Bernalda Futsal, verso Paola. Masiello: “L’emergenza? Serve a migliorarci”

L’uscita dalla Coppa Italia è già un ricordo. Lo sa bene mister Masiello che ha archiviato e resettato la sconfitta contro Taranto. Giusto guardare al futuro prossimo, malgrado l’addio del brasiliano Bonfin che adesso muta i piani del giovane tecnico pisticcese che comunque la prossima settimana avrà a disposizione l’universale Alex Strapazzon in arrivo dal Brasile. Il futuro dicevamo si materializza nella Farmacia Centrale Paola, avversario da affrontare sul campo avverso del “Palazzetto Comunale Tonino Maiorano” con inizio alle ore 15:00. Abbiamo ascoltato mister Nicola Masiello sul momento attuale in casa rossoblu.

LA SQUALIFICA DI BONFIN. “Il discorso di Bonfin ci ha colti di sorpresa. Con il Bisignano avevamo trovato la quadratura anche grazie a lui. La sua assenza ha mutato i nostri piani e l’impianto tattico originario. In Coppa Italia abbiamo pagato a livello mentale la sua assenza considerando che la notizia della sua squalifica era fresca. E’ dura al momento cambiare tutto perchè era l’unico pivot di ruolo oltre a Dilucca”

IL “NUOVO” BERNALDA. “Senza il pivot brasiliano il Bernalda dovrà giocare in maniera diversa. Questo non ci deve abbattere, anzi deve costituire una motivazione per migliorare”

VERSO PAOLA. “Sarà una gara difficile contro un avversario che conosciamo bene anche per quanto riguarda i singoli come il portiere Filò, il difensore Cleber, l’altro brasiliano Matheus, il loro pivot Dos Santos è molto forte fisicamente mentre Spinelli è un giocatore molto rapido. Senza trascurare i giocatori locali come Scarnà. E’ una squadra rispettabilissima che sta portando a termine le gare con punteggi bassi segnale inequivocabile di una buona fase difensiva e una buona organizzazione di gioco. Siamo consapevoli di quanto sia difficile andare a vincere su quel campo. In ogni caso la squadra contro il Taranto in Coppa Italia non ha giocato male ma è stata molto sfortunata negli episodi. Dobbiamo prendere quello che c’è di buono e ritrovare le giuste energie mentali: abbiamo tante armi per giocarci al meglio la gara e aspettare i nuovi arrivi”.

Ufficio stampa ASD BERNALDA FUTSAL

Coppa Italia. New Taranto-Bernalda Futsal: 4-2. I ragazzi di Masiello salutano la competizione con tante recriminazioni

Addio alla Coppa Italia per il Bernalda con parecchie recriminazioni. Gallitelli e compagni escono battuti per 4-2 dal “PalaCurtivecchi” di Montemesosa contro la New Taranto, avversario pugnace e cinico. Il tecnico Masiello è costretto a fare “di necessità virtù” in considerazione dell’assenza di Bonfin per la nota e lunga squalifica, con Gallitelli schierato malgrado le non perfette condizioni fisiche e con l’attesa del neo acquisto Strapazzon in arrivo arrivo dal Brasile. Il Bernalda dilapida tante occasioni da rete colpendo anche nell’arco della gara 4 legni (tre pali e una traversa) e incassando quattro reti assolutamente evitabili. Nel primo tempo Taranto impatta meglio sbloccando il risultato con De Risi e realizzando il raddoppio con Lacatena. Nel finale della prima frazione Fusco accorcia le distanze con le squadre che vanno al riposo con il vantaggio per 2-1 dei padroni di casa. Agli albori della ripresa il Bernalda agguanta il pari con una stoccata di Bidinotti per il 2-2. La rete restituisce verve ai lucani che però sprecano numerose palle gol, più scaltra e cinica Taranto che riesce ad approfittare delle omissioni difensive bernaldesi per passare nuovamente in vantaggio con De Risi per il 3-2 e chiudere i conti sempre con De Risi, autentico mattatore del match e autore di una tripletta. Vani gli assalti finali del Bernalda, mister Masiello si gioca la carta del quinto uomo ma non basta. Vince Taranto che passa il turno mentre Bernalda saluta la Coppa. Non c’è tempo comunque per i rimpianti, sabato è già campionato con la difficile trasferta calabrese di Paola.

Ufficio stampa ASD BERNALDA FUTSAL

Comunicato Ufficiale: Il Bernalda Futsal ingaggia Alex Strapazzon

La società ASD Bernalda comunica di essersi assicurata le prestazioni sportive di Alex Strapazzon per la stagione in corso. Classe 85, universale, ex Nazionale Italiana U21 di Minicucci, giocatore di grande qualità e affidabilità si aggregherà al gruppo nei prossimi giorni. Strapazzon, allievo di Velasco al Prato e poi al Pisa in Serie A, ha militato anche nelle società Scicli, Ancona, Gragnano e Policoro.

“Sono molto contento di avere fatto questa scelta, il progetto della società è ambizioso e non vedo l’ora di aiutare i miei nuovi compagni per ottenere tutti insieme gli obiettivi prefissati dalla società. Sono fiducioso e farò di tutto insieme agli altri per vincere il più possibile e raggiungere la Serie A!”

La società ringrazia gli sponsor Rasulo Edilizia e Nealogic per questo ulteriore colpo di mercato!

