Bernalda Futsal, verso il Città di Melilli. Il direttore sportivo Plati: ”Dalla squadra mi aspetto una prova di carattere”

Il Bernalda Futsal al culmine di una settimana travagliata con il cambio di allenatore (da mister Lamers a Francesco Cipolla) si appresta ad affrontare al PalaCampagna, calcio d’inizio alle ore 16:00, il Città di Melilli, una delle corazzate del girone. La partita sarà disputata a porte chiuse alla luce del nuovo DPCM del 24 ottobre ma sarà visibile in chiaro su Canale 85, media partner del club rossoblu. Sul momento attuale in casa bernaldese abbiamo ascoltato Alfredo Plati, direttore sportivo dei lucani, che ha commentato così il cambio di guida tecnica: “L’avvicendamento in panchina può sembrare prematuro agli occhi di molti ma tante ragioni ci hanno spinto ad accelerare il cambio. Mister Lamers aveva problemi familiari che nel lungo periodo non poteva risolvere, lo abbiamo visto in difficoltà; per tale ragione abbiamo agevolato il passaggio di consegne con il tecnico Cipolla che corteggiavamo da tanto tempo. Adesso si è presentata questa opportunità ed abbiamo deciso di stringere i tempi per portarlo a Bernalda, ingaggio che non eravamo riusciti a perfezionare in passato”.  Subito la “prova del fuoco” per il neo allenatore rossoblu chiamato ad esordire sulla panchina del Bernalda contro una delle compagini accreditate alla vittoria del campionato. Plati, però, afferma: “Il neo tecnico avrà bisogno di tempo per conoscere l’ambiente e il gruppo. Lui è un grande professionista e lavorerà sodo nel quotidiano per abituare i giocatori alle metodologie di gioco. Ci auguriamo che già da sabato il tecnico riesca a cambiare mentalità a questa squadra che sembrava un po’ scarica e demotivata. Ci aspettiamo una reazione d’orgoglio dai ragazzi e un pronto riscatto. Risultato a parte, ci interessa la prestazione della squadra che deve dimostrare voglia di vincere e carattere”

Ufficio stampa ASD BERNALDA FUTSAL

Bernalda Futsal. Il nuovo tecnico è Francesco Cipolla. Il neo allenatore: “Conosco la squadra e l’ambiente caldo”

Il Bernalda Futsal, dopo l’addio di Marcos Mathias Lamers, ha un nuovo allenatore, si tratta di Francesco Cipolla. Allenatore giovane (classe ’80) ma dalla comprovata esperienza per i suoi trascorsi nell’ultimo decennio sulle panchine di Atletico Belvedere, Napoli, ACCS (formazione transalpina) e Feldi Eboli. Cipolla ha allenato dalla C/2 fino alla serie A/1. Significativa la dirompente scalata dell’Atletico Belvedere, formazione condotta dal trainer cosentino dalla serie C/2 fino alla A/1 a suon di promozioni. Queste le prime parole del neo tecnico rossoblu: “Conosco i Dirigenti del Bernalda da anni. I rapporti sono sempre stati cortesi. In passato abbiamo anche “flirtato” ma non siamo mai riusciti a trovare il momento giusto per incontrarci. Adesso che è arrivato sono convinto che sia quello giusto e non vedo l’ora d’iniziare a lavorare per questi colori. Ringrazio l’agenzia B5 per avermi assistito ed aver portato a termine la trattativa e formulo un grosso in bocca al lupo a mister Lamers che mi ha preceduto in panchina”. Per quanto riguarda la squadra a disposizione, Cipolla afferma: “Penso sia un ottimo roster, in linea con quelli che sono gli obiettivi della Società. C’è un giusto mix di giovani e veterani. C’è varietà di caratteristiche ed anche una discreta profondità. Sta a me adesso provare a mettere i ragazzi nelle migliori condizioni possibili per rendere al massimo delle loro potenzialità”. Considerata la lunga esperienza maturata sui parquet di tutta Italia, l’allenatore cosentino ha già piena contezza dei suoi nuovi calcettisti: “Li conosco praticamente tutti per averci giocato contro nel corso degli anni o per averli studiati ed inseriti nei miei archivi da scout. Si può fare bene, la presenza di ognuno di loro mi ha spinto a accettare questa sfida. È un girone complicato, con 4/5 squadre costruite chiaramente per il salto di categoria. Noi siamo una matricola ma vogliamo inserirci nel gruppetto delle battistrada e guadagnarci il rispetto di tutti. Partiamo ad handicap rispetto ai tempi, dovremo necessariamente guardare al medio periodo per vedere quello che vogliamo diventare, ma mi fido di società e roster, e sono certo che ci toglieremo delle importanti soddisfazioni”. Sulla conoscenza dell’ambiente bernaldese e del PalaCampagna, Cipolla racconta: “Ho avuto modo di giocare qui da avversario nella scorsa Coppa Divisione con la Feldi Eboli. I nostri tifosi hanno la capacità di creare un ambiente fantastico…Da Serie A!!! Ci mancheranno ma giocheremo anche per loro. Questa tifoseria merita di vedere la maglia inzuppata di sudore dopo ogni gara; garantisco che non faremo mai mancare il rispetto e l’impegno per tutto quello che questa squadra rappresenta per la comunità di Bernalda”. Il pensiero finale è dedicato al difficile impegno di sabato prossimo contro il Città di Melilli che salirà al PalaCampagna: “Gara difficile. Loro hanno cambiato poco, sono rodati ed esperti. Non sono in Serie A solo per l’avvento del Covid. Noi saremo corti in panchina a causa delle squalifiche di Murò e Lemos e con pochi allenamenti per assimilare i nuovi principi di gioco. Ma sarà già un’ottima occasione per tirare fuori quel qualcosa che ci servirà poi nel corso della stagione. Partiamo sfavoriti ma non sempre questo rappresenta un problema!” Benvenuto mister!

