Bernalda Futsal, verso la Finale play off. Caetano: “I nostri tifosi saranno il sesto uomo”


Siamo alla gara della verità per il Bernalda Futsal: l’epilogo di una stagione emozionante che potrebbe
coronare il sogno della cittadina lucana. La promozione in A2 è stato l’obiettivo dichiarato del club
rossoblu già dalla scorsa estate. Le difficoltà palesate ad inizio campionato non hanno scoraggiato la
dirigenza rossoblu, protagonista di un’autentica rivoluzione nella sessione di mercato autunnale. La
risalità in classifica grazie anche all’apporto di un tecnico carismatico e dall’esperienza internazionale
come Flavio Do Amaral hanno permesso a Bidinotti e compagni di terminare il torneo al secondo posto.
Poi la semifinale play off superata brillantemente ai danni dell’Altamura e infine sabato scorso al
PalaEventi la sconfitta per 3-1 contro il forte Traforo. Ora la “prova d’appello” nella finale di ritorno da
disputare in casa in un PalaCampagna che sarà sicuramente ribollente d’entusiasmo. Gli uomini di Do
Amaral credono nelle rimonta malgrado le difficoltà palesate in Calabria in occasione della partita
d’andata soprattutto in fase realizzativa. A suonare la carica per i rossoblu è Luiz Caetano, pezzo pregiato
del mercato di riparazione, “Il Traforo ha una bella squadra – dice il brasiliano – di sicuro loro hanno
sbagliato meno di noi sabato scorso. In gare di finale come queste prevale chi è più attento e concentrato
sui particolari come ha fatto il Traforo. Noi non dobbiamo assolutamente scoraggiarci perchè al
PalaEventi è finito solo il primo tempo della finale. Adesso abbiamo l’opportunità di giocarci le nostre
chance in casa nel nostro Palazzetto che sarà sicuramente pieno. Siamo tutti consapevoli che sarà una
partita difficile però io credo nel nostro gruppo e possiamo uscire vincitori raggiungendo il nostro
obiettivo. Vogliamo salire in A2 e faremo di tutto per conquistarla”. Sulla partita del PalaCampagna,
Caetano non ha dubbi: “Dobbiamo restare concentrati e approfittare di ogni occasione utile per andare
in gol. Non avremo Gaston (Bueno espulso nella gara d’andata per doppia ammonizione) ma questo deve
rappresentare uno stimolo ulteriore per noi. Dobbiamo vincere anche per lui e raggiungere la A2”. Il
messaggio finale è per i tifosi rossoblu che riempiranno in ogni ordine di posto il PalaCampagna : “Loro
rappresentano il nostro sesto uomo e ci daranno ulteriori motivazioni. Mi aspetto un Palazzetto pieno di
tifosi e colorato come in occasione della semificìnale contro l’Altamura. Il sostegno dei supporters
rossoblu sarà fondamentale per noi…Tutti insieme siamo più forti”

PLAY OFF FINALE ANDATA, TRAFORO – BERNALDA FUTSAL: 3-1. I calabresi si aggiudicano il match nella ripresa


Il Traforo si aggiudica la prima gara della finale play off battendo per 3-1 il Bernalda in una gara tirata e dai ritmi sostenuti. Dopo un primo tempo equilibrato terminato 1-1 (vantaggio calabrese di Cosentino, pari di Bidinotti) nella ripresa il Traforo è più abile dei rossoblu a sfruttare le occasioni da rete aggiudicandosi la contesa grazie alle marcature di Giovanni Chiappetta e Gallon. Sabato prossimo il ritorno al PalaCampagna di Bernalda.

Cronaca. Il Bernalda si presenta con il seguente quintetto: Del Ferraro, Fusco, Bueno, Murò e Bidinotti. Risponde il Traforo con Gallon, Tosta, Schiavelli, Dentini, Giovanni Chiappetta.

