Rasulo Edilizia Bernalda, a Rossano non basta una grande prova. Real Rogit sorride nel finale

Sconfitta sui titoli di coda per il Rasulo Edilizia Bernalda che cede 4-2 ai padroni di casa del Real Rogit al termine di un match appassionante che i rossoblù avrebbero potuto chiudere diversamente. Il match winner dell’incontro è Metallo, autore di una doppietta a due minuti dalla fine che condanna i lucani al secondo K.O. consecutivo. Nonostante la caduta, il Bernalda ha dimostrato importanti momenti di crescita: la panchina corta ha penalizzato ulteriormente i rossoblù di Masiello, comunque in grado di impensierire costantemente la compagine calabrese.
Il match si apre nel migliore dei modi per il Real Rogit che dopo un minuto è avanti grazie al guizzo di Rueda, lasciato colpevolmente solo nel cuore dell’area di rigore. Il Rasulo Edilizia Bernalda fatica a trovare i giusti equilibri e cade ancora al 3’51” grazie alla giocata personale di Mario Cofone. Colpito nell’orgoglio, il Bernalda si ritrova e accorcia le distanze al 7’23” con lo schema da calcio d’angolo finalizzato dallo spagnolo Chavi Montes. All’8′ inizia la sfida personale tra Zamirton Castiglioni e Mianulli, con il portiere brasiliano che riesce a respingere il tap-in sul secondo palo del laterale jonico. Al 10’06” il copione si ripete e anche stavolta Zamirton chiude provvidenzialmente la porta, salvando ancora i suoi. Il gol è nell’area e porta la firma del bernaldese Margarita, al primo centro in Serie B: il capitano rossoblù si invola in banda e finalizza il lancio millimetrico di De Brasi. Il Bernalda comanda le operazioni e ottiene anche un tiro libero che Chavi sbaglia malamente. La ripresa si apre con i bianconeri di Tuoto assai pericolosi, ma De Brasi è provvidenziale sui tentativi sottoporta di Pedro Orofino. Al 4’35” chance colossale per il Rasulo Edilizia: è ancora Zamirton assoluto protagonista prima sul tiro al volo di Plati, poi sulla respinta di Mianulli dal limite dell’area. Il presidente-giocatore Plati è pericoloso anche al 15’03”, ma la sua conclusione viene intercettata d’istinto dall’estremo difensore carioca. Il Bernalda regge alla grande, ma proprio sui titoli di coda è uno sfortunato contropiede a premiare Metallo che insacca in diagonale il gol del decisivo sorpasso. Gli ospiti sono fisicamente alle corde, ma tentano ugualmente la carta del portiere di movimento per gli ultimi cento secondi della sfida. Tutto vano perchè a quaranta secondi dalla sirena il Real Rogit trova la quarta rete sempre con Metallo. La compagine rossoblù esce tra gli applausi del suo pubblico, accorso in buon numero al PalaEventi per sostenere i propri beniamini, autori di un’ottima prova al cospetto della compagine calabrese della famiglia Converso: non resta che rimboccarsi le maniche perché, al di là del risultato, la strada intrapresa è quella giusta.

TABELLINO
REAL ROGIT: Zamirton Castiglioni, Rizzo, Metallo, Cofone, Rueda, Parrotta, Campagna, Milito, Orofino, Benenati, Urio. Allenatore: Tuoto
RASULO EDILIZIA BERNALDA FUTSAL: De Brasi, Carella, Margarita, Lemma, Eletto, Montes, Da Costa, Grumichè, Mianulli, Plati, Ferrante. Allenatore: Masiello
MARCATORI: 1’34” pt Rueda, 3’51”pt Cofone, 7’23”pt Chavi Montes, 13’33”pt Margarita,18’02”st, 19’38”st Metallo
AMMONITI: Metallo, Carlos Alberto, Margarita, Rueda, Chavi

Andrea Cignarale
Responsabile Comunicazione Rasulo Edilizia Bernalda Futsal