Bernalda Futsal – Futsal Polistena: 2-2. I rossoblu fermati dai pali e dal portiere avversario

Solo un pari per il Bernalda Futsal bloccato sul 2-2 al PalaCampagna dal sornione e cinico Futsal Polistena. La gara rispetta il clichè del match d’andata con il lucani ad inseguire nel risultato i bianconeri che riescono a passare in vantaggio nelle prime batture del match con Juninho. Le squadre andavano al riposo con il vantaggio degli ospiti pareggiato da una bordata dalla distanza di Fusco. Il Polistena, però, ritornava il vantaggio grazie al preciso rasoterra su punizione di Silon. Il Bernalda, però, con il quinto di movimento (Fusco) riusciva ad agguantare il pareggio con Borges. Ottima prova dei ragazzi di Cipolla che nell’arco della contesa hanno colto tre pali e trovato sulla propria strada, ancora una volta, il super portiere Martino decisivo in almeno 5 occasioni. 

Cronaca. Il Bernalda, senza gli infortunati Timm e Gallitelli, si presenta con il seguente quintetto: Damelio, Schacker, Borges, Fusco, Ghislandi. Dall’altra parte il Polistena risponde con: Martino, Arcidiacone, Maluko, Juninho, Diogo.

Il Polistena parte forte e passa in vantaggio: Maluko scarica all’accorrente Juninho che la piazza nell’angolo alla destra di Damelio. Il Bernalda reagisce: Lemos colpisce il palo. Pochi istanti dopo è Bocca dalla distanza che colpisce un altro palo. I padroni di casa ci provano con un diagonale mancino di Murò: Martino respinge. Il Polistena si fa rivedere nella metà campo avversaria: Maluko impegna Damelio. I calabresi sono sempre insidiosi: stoccata di Silon, Damelio rimedia rifugiandosi in corner. In chiusura di frazione tentativo di Amzil per il Bernalda: Martino si oppone. La prima frazione termina con il vantaggio del Polistena.

Avvio aggressivo nella ripresa del Bernalda che chiama in causa Martino con le conclusioni dalla distanza di Bocca, in due circostanze, e Lemos. Break del Polistena: Silon in ripartenza trova pronto Damelio alla deviazione di piede in corner. Poco più tardi risposta bernaldese: Amzil penetra sull’out mancino ma Martina esce prontamente chiudendo lo specchio della porta al franco-marocchino. E’ il preludio al pari dei locali: palla rubata nella trequarti avversaria con Fusco, il quale dalla media distanza scaglia una chirurgica rasoiata che si spegna alla sinistra di Martino per 1-1. La rete restituisce vigore al Bernalda ma è il Polistena a passare nuovamente in vantaggio con una precisa punizione rasoterra di Silon per 1-2. Pronta la reazione del Bernalda: Schacker di destro tenta la via del gol, Martino è prodigioso. Il Bernalda ancora pericoloso: Lemos chiama alla ribattuta Martino; poco dopo Amzil colpisce il palo. Il Bernalda raggiunge il bonus di 5 falli. Il funambolico Amzil chiama nuovamente in causa Martino che si oppone salvando la proprio porta. Il tecnico Cipolla si gioca la carta del quinto di movimento (Fusco). I lucani trovano il pertugio giusto grazie al Borges che la piazza sotto l’incrocio per il 2-2. Negli ultimi scampoli di gara il tecnico Molluso si gioca il quinto di movimento (Arcidiacone) ma la difesa rossoblu fa buona guardia fino al suono della sirena. 

BERNALDA FUTSAL: 2 De Pizzo, 4 Amzil, 5 Schacker, 6 Borges, 7 Lemos, 8 Murò, 11 Bocca, 12 Laurenzana, 14 Damelio, 18 Timm, 22 Fusco, 25 Saponara, 99 Ghislandi. All. Cipolla

FUTSAL POLISTENA: 5 Arcidiacone, 6 Silon, 8 Attinà, 9 Minnella, 11 Fortuna, 17 Martino, 19 Maluko, 20 Juninho, 21 Prestileo, 22 Malara, 26 Diogo, 33 Macrì. All. Molluso