Le due squadre iniziano a ritmi alti: al 2′ Bidinotti per Bueno che di piatto calcia a botta sicura ma Tosta respinge sulla linea. Sul ribaltamento di fronte Giovanni Chiappetta ha una grande occasione, Del Ferraro respinge ma l’arbitro lo ammonisce per l’intervento irregolare fuori area e assegna la punizione in favore del Traforo, sugli sviluppi della stessa Giovanni Chiappetta coglie il palo. Al 3′ Dentini impegna Del Ferraro. Il Bernalda risponde pochi istanti dopo: Gallon devia il diagonale di Murò. Al 6′ occasionissima per i lucani: Caetano smarca l’indisturbato Murò, il suo tiro trova la prodigiosa respinta di Gallon. Pochi istanti più tardi, invece, è Del Ferraro a deviare la sfera (che si stampa sulla traversa) calciata da Cosentino dalla media distanza. Al 8′ siluro di Fusco sul primo palo, Gallon si rifugia in corner. La gara è intensa con repentini capovolgimenti di fronte e opportunità per entrambe le squadre. Al 13′ il Traforo passa in vantaggio: Cosentino si invola in banda e vince un rimpallo tra Bueno e Del Ferraro trovandosi con la porta sguarnita per realizzare 1-0. Al 15′ il Bernalda pareggia: Bidinotti per Bueno, il suo piatto mancino viene deviato proprio da Bidinotti per 1-1. Al 17′ il Traforo vicinissimo al gol: Giovanni Chiappetta prima e Dentini successivamente si fanno respingere le conclusioni sulla linea dagli avversari. Il Traforo insiste: al 18′ Del Ferraro respinge una punizione di Sapinho. Pochi istanti più tardi il Traforo raggiunge il bonus di 5 falli. Bidinotti su punizione impegna Gallon. Poco dopo Giovanni Chiappetta commette un fallo su Gallitelli concedendo al Bernalda l’opportunità del libero. Dal dischetto Caetano si fa respingere il sinistro da Gallon. Il primo tempo termina 1-1.

Nella ripresa il Bernalda vicino al vantaggio con Bidinotti e Murò ma Gallon compie il miracolo. Poco dopo il Traforo è pericoloso: bordata di Sapinho, Del Ferraro si oppone. Al 5′, invece, è De Luca che tenta la via della rete, il portiere bernaldese respinge. Al 6′ il Traforo passa in vantaggio con il destro di Giovanni Chiappetta che diventa imparabile a causa di una sfortunata deviazione di Caetano, 2-1. Al 9′ Del Ferraro devia in angolo il tiro di Cosentino. Sul susseguente corner il destro di Gallon laciato incredibilmente solo dalla distanza supera Del Ferraro per il 3-1. Il Bernalda reagisce: al 10′ Bidinotti impegna Gallon, mentre al 12′ Fusco su punizione dal limite colpisce la traversa. Al 14′ opportunità per Bidinotti: Gallon blocca. Al 15′ Bidinotti raccoglie una palla vagante in area e calcia a botta sicura ma Cosentino si immola e respinge in corner. Al 16′ Bueno incassa la seconda ammonizione per un presunto fallo di mano: l’arbitro lo espelle e il Bernalda resta in inferiorità numerica. Al 17′ Dentini chiama all’intervento Del Ferraro mentre, pochi istanti più tardi, Cosentino (su assist di Giovanni Chiappetta) manca l’appuntamento con il gol di un soffio. Al 18′ destro di Sapinho, Del Ferraro respinge. Al 19′ il Traforo raggiunge il bonus di 5 falli. L’ultima occasione è per il Bernalda: il tiro di Caetano è respinto da Gallon. Finisce 3-1 per il Traforo, il ritorno tra sette giorni al PalaCampagna.