Ufficio stampa ASD BERNALDA FUTSAL
Enrico Losito

Bernalda Futsal. Verso l’esordio al “PalaCampagna”. Piovesan: “Mi aspetto tanto calore dal nostro pubblico”

Tutto pronto al PalaCampagna per l’esordio casalingo del Bernalda Futsal in serie A2. Gli uomini di Lamers sono rinfrancati dalla vittoria colta a domicilio sul terreno del Cataforio. Il bomber Marciano Piovesan a caccia della prima rete in campionato esamina così la partita di sabato scorso: “Eravamo consapevoli che la partita contro il Cataforio sarebbe stata difficile perchè era la prima gara ufficiale dopo tanto tempo d’inattività. Avevamo tanta ansia addosso ma quello che più ci importava era conquistare la vittoria. Abbiamo sbagliato tanti gol e di sicuro dobbiamo migliorare in fase realizzativa. Purtroppo nel secondo tempo ho sentito un po’ di fastidio al ginocchio e non sono più sceso in campo. Ad ogni buon conto l’aspetto più importante era portare a casa i 3 punti”. Sabato prossimo salirà al PalaCampagna di Bernalda la Gear Siaz Piazza Armerina di Enna con inizio alle ore 16:00. Piovesan esamina così la gara di sabato prossimo: “Non conosco in maniera approfondita la Gear ma so che hanno diversi   brasiliani in organico. Penso che sarà una partita difficile come tutte in questa categoria; da parte nostra dovremo entrare in campo concentrati e capitalizzare meglio le occasioni da gol che ci capiteranno”. Il pensiero del pivot brasiliano è rivolto ai tifosi rossoblu per questo atteso esordio: “Mi aspetto molto calore dal nostro pubblico anche se sugli spalti saranno meno del solito per le restrizioni del Covid-19. Comunque sono convinto che ci saranno vicini e ci daranno la giusta carica per vincere la partita”. La chiosa finale è sulla sua condizione fisica: “Ancora non sono al 100% però gradualmente raggiungerò la forma migliore per questo campionato, devo entrare meglio nel sistema di gioco del mister e conoscere meglio i miei compagni. Sono convinto che con il lavoro e la dedizione ci toglieremo grandi soddisfazioni!”