Arbitri: 1ˆ Zuzolo di Caserta, 2^ Aumenta di Sala Consilina, cronometrista Schettino di Castellamare di Stabia

Ammoniti: Murò (B), Silon (P), Ghislandi (B) 

Marcatori: 1’:03’’ p.t. Juninho (P), 9’:24’’ s.t. Fusco (B), 12’:15’’ s.t. Silon (P). 18’:22’’ s.t. Borges 

Ufficio stampa Bernalda Futsal

Bernalda Futsal, verso il Polistena. Bocca: “Sarà una grande partita”

E’ stata davvero una grande vittoria, anche perché è un derby da tanti anni”. Queste le parole del difensore del Bernalda Futsal Lucas Bocca che parla della vittoriosa partita di sabato scorso contro il TarantoUn buon viatico anche per le prossime gare visto che l’italo-brasiliano aggiunge: “In partita abbiamo fatto tutto quello che avevamo provato in allenamento: una difesa forte e un gioco offensivo con molto movimento. Tra l’altro è stato meraviglioso giocare in un impianto come il PalaMazzola di Taranto e il campo era uno dei migliori in cui ho giocato”. Il Bernalda in questa stagione, numeri alla mano, sembra una formazione con inclinazioni “corsare” alla luce degli ottimi risultati colti lontano dalle mura amiche. A tale riguardo Bocca afferma: “penso che quando la nostra squadra gioca in casa si carica da sola di una certa pressione. Su questo aspetto stiamo lavorando per migliorarci e speriamo di disputare una bella partita sabato per invertire la tendenza al PalaCampagna”. Proprio sabato prossimo salirà a Bernalda il Futsal Polistena, una delle big del girone, affrontata dai rossoblu poche settimane addietro in Calabria.  Il match sarà trasmesso in diretta e in esclusiva da Antenna Sud 85, media partner del Bernalda Futsal (calcio d’inizio al PalaCampagna alle ore 16:00). Sulla partita Bocca afferma: “sarà una grande partita contro una squadra che è al secondo posto; siamo molto concentrati e lavoriamo duramente per disputare una grande partita, il risultato finale è una conseguenza. Abbiamo una striscia di 8 risultati utili consecutivi e abbiamo fiducia in noi stessi, l’importante è che tutti diano il 100% inl campo”. Il pensiero finale del difensore è dedicato all’ambiente bernaldese e al suo stato di forma: “sto molto bene qui, mi sento davvero a casa.  Ho molto da migliorare e non possiamo accontentarci”.

Ufficio stampa ASD BERNALDA FUTSAL

New Taranto – Bernalda Futsal: 1-4. Impresa lucana al PalaMazzola

Una gara agonisticamente valida ma corretta, bella per lunghi tratti e giocata al meglio da due ottime compagini che puntano ai playoff. Vince il Bernalda più capace di entrare nelle pieghe del match soprattutto nel primo tempo grazie alle marcature di pregevole fattura del franco-marocchino Amzil, abile a sfruttare il preciso assist di Lemos e Bocca, una bordata la sua in chiusura di frazione. Nella ripresa il Bernalda calava il tris sempre con Amzil innescato da Fusco. Il Taranto tornava in auge con la rete di De Risi ma l’astuto colpo di tacco di Lemos scriveva i titoli di coda su una bella gara nella quale i ragazzi di Cipolla sono stati abili sia di spada che di fioretto. Nota a margine. Ottima accoglienza riservata dalla dirigenza tarantina a quella bernaldese: un messaggio positivo per questo sport alla fine solo sorrisi tra i componenti delle due compagini.

Cronaca. Il Bernalda, orfano del capitano Gallitelli, si presenta con il seguente quintetto: Timm, Schacker,  Borges, Murò, Ghislandi. Dall’altra parte il Taranto, privo degli infortunati Lacatena, Chirivì e Lingesso risponde con: Masiello, Bottiglione, Fininho, Di Pietro, Dao.