TRAFORO: Gallon, De Luca, Sciavelli, Sapinho, Dentini, Chiappetta Giovanni, Chiappetta Alessandro, Caruso Giovanni, Tosta, Cosentino, LentoAll. Sapinho

BERNALDA FUTSAL: Del Ferraro,Bidinotti, Lemma, Laurenzana, Murò, Gallitelli, Grossi, D’Amelio, Caetano, Bueno, Dilucca Fusco. All. Do Amaral

Arbitri : 1^ Caccavale di Ercolano, 2^ Buonocore di Castellammare di Stabia, cronometrista De Luca di Paola

Marcatori : 13′ p.t. Cosentino (T), 15′ p.t. Bueno (B), 6′ s.t. Giovanni Chiappetta (T), 9′ s.t. Gallon (T)

Ammoniti: Del Ferraro (B), Gallitelli (B), Bueno (B), Tosta (T)

Espulso: 5′ s.t. Novello (dirigente accompagnatore del Traforo) per proteste

Ufficio stampa ASD BERNALDA FUTSAL

Bernalda Futsal, verso la finale play off. Do Amaral: “Metteremo il cuore in campo per i nostri tifosi”


Cresce l’attesa per il doppio confronto che attende i rossoblù nella finale play off contro il Traforo. La gara d’andata si disputerà sabato 18 maggio al PalaEventi di Rossano Calabro con inizio alle ore 19:45. Sulla gara che attende il Bernalda in terra calabrese abbiamo ascoltato il tecnico rossoblù Flavio Do Amaral.

VERSO LA FINALE PLAY OFF. Mi aspetto una squadra ancora più unita – afferma Do Amaral – visto che ci conosciamo di partita in partita. Anche nei momenti difficili abbiamo contato sui giocatori più giovani. Sicuramente questo aspetto ci ha dato più fiducia perchè i nostri calciatori più esperti hanno potuto giocare al massimo consapevoli di avere alle spalle dei ragazzi in grado di sostituirli. E’ chiaro che bisognerà valutare la reazione del gruppo alla finale…Situazione che non abbiamo mai affrontato prima. Mi aspetto una partita molto tattica come avvenuto in occasione della gara di ritorno”

IL TRAFORO. “E’ una squadra abile nel contropiede – continua il tecnico – Loro curano molto bene la parte difensiva come hanno dimostrato nell’arco della stagione incassando poche reti e punteranno su questo. Cercheranno di contenere il nostro ritmo magari utilizzando il portiere di movimento come hanno fatto in occasione della gara di ritorno. Ovviamente bisognerà valutare queste situazioni in base allo svolgimento della partita. Ci sono stati dei momenti sempre nel corso della partita d’andata in cui ci hanno pressato. Il Traforo ha un allenatore esperto e loro sono bravi ad adattarsi a varie situazioni. Da parte nostra dovremo essere abili a leggere la gara”

I TIFOSI. Il pensiero finale del tecnico brasiliano è per gli impagabili supporters rossoblù:“Ci supporteranno come sempre sia in casa che in trasferta. E’ anche per loro che mettiamo il cuore in campo quando giochiamo. La cosa importante è che siamo riusciti ad arrivare secondi in campionato davanti al Traforo e abbiamo l’ultima partita in casa: questo di sicuro sarà un vantaggio. I nostri tifosi hanno meritato questo regalo”

Ufficio stampa ASD BERNALDA FUTSAL

PLAY OFF SEMIFINALE RITORNO, BERNALDA FUTSAL-ALTAMURA: 11-2. ROSSOBLU DA FAVOLA IN UN PALACAMPAGNA INFUOCATO


In un PalaCampagna infuocato il giovane Bernalda dei ragazzi “terribili” di Do Amaral è protagonista di una partita da incorniciare nella semifinale di ritorno dei play off. I rossoblu privi di due big del calibro di Bueno e Caetano, entrambi squalificati, riescono a piegare le resistenze dell’Altamura con il rotondo punteggio di 11-2. Una prova maiuscola per tutta la formazione lucana con citazioni particolari per i giovani Murò e Grossi, oltre ai soliti Bidinotti, Gallitelli e Fusco. Ora per il Bernalda la finale per approdare in serie A2 nel doppio confronto con il Traforo.

