Il Bernalda Futsal spaventa l’Odissea 2000. Scervino acciuffa il pari nel finale

Un pareggio che sa di vittoria per il Rasulo Edilizia Bernalda che allunga a quattro la striscia di gare senza sconfitte e si regala un pomeriggio di futsal da incorniciare: al cospetto della terza forza del campionato, i rossoblù di mister Masiello non sfigurano e sfiorano l’incredibile successo, sfumato a venti secondi dalla sirena. Resta la grandissima prestazione dei lucani, sempre più vicini alla salvezza, ormai questione di meri calcoli aritmetici.
Il Bernalda Futsal torna a giocare, seppur a porte chiuse, al PalaCampagna, con tanti tifosi assiepati all’esterno della struttura di Largo San Donato per sostenere i loro beniamini in una sfida molto complicata contro una delle squadre più forti del campionato.
Il match si apre con il vantaggio rossoblù dopo appena due minuti: è il solito Da Costa a rompere gli indugi, battendo Taibi con una grande giocata dal limite dell’area. Gli ospiti impiegano tre minuti per trovare il pari: è il brasiliano Pizetta a suonare la carica per i calabresi, che, fino al gol, avevano faticano non poco a superare la retroguardia locale. Al 7’42’’ palese fallo di mano in area di rigore da parte di Richichi: dal dischetto Rissi non perdona e riporta avanti i padroni di casa. Il Bernalda sfiora il tris con De Sa Carvalho, monumentale Taibi che riesce ad intercettare il tap-in del connazionale sul secondo palo. Al 15’57’’ solito errore di posizionamento su schema da calcio da fermo, ne approfitta Bavaresco che trova il varco giusto per superare De Brasi. La partita si infiamma e, al 17’30’’, uno scatenato Rissi riporta avanti i suoi, direttamente da calcio di punizione dal limite dell’area di rigore. Il Bernalda comanda le operazioni e sfiora il poker con Da Costa: il capocannoniere del campionato è bravo a saltare Taibi, ma perde l’equilibrio nel momento clou e scaraventa la sfera oltre la traversa. In coda alla prima frazione, l’Odissea 2000 riagguanta il pari, grazie all’improvvisa conclusione di Delpizzo che chiude i primi venti minuti sul 3-3. La ripresa si apre con la traversa centrata da Rissi: il fantasista di Timoteo, migliore in campo, viene imbeccato splendidamente da Fusco, tiro al volo delizioso che bacia l’incrocio dei pali e si perde a lato. Gol sbagliato, gol subito: passano quaranta secondi e Pizetta punisce De Brasi con un tiro potente in diagonale. Fusco sfiora subito il gol del pari con un colpo di testa, ma al 5’58’’ Richichi non manca l’appuntamento con la sfera sul secondo palo e insacca per il momentaneo doppio vantaggio ospite. La terza forza del campionato, reduce da otto vittorie consecutive, prova ad amministrare il vantaggio, ma non fa i conti con l’incredibile momento di forma del Rasulo Edilizia Bernalda che, nel giro di due minuti, ristabilisce le distanze: al 6’13’’ è la rasoiata di Fusco a non lasciare scampo al portiere brasiliano, mentre al minuto 8 Da Costa ruba palla sulla pressione, salta il suo diretto avversario e deposita la sfera alle spalle di Taibi. Il pari ringalluzzisce i padroni di casa che si rendono pericolosi in alcune circostanze, trovando nel portiere rossanese un baluardo insuperabile. Sull’altra sponda De Brasi è provvidenziale sul tiro a botta sicura di Delpizzo, ma al 15’10’’ il portiere rossoblù deve raccogliere la sfera nel sacco: micidiale il destro di Scervino, lasciato troppo libero al limite dell’area. Ancora sotto di un gol, il Bernalda non si scompone e riesce a pareggiare dopo cinquanta secondi con Rissi, autore di un gol da vedere e rivedere: il laterale carioca nasconde la sfera, si incunea tra le gambe di due avversari e anticipa Taibi con una conclusione millimetrica, mandando in visibilio la tifoseria di casa. Sapinho opta per il portiere di movimento, ma a segnare è ancora Rissi che va in pressione proprio sull’allenatore rossanese, recupera palla e insacca a porta sguarnita. I secondi scorrono inesorabili e sembra fatta per il Bernalda Futsal, ma la sorte è assi benevola all’Odissea: mancano venti secondi alla sirena, quando Scervino si ritrova una palla vagante sui piedi e insacca il gol del definitivo 7-7.
Il pari ospite sa di beffa, ma non frena l’entusiasmo del Bernalda Futsal, consapevole di aver disputato una prestazione praticamente alla pari con l’attuale terza forza del girone G, ancora in piena corsa per il secondo posto: la salvezza è ormai in tasca per la squadra lucana che ha dimostrato una volta in più le sue enormi potenzialità e la grande voglia di regalare soddisfazioni alla società e alla tifoseria rossoblù.

TABELLINO

RASULO EDILIZIA BERNALDA FUTSAL: De Brasi, Gallitelli G, De Sa Carvalho, Fusco, Rissi, Gomez, Sarubbi, Caruso, Da Costa, Perdicchia, Gallitelli M, Plati. Allenatore: Masiello
ODISSEA 2000 ROSSANO: Taibi, Bavaresco, Sapinho, Campana, Scervino, Delpizzo, Pizetta, Casacchia, Russo, Attadia, De Vincenti. Allenatore: Sapinho
ARBITRI: Beneduce di Nola e Marino di Agropoli. CRONO: Aumenta di Sala Consilina
MARCATORI: 2’41’’pt, 8’42’’st Da Costa, 6’51’’pt, 2’58’’st Pizetta, 7’42’’pt (rig), 17’30’’pt, 16’00’’st, 17’42’’st Rissi, 15’527’’pt Bavaresco, 18’52’’pt Delpizzo, 5’58’’st Richichi, 6’13’’st Fusco, 15’10’’st, 19’40’’st Scervino
AMMONITI: Fusco, Pizetta, Casacchia, Russo e Gomez

Andrea Cignarale
Ufficio Stampa Rasulo Edilizia Bernalda Futsal