Il Bernalda impatta bene sul match tenendo in mano il pallino del gioco: Borges dalla banda mancina impegna il portiere Masiello che devia in corner. Risponde il Taranto in pressing: i pugliesi recuperano palla ma Dao da buona posizione calcia di poco al lato. I padroni di casa insistono: Timm chiude su Bottiglione lanciato a rete. E’ il Bernalda a passare in vantaggio: Lemos dalla mancina effettua un intelligente cambio di gioco sull’out opposto per Amzil che controlla la sfera e scarica un diagonale preciso che si insacca per lo 0-1. Dopo la rete realizzata gli ospiti riprendono a macinare gioco e sono pericolosi: la punizione di Ghislandi viene respinta con il corpo da Masiello. Nulla può il portiere tarantino sulla bordata al volo di Bocca (servito da un corner battuto da Lemos) per lo 0-2, risultato con il quale le squadre vanno al riposo. 

Ad inizio ripresa il Bernalda vicino al tris: impetuosa percussione di Ghislandi sulla sinistra e sventagliata sul secondo palo per l’accorrente Schacker che colpisce male la sfera mancando il tap-in vincente. Il Taranto vicino al gol: Bottiglione in area lucana batte a colpo sicuro ma un avversario gli ribatte la sfera quasi sulla linea di porta. Il Bernalda segna nuovamente: passaggio con il contagiri di Fusco che innesca Amzil, il franco-marocchino supera in dribbling Masiello e deposita in rete lo 0-3. Il Taranto reagisce: Pica Pau pesca l’indisturbato De Risi sul secondo palo che deposita in rete 1-3. La rete restituisce vigore ai pugliesi: il calcio di punizione di Pica Pau è deviato da Timm. Poco dopo l’estremo bernaldese compie due interventi prodigiosi prima su Bottiglione e sugli sviluppi dell’azione su De Risi. Qualche istante  Il portiere italo-brasiliano accusa un problema muscolare ed è costretto ad uscire cedendo il posto a Damelio. I tarantini sono insidiosi con Pica Pau e Bottiglione, Damelio si oppone. Il Bernalda in contropiede sfiora la quarta rete: il destro di Saponara scheggia il palo. La partita diventa frizzante con continui capovolgimenti di fronte: Schacker in contropiede impegna Masiello. Il Bernalda è risoluto e cinico: dagli sviluppi di un calcio d’angolo Ghislandi imbecca Lemos che con un astuto colpo di tacco inganna la difesa avversaria siglando il gol per 1-4. Il Taranto si gioca la carta del quinto di movimento (Pica Pau) ma il forcing finale dei padroni di casa non impensierisce la difesa bernaldese che resiste fino al suono della sirena. 

NEW TARANTO: 1 Bianco, 3 Lacarbonara, 5 Loconte, 8 Solidoro, 9 Salvo, 10 De Risi, 11 Bottiglione, 12 Masiello, 13 Dao, 15 Fininho, 17 Pia Pau, 99 Di Pietro. All. Pica Pau

BERNALDA FUTSAL: 4 Amzil, 5 Schacker, 6 Borges, 7 Lemos, 8 Murò, 11 Bocca, 14 Damelio, 18 Timm, 22 Fusco, 23 Quinto, 25 Saponara, 99 Ghislandi. All. Cipolla

Arbitri: 1ˆ Petrillo di Catanzaro , 2^ Mancuso di Vibo Valentia, cronometrista Matera di Molfetta

Ammoniti: Pica Pau (T), Amzil (B), Ghislandi (B), Saponara (B), Bottiglione (T)

Marcatori: 7’:48’’ p.t. Amzil (B), 18’:25’’ p.t. Bocca (B), 6’:33’’ s.t. Amzil (B), 11’:03’’ s.t. De Risi (T), 15’:56’’ s.t. Lemos (B)

Ufficio stampa Bernalda FutsalEnrico Losito

Bernalda Futsal, verso Taranto. Il direttore sportivo Plati: “Pronti per il derby dello Ionio, una partita mai scontata”