Bernalda Futsal-Città di Bisignano: 3-3. Finale mozzafiato con tante recriminazioni per i rossoblu

Finisce in parità una partita accesa, combattuta e sempre in discussione. Un calice amaro sul fondo per il Bernalda che aveva accarezzato una vittoria che sarebbe stata meritata contro la capolista Bisignano che ha conservato al Palacampagna la propria imbattibilità. Lode alle due formazioni per un confronto con giocate anche da categoria superiore e tirata fino all’ultimo secondo. Il Bernalda ha il merito di “restare sul pezzo” contro i calabresi ma alla fine non riesce a portare a casa una vittoria che sarebbe stata meritata anche alla luce delle tante occasioni da rete confezionate nell’arco della gara. Bene il Bisignano a non scomporsi nei momenti di difficoltà mostrandosi probabilmente più freddo nel momento topico del match. Grava come tegola sul confronto l’espulsione evitabile di Bonfin che priva mister Masiello di uno degli uomini di maggiore spessore prorpio nella fase “calda” della ripresa. Avremmo voluto raccontare un finale diverso con una vittoria entusiasmante contro la capolista Bisignano. Invece tra le pieghe di un confronto mozzafiato al Bernalda manca quel guizzo vincente, quella sorta di “cazzimma” mista a furbizia e fortuna che latita al Palacampagna dall’inizio del campionato (vedi gara con il Taranto).

Cronaca. Mister Masiello parte con il quintetto composto da De Brasi, Fusco, Bidinotti, Bueno e Bonfin. Dall’altra parte il Bisignano propone Rotella, Egea, Quinellato, Orsi, Dudu’. Gli ospiti impattano meglio sul match ma è il Bernalda a confezionare le palle gol più pericolose al 5′ con Bidinotti e Fusco. Una manciata di secondi più tardi, però, sono i calabresi a passare in vantaggio: Dudu’ serve l’indisturbato Quinellato che, appostato sul secondo palo, deposita in rete da pochi passi dalla porta per lo 0-1. Il Bernalda reagisce : ci prova due volte Gallitelli, la prima conclusione è smanacciata in corner da Rotella, la seconda (su sponda di Bonfin) termina alta. E’ il preludio alla rete perchè all’8′ il bomber rossoblu sfrutta un’ indecisione difensiva biancazzurra per battere di giustezza Rotella per 1-1. Muta il canovaccio del match con Bernalda più intraprendente e il portiere Rotella chiamato agli straordinari soprattutto sullo scatenato Margarita. Al 14′ su un’altra indecisione difensiva calabrese, Bidinotti scarica un forte destro che si stampa sulla traversa. Un minuto più tardi lo stesso Bidinotti intercetta in scivolata un cross di un avversario e rischia l’autorete: la palla si stampa sul palo. A tre minuti dall’intervallo il Bisignano raggiunge il bonus dei 5 falli. A una manciata di secondi dalla sirena Gallitelli, al culmine di una bella trama di gioco, coglie il palo con un diagonale teso. Le squadre vanno al riposo con il risultato di 1-1.

Nella ripresa il Bernalda parte con un ottimo ritmo e al 3′ passa in vantaggio: Bueno batte una rimessa laterale per il tocco rapace di Bonfin che, appostato quasi sulla linea di porta, deposita in rete il 2-1. La reazione biancazzurra non si fa attendere: al 5′ Dudu’ con una conclusione dalla distanza inganna De Brasi per il 2-2. La partita si accende con rapidi capovolgimenti di fronte. A metà frazione è il Bisignano a “menare le danze” con i padroni di casa che cercano la sortita in ripartenza. Al 11′ Bonfin commette fallo su un avversario e poi protesta con il direttore di gara che lo espelle. Al 13′ il Bisignano coglie un palo clamoroso con Gil prima che le formazioni tornino in parità numerica. Il Bernalda va vicino alla rete in più di una circostanza con Gallitelli e Fusco due volte ma gli ospiti si salvano aiutati da un po’ di fortuna. A 2’40” dalla sirena finale i rossoblu raggiungono il bonus di 5 falli. A 2’11’ dal termine Margarita commette un fallo quantomeno controverso su un avversario mandando al tiro libero Ferraro che si lascia ipnotizzare da un superlativo De Brasi. Gli ultimi due minuti sono scoppiettanti con occasioni per entrambe le squadre. A 55” dalla fine Gallitelli (su splendido scarico di tacco di Bidinotti) con un siluro di destro la mette sotto l’incrocio per il 3-2. Il Bisignano si gioca il tutto per tutto con il quinto uomo: a 18” secondi dalla fine il diagonale di Dudu’, complice una sfortunata deviazione di Rispoli, si infila sancendo il 3-3 finale.

BERNALDA FUTSAL: De Brasi, Bidinotti, Lemma, Rispoli, Bonfin, Gallitelli, Margarita, Grossi, D’Amelio, Bueno Gaston, Dilucca, Fusco. All. Masiello

CITTA’ DI BISIGNANO FUTSAL: Rotella, Lambre, Paolozzo, Egea, Dudu’, Quinellato, Ferraro, Gil, Metallo, Orsi, Pagliuso, Fortino. All. Barbuto

Arbitri: 1^ Losacco di Bari; Paolino di Siena; cronometrista Carella di Policoro

Ammoniti: Bonfin per il Bernalda; Quinellato, Ferraro, Metallo per il Bisignano

Espulso: Bonfin per doppia ammonizione

Reti: 6′ p.t. Quinellato (Bi), 8′ p.t. Gallitelli (Be), 3′ s.t Bonfin (Be), 5′ s.t. Dudu’ (Bi), 19’05” Gallitelli (Be), 19”42′ Dudu’

Ufficio stampa Bernalda Futsal

Enrico Losito