Rasulo Edilizia Bernalda – Cataforio, i commenti nel post partita

La vittoria più importante della storia del Bernalda Futsal arriva nel modo più incredibile: vantaggio e caduta, rimonta e ancora caduta, fino alle emozioni degli ultimi otto minuti, con un PalaCampagna che ha potuto vivere un pomeriggio sull’altalena delle emozioni come, forse, non capitava da tempo. Successo voluto, cercato e anche meritato per i rossoblù jonici che mettono alle spalle un inizio di stagione poco fortunato coronando una rimonta leggendaria con la prima vittoria in un campionato nazionale di Serie B. I tre punti non cancellano alcune amnesie di gioco e la grande difficoltà dei bernaldesi di sfondare le linee di un organizzatissimo Cataforio, in grado per tre quarti di gara di stoppare i padroni di casa e incauti nel gettare alle ortiche un doppio vantaggio negli ultimi otto minuti. “Siamo riusciti a raddrizzare una partita che sembrava persa e il merito è del gruppo che nel finale è riuscito a scrollarsi di dosso paure e incertezze per regalare ai tifosi questa splendida vittoria – commenta entusiasta il carioca Carlos Alberto Da Costa, autore di una tripletta e di alcuni assist importantissimi – Sapevamo che non sarebbe stato facile battere il Cataforio, ma non potevamo dare la terza delusione alla nostra gente. Sono contento per la tripletta e per la reazione della squadra: dobbiamo ripartire dagli ultimi otto minuti di questo match ed affrontare le prossime gare con la stessa grinta e determinazione”. Ha siglato le prime sue due reti in un campionato nazionale Davide Fusco, decisivo con le sue giocate nella rimonta rossoblù: “Partita tutto cuore e grinta, purtroppo non siamo riusciti ad esprimerci ai livelli di gioco a cui eravamo abituati: dopo due mesi di grande lavoro, non siamo ancora in grado di concretizzare quello che vogliamo, sicuramente perché la rosa ha molti volti nuovi e il livello tecnico della categoria si fa sentire. Nonostante i problemi, siamo riusciti a raddrizzare per ben due volte le sorti dell’incontro, cosa assolutamente positiva che evidenzia quanto questo gruppo sia squadra, in grado di giocare l’uno per l’altro e di sacrificarsi. Su queste note positive dovremo costruire la nostra stagione in Serie B”. Il tecnico Nicola Masiello si gode la prima vittoria da head coach in un campionato nazionale, ma sa bene che la strada verso la salvezza è ancora molto lunga: “E’ stata una partita, dai mille volti: credo che la chiave del match sia stata la voglia del gruppo di tirarsi fuori dalle sabbie mobili, risposta necessaria ma non scontata visto come stavano andando le cose. E’ stato un modo fantastico per risalire dal baratro delle difficoltà e questo deve darci consapevolezza maggiore per uscire da questo inizio difficile. Sicuramente in queste settimane sono stato aiutato dal fatto che la società ha piena fiducia nel mio operato e so di avere a disposizione un ottimo gruppo: lo spogliatoio di una squadra viene messo alla prova quando ci sono le sconfitte e noi siamo rimasti uniti dopo i primi due risultati negativi. Vincere questa prima storica partita in Serie B deve rappresentare una sveglia per tutti: il successo non ci toglie dalle spalle il cartello “work in progress”, ma ci dà la giusta serenità per continuare a lavorare nel modo migliore, convinti che la strada intrapresa è quella giusta. Oggi abbiamo affrontato il Cataforio, evidentemente un’ottima squadra, ben allenata e che merita grande rispetto vista l’ottima prestazione in un PalaCampagna infuocato. Questo dà ancora più valore alla nostra splendida rimonta, raggiunta soprattutto grazie al sostegno del nostro pubblico”.

Andrea Cignarale