Ufficio stampa ASD BERNALDA FUTSAL

Bernalda Futsal. Verso l’esordio al “PalaCampagna”. Il presidente Rasulo: “Dobbiamo essere più cinici”

Dobbiamo migliorare sotto porta concretizzando meglio le palle gol. Abbiamo avuto tante occasioni da rete realizzando solo due marcature”. Sono queste le prime parole di Sanny Rasulo, presidente onorario del Bernalda Futsal, esaminando la gara di sabato scorso dei rossoblu contro il Cataforio. Il dirigente lucano comunque mette in risalto anche un aspetto importante del team di mister Lamers: “Ci sono ampi margini di miglioramento della squadra e me ne rendo conto di settimana in settimana. Spero che per l’esordio casalingo di sabato prossimo la squadra possa crescere ulteriormente. Mister Lamers sta svolgendo un grande lavoro con la squadra che gli abbiamo messo a disposizione ma, lo ribadisco, dobbiamo essere più cinici sotto porta già dal prossimo impegno”. Il Bernalda è atteso ora dal primo match tra le mura amiche contro i siciliani della Gear Siaz Piazza Armerina: “La squadra che affronteremo è ben messa in campo e a mio parere è di un livello superiore rispetto al Cataforio quindi ne vedremo delle belle”. L’ultimo pensiero del presidente è rivolto al PalaCampagna riaperto, seppure con un pubblico ridotto per le restrizioni del Covid-19: “Purtroppo giocheremo con un pubblico ridotto ma sono sicuro che quei 100 leoni che avremo…Faranno fuoco e fiamme sugli spalti!!!”

Ufficio stampa ASD BERNALDA FUTSAL

CATAFORIO – BERNALDA FUTSAL: 1-2. LA DOPPIETTA DI LEMOS REGALA LA VITTORIA AI ROSSOBLU NELLO STORICO ESORDIO IN A2

Buona la prima per il Bernalda Futsal che supera a domicilio in Cataforio al culmine di una gara dai due volti: primo tempo appannaggio dei locali che malgrado le assenze mettono in campo grinta e corsa passando in vantaggio grazie ad una sfortunata autorete di Gallitelli, riequilibrata dalla marcatura di Lemos. Nel secondo tempo emerge il tasso tecnico dei ragazzi di Lamers che passano in vantaggio in apertura di ripresa ancora con Lemos, rete che si risulterà decisiva ai fini del risultato finale. Il Bernalda bagna con la vittoria il suo storico esordio in serie A2. 

Cronaca. Il Bernalda si presenta orfano del portiere Boschiggia per squalifica con il seguente quintetto iniziale: D’Amelio, Bocca, Lemos, Piovesan, Gallitelli. Dall’altra parte il Cataforio presenta: Mancuso, Scopelliti, Cilione, Labate, Durante.  Sono tre le assenze per infortunio e squalifica nelle fila del Cataforio. Le prime fasi del match sono di studio, il Bernalda ci prova soprattutto da fuori area con Bocca in due circostanze e Gallitelli ma il portiere Mancuso si fa trovare pronto. Al primo vero affondo il Cataforio passa in vantaggio il diagonale di Durante viene deviato da Gallitelli e la sfera si insacca nell’angolo alla destra di D’Amelio per 1-0. Il Bernalda cerca di reagire: Piovesan chiama all’intervento Mancuso. Negli ultimi minuti del primo tempo il Cataforio raggiunge il bonus di 5 falli. I lucani agguantano il pari in chiusura di frazione con un “colpo da biliardo” di De Lemos che dalla media distanza insacca nell’angolino alla sinistra di Mancuso. Il Cataforio è vivo: lo scatenato Durante impegna D’Amelio alla respinta. I padroni di casa chiudono la frazione in attacco ma il primo tempo finisce 1-1. 