Cronaca. Il Bernalda si presenta con il seguente quintetto: Del Ferraro, Fusco, Murò, Gallitelli e Bidinotti. Risponde l’Altamura con Carone, Cano, Zafra, Di Pietro, Garcia.

L’Altamura approccia meglio alla gara: al 1′ Zafra innesca sul secondo palo Di Pietro per il tap in vincente del vantaggio pugliese. Il Bernalda risponde: al 2′ dalla media distanza destro sotto l’incrocio di Bidinotti per 1-1. Al 4′ assolo di Murò che ruba palla ad un avversario a centrocampo, ne supera un altro e supera il portiere Carone in uscita per il 2-1. L’Altamura reagisce e Del Ferraro è costretto a un paio d’interventi prodigiosi. Al 10′ un perla di Grossi, il laterale rossoblu si accentra dalla destra e con un preciso sinistro batte Carone per il 3-1. Un minuto più tardi siluro su punizione di Bidinotti, Carone devia in angolo. Al 11′ duetto tra Murò e Gallitelli in banda mancina con un doppio scampio tra i due che porta quest’ultimo a depositare in rete a porta sguarnita il 4-1. L’Altamura reagisce: al 12′ Giordano impegna Del Ferraro. Al 14′ i Bernalda allunga: il chirurgico diagonale di Gallitelli si insacca nell’angolo basso alla destra di Carone per il 5-1. I rossoblu sulle ali dell’entusiasmo segnano la sesta rete: al 15′ Grossi che supera in uscita Carone con la sfera che lentamente termina in rete per il 6-1. Il Bernalda non è pago al 16′: Fusco per Gallitelli, il quale dalla destra serve sul secondo palo Murò che deposita in rete il 7-1. Al 17′ Del Ferraro lancia lungo per bomber Bidinotti, il brasiliano supera con un tocco rapace Carone in uscita per 8-1. L’Altamura ha una reazione d’orgoglio: Lorusso chiama alla respinta Del Ferraro. Al 19′ Murò dal fondo serve al centro Bidinotti per il 9-1.

Nella ripresa il Bernalda colpisce il palo al 2′ con una punizione di Bidinotti. Rispondono i pugliesi con la traversa colpita da Garcia. Pochi istanti più tardi lo stesso Garcia impegna Del Ferraro. Al 4′ il Bernalda sfiora il decimo gol con Murò che tocca in maniera scomposta la palla a pochi passi dalla porta con la stessa che finisce al lato. L’appuntamento con la rete è solo rimandato: al 5′ in ripartenza Bidinotti per Fusco, il quale in banda la mette sul secondo palo per il tap in vincente di Murò. Al 9′ i rossoblu segnano ancora: il portiere Chironna (subentrato a Carone) respinge la conclusione di Murò, Bidinotti recupera il pallone e di destro griffa 11-1. Al 13′ L’Altamura ci prova con Zafra: Del Ferraro con l’aiuto del palo salva in corner. Il portiere rossoblu è protagonista di altri due interventi per difendere la propria porta. Negli ultimi minuti del match i pugliesi utilizzano il quinto uomo di movimento (Di Pietro). Al 18′ Del Ferraro respinge un tiro di Lorusso. Negli ultimi scampoli di gara gli ospiti rendono meno pesante il passivo con la rete di Di Pietro. Finisce 11-2 per il Bernalda.

