta questa del lancio nel calcio a 5 che conta: “Questa annata la ricorderò per sempre. È stata davvero bella perché sto trovando tanto spazio in serie B crescendo molto dal punto di vista tecnico, tattico e umano. Mi confronto con gente molto esperta reduce da campionati di altissimo livello e questo non può che farmi migliorare. Devo ringraziare innanzitutto la mia famiglia che mi sostiene e continua a credere in me, poi il presidente Plati e tutta la società del Bernalda che continua a dare fiducia a noi giovani locali che giochiamo per la maglia onorando il nostro Paese. Ritengo che questa sia la cosa più importante e bella. Ringrazio il mister Do Amaral che continua a credere in me. Mi impegnerò sempre al massimo per essere pronto in ogni occasione”.

MISTER DO AMARAL. Proprio il tecnico Flavio Do Amaral ha scommesso su Grossi che afferma sul tecnico: “Il mister è una bravissima persona: preparata, umile e molto paziente. Penso che ci voglia parecchia pazienza con noi (sorride ndr). Con il mister mi trovo benissimo , lui è sempre pronto a correggerti e a darti ogni tipo di consiglio per migliorare. Inoltre ci da la possibilità di scherzare e posso affermare che è anche grazie a lui che il nostro gruppo è così coeso. Per quanto mi riguarda devo ancora migliorare dal punto di vista tattico e tecnico. Sono giovane ma spesso commetto errori proprio per mancanza di esperienza . Devo crescere a livello mentale soprattutto per capire meglio il gioco ed essere ancora più utile alla squadra”

I TIFOSI. L’ultimo pensiero è per gli splendidi e calorosi tifosi rossoblu: “Il mio rapporto con la tifoseria è fantastico. Non ho mai visto un pubblico del genere. Coonosco personalmente molti di loro e sono ottime persone. Io chiedo tutto il loro appoggio per la partita di sabato prossimo e per tutto il resto della stagione perché abbiamo un obiettivo da raggiungere insieme : l’A2. Con loro al nostro fianco siamo più forti e giochiamo con un uomo in più”.

Ufficio stampa ASD BERNALDA FUTSAL

Bernalda Futsal – Farmacia Centrale Paola: 9-4. I rossoblu tornano al successo al PalaCampagna

Bernalda Futsal – Farmacia Centrale Paola: 9-4. I rossoblu tornano al successo al PalaCampagna

Partita non facile sotto il profilo psicologico per i ragazzi di Do Amaral dopo la sconfitta di sabato scorso contro la capolista Bisignano. Bidinotti e compagni, dopo un primo tempo di luci e ombre, sono usciti alla distanza piegando le resistenza di un ostico Paola, formazione alla quale va dato il merito di non avere mai abbassato la guardia nell’arco del match. Sugli scudi nella formazione bernaldese il portiere Del Ferraro, protagonista di interventi prodigiosi soprattutto nel primo tempo, e Bidinotti, autore di 5 reti.

Cronaca. Mister Do Amaral si presenta con : Del Ferraro, Fusco, Bueno,Bidinotti e Caetano. Dall’altra parte il Paola con :De Brasi, Costa, Cleber, Fumes, Lincoln.

Dopo 20” il Bernalda usufruisce di un penalty: Bidinotti intercetta un rinvio di De Brasi (ex del confronto) e chiude il triangolo con Fusco, il destro del brasiliano incontra l’opposizione di Cleber in scivolata. Per l’arbitro il difensore del Paola impatta la sfera con un braccio e assegna il rigore e l’esplulsione di Cleber. Dal dischetto Caetano trasforma per 1-0. La gioia bernaldese dura poco perchè un minuto dopo la staffilata dalla media distanza di Costa è utile per 1-1. La difesa rossoblu corre un paio di rischi con Del Ferraro chiamato agli straordinari. Al 5′ si scaldano gli animi e si accende una parapiglia a centrocampo a farne le spese Bueno e Chianello, entrambi ammoniti. La retroguardia bernaldese si salva in due ciorcostanze grazie a Fusco che si oppone alle conclusioni avversarie quasi sulla linea di porta. Al 8′ De Brasi dalla lunga distanza impegna ad un intervento in spaccata Del Ferraro. Ancora l’estremo bernaldese è costretto alla respinta su Lincoln (in 2 occasioni) e su Costa. Al 12′ Del Ferraro respinge un tiro violento di Lincoln su azione partita da punizione. Al 14′ il Paola reclama il rigore per un presunto atterramento in aria di Costa, l’arbitro opta per la simulazione e ammonisce il calcettista calabrese. Un minuto dopo è De Brasi a salvare la propria porta sul destro di Bidinotti. Passano pochi secondi per tre strepitosi interventi consecutivi di Del Ferraro sui tiri di Bonocore, Lincoln e Costa. Al 15′ il Bernalda torna in vantaggio: Grossi penetra dalla destra e scarica a Bidinotti che impatta la sfera insieme a Fumes per il 2-1. Il Paola reagisce: Del Ferraro respinge la punizione di Lincoln. Passano pochi secondi e il Bernalda sfiora la terza rete: Bidinotti calcia da distanza ravvicinata ma De Brasi in collaborazione con Fumes evitano la capitolazione. I padroni di casa insistono: Bueno coglie la traversa con un destro violento. E’ il preludio alla terza rete che giunge al 16′: Caetano duetta con Bueno che deposita in rete da pochi passi per il 3-1. Al 17′, invece, Bidinotti sfrutta una leggerezza difensiva avversaria e con un preciso rasoterra griffa il 4-1, risultato con in quale si chiude il primo tempo.