Ad inizio ripresa il Bernalda raddoppia sfruttando un errore difensivo del Cataforio: Borges passa a De Lemos che a porta vuota deposita in rete per 1-2. Con il passare dei minuti gli ospiti prendono campo mentre il Cataforio agisce in ripartenza: Scopelliti serve Cilione, D’Amelio compie la prodezza e nega il pari ai calabresi. Dall’altra parte Mancuso compie due prodezze sulle conclusioni bernaldesi. Il Bernalda vicino al tris: Borges sfonda a sinistra e arma Zancanaro che, al momento della battuta a rete, si fa deviare il tiro da un avversario. Il Bernalda insiste con tiri dalla media e lunga distanza: il diagonale di Borges lambisce il palo alla destra di Mancuso. Sorte simile per la staffilata di Bocca che sorvola di poco la traversa. I lucani ancora pericolosi negli ultimi scampoli di gara: Borges scarica a Murò, il cui sinistro sfiora il palo. Il Cataforio tenta la carta del quinto di movimento ma gli assalti finali dei calabresi risultano vani, i rossoblu portano a casa un successo storico all’esordio in A2. 

CATAFORIO: 1 Mancuso, 3 Adornato, 5 Scopelliti, 6 Cilione, 7 Giriolo, 8 Lagana, 9 Labate, 10 Durante, 12 Calabrese, 13 Torino, 14 Sarica, 15 Casile. All. Praticò

BERNALDA FUTSAL: 2 De Pizzo, 4 Calderolli, 5 Zancanaro, 6 Borges, 7 Lemos, 8 Murò, 9 Piovesan, 10 Gallitelli, 11 Bocca, 14 D’Amelio, 23 Quinto, 25 Saponara. All. Lamers

Arbitri: 1^ Morabito di Vercelli , 2^ Brischetto di Acireale, cronometrista Saccà d Reggio Calabria

Ammoniti: Labate (C), Cilione (C ), Bocca (B)

Espulso: nessuno

Marcatori: 13:48 p.t. aut. Gallitelli (C ); 18:16 p.t. e 0:48 s.t. Lemos; 

Ufficio stampa Bernalda Futsal

Bernalda Futsal. Verso lo storico esordio in A2. Lamers: “La prima gara è sempre difficile sotto il profilo emotivo”

Tutto pronto in casa del Bernalda Futsal per lo storico esordio nel campionato di serie A2. Cresce l’attesa nell’ambiente rossoblù pronto ad intraprendere questa nuova avventura. L’ultimo allenamento congiunto di sabato scorso terminato con il risultato di 1-1 (rete bernaldese di Gallitelli) contro il Città di Cosenza ha fornito buone indicazioni al tecnico Marcos Mathias Lamers. Sabato prossimo i lucani affronteranno il Cataforio nel Palazzetto dello Sport di Lazzaro in provincia di Reggio Calabria con inizio alle ore 15:00. Queste le dichiarazioni del tecnico rossoblu Lamers sull’esordio in campionato: “La preparazione sta procedendo bene, la squadra si sta allenando tanto in questi giorni e speriamo di esordire al meglio e portare i tre punti a casa. Siamo consapevoli che la prima partita è sempre difficile sotto il profilo emotivo ma noi dobbiamo cercare di mantenere il giusto equilibrio emozionale. Di sicuro mi aspetto una gara con le prime fasi di studio che saranno importanti soprattutto per noi. A mio avviso abbiamo svolto un’ottima preparazione precampionato e negli ultimi allenamenti stiamo cercando di migliorare tutti i difetti e le difficoltà mostrate principalmente a livello offensivo ma possiamo disputare una bella partita”. Scalpita il capitano bernaldese Mario Gallitelli che non vede l’ora di bagnare lo storico esordio del Bernalda in A2 insieme ai compagni di squadra. Queste le sue prime parole:”Non conosciamo in maniera approfondita il Cataforio però siamo in un campionato nazionale e di sicuro ogni partita sarà una battaglia. Il Bernalda ci arriva preparato alla prima di campionato; abbiamo avuto qualche problema nelle amichevoli, diciamo difetti da migliorare ma questo è normale in fase di preparazione. Adesso la squadra sta bene. Gli obiettivi? Non ci poniamo limiti penso che la nostra squadra possa dire la sua in questo campionato. Il mio obiettivo personale è di migliorare giorno dopo giorno crescendo sempre di più a suon di gol!”

