Rasulo Edilizia Bernalda Futsal – Odissea 2000, i commenti del dopo gara

Non riesce il secondo miracolo consecutivo al Rasulo Edilizia Bernalda, sconfitto con onore dall’Odissea 2000, terza forza del campionato e compagine tra le più forti del girone G. Nonostante la rosa falcidiata da infortuni e squalifiche, i rossoblù di Masiello hanno venduto cara la pelle e sono rimasti in partita fino alla sirena conclusiva che ha decretato la vittoria dei calabresi: “La sconfitta ci sta, ci siamo presentati al PalaEventi con soli cinque elementi di movimento al cospetto di una compagine, quella giallorossa, di grande valore e ben allenata – conferma il tecnico lucano – Avevamo preparato una gara molto difensiva per poi sfruttare l’arma del contropiede e devo dire che la squadra, pur avendo letteralmente regalato il gol del vantaggio, si è comportata bene in campo, mantenendo il punteggio basso e cercando di sfruttare le ripartenze. Il palo colpito da Margarita sull’1-0 è l’emblema di un momento comunque sfortunato, ma non ci fasciamo la testa e continuiamo a lottare perché la squadra sta crescendo e, una volta recuperati alcuni giocatori, avremo maggiori chance di successo in ogni gara”. Tra i protagonisti della sfida del PalaEventi c’è anche il laterale Andrea Ferrante, alla prima stagione in Serie B e già autore di un gol in questa nuova avventura: “Mi sto ambientando sempre più nella squadra: non è facile entrare negli schemi del mister, ma con il lavoro e la determinazione sto cercando di migliorare allenamento dopo allenamento per arrivare preparato ogni volta che vengo chiamato in causa. Sabato è stata una partita molto difficile, ma, nonostante le avversità e gli infortuni, in campo abbiamo dimostrato di potercela giocare. Nella prossima sfida interna ci saranno in palio punti pesantissimi e siamo chiamati a raccogliere il massimo per continuare a lottare per l’obiettivo societario della permanenza in Serie B”.

Andrea Cignarale
Rasulo Edilizia Bernalda Futsal