Tour de force del Bernalda Futsal con tre gare in una settimana. I rossoblu di Cipolla attraversano un buon momento di forma psicofisica ma le insidie sono sempre dietro l’angolo a cominciare dal confronto di sabato prossimo contro Taranto. Sull’attuale momento in casa bernaldese abbiamo ascoltato il direttore sportivo rossoblu Alfredo Plati.
LA VITTORIA DI COSENZA. Importante per il morale ma soprattutto per la classifica il successo colto a Cosenza. Questo il commento alla gara del giovane dirigente: “Abbiamo disputato un’ottima gara i nostri erano concentratissimi; siamo stati sempre sul pezzo riuscendo ad andare in vantaggio subito e a chiudere il primo tempo con due reti all’attivo quindi siamo molto soddisfatti per l’approccio alla partita e anche per la ripresa. Il Cosenza è una squadra tosta, non era facile ma siamo stati bravi”. 
VERSO TARANTO. Una “classica” delle ultime stagioni quella tra Bernalda e Taranto che si ritroveranno sabato in casa dei pugliesi al PalaMazzola (calcio d’inizio alle ore 15:00) per una sfida dal “profumo” play off: “Siamo concentrati sul derby ionico contro il Taranto; sappiano tutti che non è mai una partita facile e scontata tra le due squadre. L’anno scorso è stato addirittura il derby dello scontro al vertice ad un certo punto del campionato siamo stati anche appaiati in vetta alla classifica. Troveremo una squadra compatta che sta facendo meglio di noi nei risultati in questa stagione; auspichiamo di disputare una buona gara e di mantenere la condizione psicofisica delle ultime apparizioni. Cerchiamo di conquistare il migliore risultato possibile”
IL CASO GHISLANDI. Occhiali si, occhiali no: si discute ancora sulle protesi da vista del belga Marvin Ghislandi e sull’utilizzo delle stesse in gara. Plati fa una breve cronistoria della vicenda aspettando nuovi e, si spera, solutori sviluppi…Tanto per “vederci chiaro”: “Il ragazzo ha saltato la gara contro il Regalbuto mentre mercoledì l’atleta ha giocato senza occhiali. Noi abbiamo tutte le certificazioni del caso e speriamo che gli arbitri, già da sabato prossimo, possano ricredersi sulle decisioni assunte nelle ultime partite”

Ufficio stampa ASD BERNALDA FUTSAL

Bernalda Futsal – Pirossogeno Città di Cosenza: 4-7. Ritorno al successo per i ragazzi di Cipolla nell’ostica trasferta

Cinismo e concretezza nel ritorno alla vittoria del Bernalda Futsal che espugna il difficile terreno del “PalaFerraro” piegando un pugnace e mai domo Cosenza. I bernaldesi incanalano la gara nella prima frazione chiusa con il doppio vantaggio grazie alle reti di Bocca e Murò. Nella ripresa i lucani allungano con la doppietta di Schacker e un’altra marcatura di Bocca per la momentanea manita. Il Cosenza, però, reagisce nel finale grazie anche al quinto di movimento per una messe di reti negli ultimi minuti dell’incontro nel quale vanno a segno per il Bernalda il portiere Timm e il belga Ghislandi, quest’ultimo alla prima marcatura in rossoblu. Il Bernalda torna al successo dopo tre pareggi consecutivi. 

Cronaca. Il Bernalda si presenta con il seguente start five: Timm, Schacker,  Borges, Murò, Ghislandi. Dall’altra parte il Regalbuto risponde con: Del Ferraro, Grandinetti, Tusar, Fedele e Alex. 

Nei primi istanti di gara il Cosenza in avanti: la punizione di Grandinetti viene sventata dal portiere Timm che si ripete, pochi istanti dopo, sul tiro di Alex. Ingenuità del portiere dei cosentini Del Ferraro (ex del confronto) che tocca la palla con il braccio nella metà campo avversaria, l’arbitro espelle l’estremo difensore lasciando i padroni di casa temporaneamente in inferiorità numerica. Tra i pali della Pirossigeno si piazza Gallo. Il Bernalda sfrutta la superiorità numerica: Borges appoggia a Bocca, il suo destro dalla distanza si insacca nell’angolo basso alla sinistra di Gallo per lo 0-1. Il Bernalda raddoppia con una ripartenza perfetta: Saponara dalla destra serve al centro l’indisturbato Murò che insacca lo 0-2. Il Cosenza prova a reagire: Marchio dalla distanza impegna Timm che si rifugia in corner. I locali raggiungono il bonus di 5 falli. Poco dopo i lucani mancano clamorosamente il tris: Lemos innesca Ghislandi che calcia di poco al lato a porta sguarnita. Gli ospiti sono ancora pericolosi: conclusione di Lemos, Gallo ribatte. Il primo tempo termina con il doppio vantaggio bernaldese. 

