Entusiasmo nello spogliatoio rossoblù: “I tre punti storici di Palermo ci avvicinano alla salvezza “

Terza vittoria consecutiva, la quinta nel 2017 per il Rasulo Edilizia Bernalda che procede spedito la sua marcia verso la permanenza nel campionato nazionale di Serie B. Il traguardo è ormai vicino e solo la matematica separa i rossoblù dalla certezza di partecipare alla cadetteria anche nella stagione 2017-2018: un obiettivo, quello della salvezza, molto complicato al termine del girone di andata, quando i rossoblù avevano solo dieci punti. Nel girone di ritorno è avvenuto il decisivo cambio di marcia e il Rasulo Edilizia Bernalda ha vinto tutti gli scontri diretti, raggiungendo addirittura l’ottava posizione in graduatoria grazie al successo ottenuto al PalaDonBosco di Palermo contro il Sant’Isidoro: “E’ stata una vittoria importante, su un campo difficile e contro una squadra che giocava la partita della vita – spiega il portiere Vittorio De Brasi, autore anche di un gol nel match isolano – Siamo partiti troppo contratti, pensando solo ad attaccare e perdendo ingenuamente tanti palloni. Il loro doppio vantaggio non ci ha assolutamente piegato e, con pazienza, abbiamo costruito la nostra rimonta. Sono contento per il gol del sorpasso: ad un portiere non capita spesso di segnare, per questo, quando succede, la gioia è doppia. La salvezza è ormai sempre più vicina e, nelle prossime sfide, dovremmo chiudere definitivamente il discorso, per poter affrontare gli ultimi impegni con maggiore tranquillità”. A Palermo si è rivisto anche Diego Margarita che, seppur a mezzo servizio, ha dato il suo fondamentale contributo alle sorti della sfida: “Non ho pienamente recuperato dall’infortunio al polpaccio, ma ho voluto comunque prendere parte a questa importante sfida di Palermo proprio perché tutti eravamo consapevoli della posta in palio. Stiamo affrontando un girone di ritorno da veri protagonisti: la strada intrapresa è quella giusta, ora non ci resta che chiudere i conti nelle ultime partite”. Il patron Sanny Rasulo non sta nella pelle per la terza affermazione consecutiva della sua squadra: “Vincere aiuta a vincere e la squadra ha dimostrato ancora una volta che, nonostante le importanti defezioni, può battere qualunque avversario. Abbiamo accumulato un buon gap sulle dirette concorrenti e ora dobbiamo chiudere definitivamente il discorso salvezza: ci attendono cinque finali, non possiamo mollare proprio sul più bello. La prossima partita casalinga si giocherà ancora sul neutro di Salandra: abbiamo inoltrato il ricorso per la squalifica del campo, ma, in attesa dell’esito, dovremmo continuare a giocare nell’impianto di Montagnola. Chiedo ai nostri tifosi di sostenerci perché l’obiettivo è vicino, manca l’ultimo passo e dobbiamo compierlo insieme”. Il tecnico bernaldese Nicola Masiello torna a parlare della sfida di Palermo: “Il nostro approccio alla gara non è stato dei migliori: mancavano i giusti equilibri nelle fasi di gioco e abbiamo subìto alcune ripartenze che hanno causato lo svantaggio iniziale. La squadra ha capito gli errori ed è cresciuta minuto dopo minuto, con la pazienza giusta, riuscendo a chiudere la sfida nella ripresa. Sono tre punti meritati che ci permettono di dare continuità alle nostre ultime prestazioni e di superare un’altra diretta concorrente per la salvezza: al di là del risultato, voglio complimentarmi con il Sant’Isidoro, società esemplare allenata da un ottimo tecnico”.

Andrea Cignarale
Ufficio Stampa Rasulo Edilizia Bernalda Futsal

Fonte foto: Pagina Ufficiale Sant’Isidoro