ALTAMURA: Carone, Facendola, Bonvino, Cano, Garcia, Giordano, Lorusso, Loizzo, Di Pietro, Zafra, Forte, Chironna. All. Mascolo

BERNALDA FUTSAL: Del Ferraro,Bidinotti, Lemma, Figliuolo, Quinto, Laurenzana, Murò, Gallitelli, Grossi, D’Amelio, Dilucca, Fusco. All. Do Amaral

Arbitri : 1^ Cozza di Cosenza , 2^ Caruso di Messina , cronometrista Buzzacchino di Taranto

Marcatori : 1′ p.t. Di Pietro (A), 2′ p.t. Bidinotti (B), 4′ s.t. Murò (B), 10′ p.t. Grossi (B), 11′ e 14′ p.t. Gallitelli (B), 15′ p.t. Grossi (B), 16′ p.t. Murò (B), 17′ e 19′ p.t. Bidinotti (B), 5′ s.t. Murò (B), 9′ s.t. Bidinotti (B), 19′ s.t. Di Pietro (A)

Ammoniti: Di Pietro (A), Giordano (A)

Ufficio stampa ASD BERNALDA FUTSAL

Enrico Losito

Il Bernalda pensa alla gara di ritorno, Mazzei: “Sarà comunque molto difficile”

Cresce l’attesa in casa rossoblu per il ritorno della semifinale play off che si disputerà sabato prossimo al PalaCampagna (inizio ore 16:00) contro l’Altamura Futsal. Gli uomini di Do Amaral partono dal vantaggio di due reti dopo la vittoria dell’andata per 6-4 al PalaPiccinni. Non sarà facile, comunque, piegare il pugnace Altamura, ne sono consapevoli Bidinotti e compagni che sconteranno le pesanti assenze degli squalificati Bueno e Caetano. In vista della semifinale abbiamo ascoltato Giuseppe Mazzei, Direttore Generale del Bernalda.

PLAY OFF GARA D’ANDATA. “Ci siamo arrivati bene sia mentalmente che fisicamente malgrado qualche acciaccato. Al PalaPiccinni abbiamo tenuto noi in mano il pallino del gioco. L’Altamura è stata abile a sfruttare qualche nostro errore in fase d’impostazione come in occasione della prima rete che abbiamo subito. Siamo riusciti subito a pareggiare con Bidinotti e tra l’altro abbiamo colpito un paio di pali. Siamo stati un po’ imprecisi e di fronte ci siamo trovati il loro portiere che ha sventato tanti pericoli. Nonostante questo ero fiducioso anche durante l’arco del match sull’esito finale a nostro favore. Anche in inferiorità numerica siamo stati capaci di segnare. Le due espulsioni pesano e soprattutto non si può arbitrare in questo modo un incontro tranquillo”.

PLAY OFF VERSO IL RITORNO. “Sarà sicuramente una gara combattuta. Dobbiamo essere abili a mantenere la calma e giocare come sappiamo. E’ chiaro che dovremo sopperire a due assenze importanti con la grinta, il carattere e il cuore che sono tra le nostre caratteristiche. Se tutti daranno il 100% riusciremo a portare a casa la finale”.

I TIFOSI. “Sono convinto che saranno tanti. Non ci sono più parole per ringraziarli per quello che fanno per noi. Ci sono sempre vicini: incitano la squadra dal primo all’ultimo secondo. Questa volta abbiamo bisogno di loro più che mai. Gli rivolgo l’appello di incitare la squadra sempre con correttezza nei confronti degli avversari e degli arbitri. Spero che mantengano la calma anche nei momenti difficili che potrebbero esserci durante la partita. Tifiamo con correttezza perchè in caso di eventuale finale giocheremo il ritorno in casa”

UFFICIO STAMPA ASD BERNALDA FUTSAL

PLAY OFF SEMIFINALE ANDATA, ALTAMURA – BERNALDA FUTSAL: 4-6. I rossoblu tutto cuore e grinta sbancano il PalaPiccinni


Una partita maschia e con innumerevoli colpi di scena la semifinale play off d’andata al PalaPiccinni di Altamura. Il Bernalda riesce a spuntarla piegando le resistenze pugliesi, malgrado le discutibili esplusioni di Caetano e Bueno. Vincono i ragazzi di Do Amaral che mettono in campo, oltre alle doti tecniche, cuore e grinta contro una formazione coriacea che è rimasta in partita per tutto l’arco dei 40 minuti. In evidenza nelle fila bernaldesi Del Ferraro, Bidinotti, Fusco e Murò. Tra una settimana il ritorno in un PalaCampagna che si prevede sold out.