Ad inizio ripresa il Bernalda cala il tris: azione rapida sull’out mancino culminata con un preciso diagonale di Schacker per lo 0-3. I ragazzi di Cipolla non sono paghi: Lemos recupera la sfera e scarica da distanza ravvicinata ma Gallo si oppone. La quarta rete è solo rimandata di pochi istanti: Schacker recupera palla e sfruttando lo sbilanciamento dei cosentini insacca calciando da distanza siderale per lo 0-4. Mister Tuoto tenta la mossa del quinto di movimento (Fedele). Il Bernalda ne approfitta: Timm recupera la sfera e lancia lungo per il colpo di testa di Bocca che infila lo 0-5. Il Cosenza riesce a segnare con il quinto di movimento: Fedele sulla destra dal fondo la mette in mezzo per il tap-in vincente di Piromallo per 1-5. I lucani restano sul pezzo: Timm dalla sua porta calcia e colpisce il palo. Sono le prove generali della sesta rete bernaldese sempre con Timm che aggiusta la mira e segna per 1-6. Il Cosenza non è domo: Marchio recupera la sfera in area ospite e scarica a Piromallo che realizza il 2-6. I padroni di casa ci credono: Marchio dalla distanza impegna Timm, sulla respinta è lesto Piromallo a mettere in rete per il 3-6. I locali ci credono: Piromallo impegna Timm, sulla palla si fionda Marchio che colpisce il palo. Il Bernalda risponde colpendo a sua volta un clamoroso palo con un tiro dalle retrovie. Nel finale arriva anche la prima rete di Ghislandi in maglia bernaldese per il 3-7 che scrive i titoli di coda sul match. In contropiede gli ospiti vanno nuovamente vicini al gol nell’ultimo minuto: Ghislandi per Murò, il suo sinistro finisce di poco al lato da buona posizione. Negli ultimi istanti il Cosenza accorcia ancora con un’autorete di Timm per il 4-7. Nei secondi finali intervento scomposto del portiere Gallo su Murò lanciato a rete, l’arbitro espelle il portiere cosentino: i calabresi terminano la gara in inferiorità numerica e senza un portiere di ruolo. 

PIROSSIGENO CITTA’ DI COSENZA: 1 Gallo, 8 Grandinetti, 10 Tusar, 11 Pagliuso, 13 Rosato, 14 Canonaco, 15 Fedele, 17 Alex Gonzalez, 21 Piromallo, 23 Marchio, 24 Del Ferraro, 25 Savuto. All. Tuoto

BERNALDA FUTSAL: 4 Amzil, 5 Schacker, 6 Borges, 7 Lemos, 8 Murò, 11 Bocca, 14 Damelio, 18 Timm, 22 Fusco, 23 Quinto, 25 Saponara, 99 Ghislandi. All. Cipolla

Arbitri: 1ˆ Grande di Rossano , 2^ Lapenta di Moliterno, cronometrista De Luca di Paola

Ammoniti: Borges (B), Grandinetti (C), Bocca (B), Piromallo (C), Fedele (C), Gallo (C)

Espulso: 4’:00’’ p.t.  Del Ferraro (C ), 19’:00’’ s.t. Gallo (C )

Marcatori: 5’:00’’ p.t.  Bocca (B), 12’:00’’ p.t. Murò (B), 1’:53’’ e 2’:00’’ s.t. Schacker (B), 4’:00’’ s.t.  Bocca (B), 10’:00’’ s.t. Piromallo (C ), 11’:00’’ s.t. Timm (B) , 12’:00’’ e 15’:00’’ s.t.  Piromallo (C), 19’:00’’ s.t. Ghislandi (B), 19’:00’’ s.t. (aut.) Timm (C)

Ufficio stampa Bernalda Futsal

Bernalda Futsal, verso Cosenza. Il direttore generale Mazzei: “Dobbiamo guarire dalla pareggite