Ad inizio ripresa al 2′ il Paola è subito pericoloso: siluro di Costa deviato da Del Ferraro sul palo, la palla resta in gioco con Bueno che in ripartenza colpisce il palo ma sulla ribattuta è lesto Bidinotti a mettere in rete. Passa una manciata di secondi per la sesta rete bernaldese: Fusco ruba palla nell’area avversaria e serve Bidinotti che deposita in rete per il 6-1. Reagisce il Paola che acciorcia le distanze con una conclusione dalla media distanza di Fumes per il 6-2. Al 5′ il Bernalda sigla la settima marcatura: Bidinotti in ripartenza arma Fusco, il cui chirurgico diagonale è utile al 7-2. Il Paola non è domo e riesce ad accorciare le distanze al 6′ con il tap in vincente di Costa per il 7-3. Al 7′ Caetano libera un destro violento che si stampa sulla traversa. Al 8′ Del Ferraro devia un destro teso di Costa mentre, qualche istante più tardi, è Murò a salvare sulla linea una conclusione avversaria. Al 11′ il Bernalda mette a segno l’ottavo gol: caparbia azione di Grossi che recupera la sfera in banda sulla destra e dal fondo pesca sul versante opposto Caetano, il diagonale del brasiliano si insacca nell’angolino basso per 8-3. Al 13′ il Paola va a segno con un destro di Chianello che si spegne sotto l’incrocio per la quarta rete calabrese. Il Bernalda tiene alta la concentrazione e un minuto dopo va nuovamente in rete: il siluro di Bidinotti deviato da Bonocore inganna De Brasi per il 9-4. Al 18′ De Brasi si rifugia in corner su un destro teso di Bidinotti. Finisce 9-4 per il Bernalda che torna al successo dopo la sconfitta di Bisignano.

TABELLINO

BERNALDA FUTSAL: Del Ferraro, Bidinotti, Lemma, Figliuolo, Quinto, Murò, Grossi, Caetano, Bueno, Di Lucca, Fusco, D’Amelio. All. Do Amaral

FARMACIA CENTRALE PAOLA: De Brasi, Costa, Fumes, Salerno, Asraoul, Bonocore, Chianello, Argirò, Molinaro, Mauro, Lincoln, Cleber. All. De Giovanni

Arbitri: 1^ Ciccarelli di Napoli , 2^ Romano di Nola , cronometrista D’Alessando di Policoro

Ammoniti: Bueno, Bidinotti per il Bernalda; Chianello, Costa, Lincln per il Paola

Espulso: 1′ p.t. Cleber (P)

Marcatori: 20” p.t. (rig.) Caetano (B), 2′ p.t. Costa (P), 15′ p.t. Bidinotti (B) , 16′ p.t. Bueno (B), 17′ p.t. Bidinotti (B); 2′ e 3′ s.t. Bidinotti (B), 4′ s.t. Fumes; 5′ s.t. Fusco (B) , 6′ s.t. Costa (P), 11′ s.t. Caetano (B), 13′ s.t. Chianello (P), 14′ s.t. Bidinotti (B)

Ufficio stampa ASD BERNALDA FUTSAL

Bernalda Futsal, verso il Paola. Caetano: “Non cambiano gli obiettivi…Vogliamo la A2“

Smaltita la sconfitta, la prima della gestione Do Amaral, in casa della capolista Bisignano, i rossoblu hanno trascorso una settimana di lavoro intenso meditando sugli errori commessi sabato scorso nella trasferta calabrese. Per Gallitelli e compagni è d’obbligo reagire per tornare al successo e ritrovare il sorriso al “Palacampagna”, dove sabato pomeriggio (calcio d’inizio ore 16:00) arriverà la Farmacia Centrale Paola. Un altro snodo importante per il cammino del team bernaldese in prospettiva play off. Sul prossimo impegno e gli obiettivi dei lucani abbiamo ascoltato il laterale rossoblu Luiz Paolo Caetano non prima di commentare la sconfitta contro il Bisignano: “Loro di sicuro sono una bella squadra del resto la classifica parla chiaro. Noi eravamo consapevoli che sarebbe stata una partita decisa dai dettagli soprattutto per chi avrebbe sbagliato meno. In ogni caso c’è da sottolineare che abbiamo patito l’assenza di un elemento come Fusco che è importante in fase difensiva. Indipendentemente dalla sconfitta penso che da un po’ di tempo abbiamo imboccato la strada giusta e ci riscatteremo presto”. Malgrado la sconfitta non cambiano gli obiettivi in casa Bernalda: “Il nostro è sempre quello di vincere il campionato anche se sappiamo che sarà difficile. Non importa se attraverso il primo posto o i play off: vogliamo portare il Bernalda in A2. Per questo sarà importante conquistare i tre punti in ogni gara che resta fino al termine del campionato”. Sul Paola: “Non conosco in maniera approfondita il nostro prossimo avversario ma sono convinto che sarà un’altra battaglia perchè ogni squadra che affrontiamo gioca senza risparmiarsi. Penso sarà una partita difficile: tesa e intensa sotto il profilo agonistico. Dovremo essere molto concentrati per conquistare i tre punti”.

UFFICIO STAMPA ASD BERNALDA FUTSAL