Cronaca. Il Bernalda si presenta con il seguente quintetto: Del Ferraro, Fusco, Bueno, Caetano, Bidinotti. Risponde l’Altamura con Angelastri, Cano, Zafra, Di Pietro, Garcia.

Il Bernalda è subito pericoloso: al 3′ Bidinotti coglie la traversa dalla media distanza. Un minuto dopo i padroni di casa passano in vantaggio in ripartenza con un destro preciso di Cano per 1-0. Al 6′ gli ospiti vicini al pareggio: Bidinotti in profondità per Caetano che da buona posizione calcia di poco al lato. Pochi istanti dopo il potiere Angelastri si oppone per due volte alle conclusioni di Bidinotti. Al 8′ Gallitelli colpisce il palo su punizione. E’ il preludio alla rete del pari pochi secondi più tardi: il destro mortifero di Bidinotti dalla distanza sbatte sulla traversa e si insacca per 1-1. L’Altamura reagisce al 11′ Zafra in spaccata impegna Del Ferraro che si rifugia in corner. Poco dopo Giodano chiama alla deviazione in angolo ancora Del Ferraro. Al 13′ l’Altamura torna in vantaggio: ripartenza fulminea dei pugliesi con Zafra che scarica per Lorusso, il quale a porta vuota deposita in rete per il 2-1. Pronta la reazione dei lucani: al 14′ Caetano ruba palla e la mette sul secondo palo, dove Murò è lesto a depositare in rete per il 2-2. Al 15′ bordata di Caetano dalla distanza: doppia deviazione di Angelastri che si rifugia in angolo. Un manciata di secondi più tardi, invece, Del Ferraro in tuffo respinge su Giordano. Al 18′ doppia oppurtunità per l’Altamura: il diagonale di Garcia viene respinto da Del Ferraro, la sfera è ripresa da Giorgano che calcia a botta sicura ma Bidinotti salva sulla linea. Negli ultimi secondi della prima frazione accade di tutto: Caetano parte in contropiede e libera al tiro Gallitelli ma Angelastri in uscita disperata riesce a murarlo, sul capovolgimento di fronte Cano ispira Zafra, il suo rasoterra colpisce il palo. Sul suono della sirena Angelastri vola per respingere il tiro di Bidinotti. Le squadre vanno al riposo sul 2-2.

Nella ripresa dopo 10” il Bernalda passa in vantaggio: il sinistro a giro di Caetano dalla distanza è un colpo da biliardo che supera Angelastri per spegnersi nell’angolo basso. Pronta la reazione dei padroni di casa : Di Pietro impegna per due volte Del Ferraro. Al 4′ Caetano incassa il secondo giallo per essere rientrato irregolarmente sul terreno di gioco e lascia temporaneamente in inferiorità numerica il Bernalda. Il rossoblu, però, anche con un uomo in meno riescono a segnare in ripartenza sull’asse Fusco-Bidinotti, quest’ultimo deposita in rete a porta sguarnita per il 2-4. Al 11′ l’Altamura accorcia le distanze con un preciso sinistro di Giordano per il 3-4. Il Bernalda, però, segna subito: Gallitelli con un astuto sinistro dal fondo inganna Angelastri per il 3-5. Al 13′ Angelastri si oppone con il corpo al tiro di Grossi. Al 14′ l’Altamura si riporta sotto grazie ad un sinistro di Garcia che si spegne sotto l’incrocio per il 4-5. Pochi secondi dopo Del Ferraro è strepitoso su Giordano, mentre sul ribaltamento di fronte è Angelastri a respingere su Fusco. Al 15′ gli arbitri espellono Bueno per doppia ammonizione per un presunto fallo dell’argentino e il Bernalda ancora una volta resta in inferiorità numerica. Mister Mascolo si gioca la carta del quinto di movimento (Mascolo). Al 18′ Gallitelli chiama all’intervento Angelastri, mentre un minuto più tardi è Murò che con destro nel sette griffa il 4-6. Negli ultimi minuti del match Del Ferraro compie il miracolo su Giordano, mentre Cano dilapida un’occasione a pochi passi dalla linea di porta. Finisce con la vittoria del Bernalda. Tra sette giorni il ritorno in un PalaCampagna che si preannuncia infuocato.