Ufficio stampa ASD BERNALDA FUTSAL

Bernalda Futsal. I rossoblù superati nel finale dal Benevento nell’allenamento congiunto

Termina 3-2 in favore del Benevento l’allenamento congiunto di sabato pomeriggio al PalaCampagna di Bernalda. Per i ragazzi di Lamers una battuta d’arresto inattesa malgrado le attenuanti non manchino per i rossoblu soprattutto alla luce dei carichi di lavoro, della continua rotazione di tutti gli elementi della rosa in particolare nella ripresa e da qualche evitabile distrazione in fase d’impostazione. Ad ogni buon conto niente drammi considerato il test amichevole. 

LA CRONACA. Il Bernalda parte bene e riesce a passare in vantaggio grazie alla rete del bomber Piovesan che capitalizza un’azione partita da calcio d’angolo. Gli ospiti agguantano il pari con il tocco rapace di Brignola che raccoglie una corta respinta di Damelio. I rossoblu creano poco nella prima frazione di gara e paga qualche disattenzione, il Benevento passa nuovamente in vantaggio: Galetto approfitta di una palla persa da Bocca per siglare 1-2 per i campani risultato con il quale si chiude la prima frazione di gioco. Nella ripresa il Bernalda crea più occasioni da rete che non riesce a finalizzare. Mister Lamers si gioca il jolly del quinto uomo e Gallitelli riesce a realizzare il gol del 2-2. Gli assalti finali dei rossoblu non vanno a buon fine. Gli ospiti sono più cinici e realizzano la terza marcatura grazie al tiro libero trasformato da Galletto a un minuto dal suono per il 2-3 finale. 

LE DICHIARAZIONI. Al termine dell’allenamento congiunto abbiamo raccolto le dichiarazioni del tecnico rossoblu Mathias Lamers e del direttore generale Giuseppe Mazzei. Il trainer brasiliano del Bernalda non usa mezze misure sulla prestazione dei suoi ragazzi: “Non abbiamo giocato una bella partita soprattutto per le difficoltà che la squadra ha evidenziato nel primo tempo. Meglio nella ripresa ma abbiamo avuto difficoltà in particolare sulla marcatura press. Le altre difficoltà evidenziate sono state in termini di finalizzazione delle azioni. I nostri avversari sono stati più bravi in marcatura e il loro portiere ha effettuato interventi decisivi ma a noi è mancata un po’ di lucidità. E’ chiaro che questa sconfitta, seppure maturata in un allenamento congiunto, deve farci riflettere. Siamo consapevoli di essere alla quarta settimana di una preparazione molto dura ma oggi abbiamo lasciato molto a desiderare. Ora dobbiamo cercare di correggere i nostri errori e vedere cosa migliorare. Adesso siamo in prossimità dell’esordio in campionato e fino a questo momento dobbiamo essere pronti per cominciare questo campionato ad alto livello”. Anche il direttore generale rossoblu Giuseppe Mazzei non è soddisfatto della prestazione della squadra ma sottolinea le attenuanti del caso: “Siamo in un momento in cui siamo al culmine della preparazione fisica con la squadra pesante e un po’ sulle gambe. Abbiamo palesato problemi di lucidità soprattutto negli ultimi passaggi e disattenzioni scaturite dal lavoro di 4 doppie sedute e nove allenamenti complessivi in una settimana. Il mister ha provato diverse soluzioni ma da queste amichevoli bisogna trarre degli insegnamenti per il futuro modificando gli errori. Complimenti alla squadra avversaria: compagine ben allenata e composta anche da giocatori di categoria superiore come il portiere Ranieri, Botta e Volonnino ma ci sono anche altri calciatori che hanno disputato la serie A2. Loro avevano voglia di vincere, di sicuro è stato un buon test contro una formazione che disputerà un campionato di vertice e ci ha fatto tirare delle conclusioni soprattutto in futuro quanto affronteremo formazioni fisiche. In ogni caso con più lucidità e attenzione avremmo vinto in virtù delle tante occasioni da gol che abbiamo sciupato anche per la bravura del loro portiere. Il Benevento è stato più cinico ma non dobbiamo fasciarci la testa; le amichevoli servono proprio per migliorare gli errori. Abbiamo ancora due settimane di lavoro per essere pronti alla trasferta di Reggio Calabria contro il Cataforio”.

Ufficio stampa ASD BERNALDA FUTSAL