ALTAMURA: Angelastri, Carone, Facendola, Bonvino, Cano, Garcia, Giordano, Lorusso, Loizzo, Di Pietro, Zafra, Forte. All. Mascolo

BERNALDA FUTSAL: Del Ferraro,Bidinotti, Fanigliulo, Laurenzana, Murò, Gallitelli, Grossi, D’Amelio, Caetano, Bueno, Fusco. All. Do Amaral

Arbitri : 1^ Giaquinto di Prato , 2^ Calenzo di Formia , cronometrista Coviello di Potenza

Marcatori : 4′ p.t. Cano (A), 8′ p.t. Bidinotti (B), 13′ p.t. Lorusso (A), 14′ p.t. Murò (B), 1′ s.t. Caetano (B), 4′ s.t. Bidinotti (B), 11′ s.t. Giordano (A), 12′ s.t. Gallitelli (B), 14′ s.t. Garcia (A), 18′ s.t. Murò (B)

Ammoniti: Caetano (B), Bueno (B), Fusco (B); Garcia (A), Zafra (A), Lorusso (A)

Espulsi: 4′ s.t. Caetano (B), 15′ s.t. Bueno (B)

Ufficio stampa ASD BERNALDA FUTSAL

Bernalda Futsal, verso la semifinale play off. Il presidente onorario Rasulo: “Ai nostri tifosi chiedo di seguirci ad Altamura”


L’attesa è finita e il Bernalda Futsal si appresta a disputare l’andata della semifinale play off per l’accesso alla serie A2. I ragazzi di Do Amaral inizieranno il loro percorso sabato prossimo in trasferta al PalaPiccinni (inizio ore 16:00) contro il Futsal Altamura. In vista della gara e del persorso play off che attende Bidinotti e compagni abbiamo ascoltato Sanny Rasulo, uno dei presidenti rossoblu. La nostra intervista, però, parte dal bilancio stagionale.

IL BILANCIO STAGIONALE. “Se avessimo iniziato il torneo con il piede giusto avremmo conteso fino alla fine il primato al Bisignano. Purtroppo abbiamo patito un avvio del campionato non diesel ma a scoppio ritardato. Questo mi fa un po’ rabbia soprattutto alla luce delle prime partite gestite male. Non voglio ovviamente attribuire colpe e ne trovare responsabili ma è chiaro che resta anche un po’ di amaro in bocca. A conti fatti ci mancano quei punti per il vertice della classifica. Ora, però, è inutile piangere sul latte versato. Dobbiamo guardare avanti”.

IL CAMMIMO PLAY OFF.“Ci è capitato l’avversario più ostico possibile nelle semifinali visto che il Traforo avrà il compito più agevole contro il Ruvo che ormai è una squadra in disarmo. Credo che per i calabresi sarà una pura formalità e dovranno aspettare solo la vincente della nostra semifinale. Speriamo nel salto in A2: noi dirigenti Alfredo Plati, Franco Grieco e Giuseppe Mazzei abbiamo lavorato insieme per questo obiettivo e ce lo meritiamo. Siamo pronti eventualmente ad affrontare il salto di qualità e in tale ottica il nostro Alfredo Plati è già attivo nel sondare il mercato per costruire un roaster di livello per puntare ad un campionato tranquillo”

VERSO ALTAMURA. “E’ una squadra che abbiamo già pesato, un team ottimo e ben costruito. Mi aspetto dalla nostra squadra tanta grinta e soprattutto il supporto del nostro pubblico che non ci abbandona mai”

UFFICIO STAMPA ASD BERNALDA FUTSAL