Turno infrasettimanale per il Bernalda Futsal: i rossoblù recuperano l’ottava giornata di campionato recandosi martedì 16 febbraio in Calabria, dove affronteranno al PalaFerraro (calcio d’inizio alle ore 17:00) il Pirossigeno Città di Cosenza. Alla vigilia del match abbiamo ascoltato il direttore generale bernaldese Giuseppe Mazzei che sulla trasferta calabrese afferma: “Partita importantissima, il Cosenza ha dimostrato di essere una squadra quadrata e lotta in ogni gara fino alla fine. Tra l’altro il loro campo non è tra i più facili. Noi abbiamo necessità di tornare alla vittoria. I nostri ragazzi dopo la gara di sabato sono subito tornati ad allenarsi nella giornata di domenica. C’è un bel clima e un bell’ambiente, siamo fiduciosi ma abbiamo grande rispetto per i nostri avversari che ha giocatori importanti allenati da un ottimo mister. Del resto alle spalle hanno una società solida alle spalle. Anche loro “venderanno cara la pelle” come noi che abbiamo  la speranza di sbloccare la nostra pareggite”.  Il giovane dirigente rossoblu chiosa parlando della gara di sabato scorso contro il Ragalbuto: “In ogni caso siamo una squadra in salute: abbiamo compreso quali solo le nostre mancanze e i nostri errori nella gara di sabato scorso”

Ufficio stampa ASD BERNALDA FUTSAL

Bernalda Futsal – Futsal Regalbuto: 3-3. Pari pirotecnico ma tiene banco il “giallo Ghislandi”.

Non basta la doppietta di Lemos nel primo tempo e la rete di Fusco nella ripresa per battere un pugnace e cinico Regalbuto, team in grado di sfruttare al meglio le amnesie difensive dei rossoblu. Al termine di una gara combattuta e per alcuni tratti equilibrata viene fuori un pareggio con tante recriminazioni per i lucani che colpiscono 3 “legni” durante la partita e soprattutto si vedono privati ad inizio gara del belga Marvin Ghislandi. Infatti gli arbitri ritengono che il giocatore non possa scendere in campo indossando gli occhiali. L’episodio genera tensione e destabilizza l’entourage bernaldese proprio agli albori della partita. Alla fine della stessa il club rossoblu ha presentato reclamo per ottenere di rigiocare il match a seguito dell’errore tecnico.
Cronaca. Il Bernalda si presenta con il seguente start five: Timm, Bocca, Fusco, Borges, Lemos. Dall’altra parte il Regalbuto risponde con: Menichella, Wallace, Isgro, Aaron, Sanchez.
Il Bernalda prende in mano il pallino del gioco ma sono gli ospiti a passare al primo affondo grazie ad un contropiede finalizzato dal diagonale di Aaron per lo 0-1. Il Bernalda reagisce con le conclusioni fuori misura di Schacker e Amzil, oltre al destro di Lemos deviato in corner da Menichella. Proprio sul susseguente angolo: fendente mancino di Murò dalla lunga distanza con la sfera che si stampa sul palo. Il Bernalda agguanta il pari: Bocca dalla media distanza con un forte destro colpisce la traversa, la sfera viene recuperata da Lemos che impegna Menichella alla respinta, l’italo-brasiliano la riprende ancora e supera il portiere per 1-1. Il Recalbuto è pericoloso: Giampaolo va via in contropiede e si ritrova tutto solo davanti al portiere Timm che si oppone con il corpo. A 2’’ dal suono della sirena il Reagalbuto torna in vantaggio: Capuano scarica un destro dalla distanza, Timm respinge in maniera difettosa, Sanchez è lesto a intercettare la palla e a metterl in rete per 1-2, risultato con il quale le due squadre vanno al riposo.

In apertura di ripresa Timm si riscatta chiudendo con il corpo un’incursione offensiva di Capuano. I siciliani ancora in avanti con Sanchez, l’estremo bernaldese si oppone di piede. Gli ospiti insidiosi in ripartenza: Sanchez serve Capuano, il suo diagonale viene respinto da Timm. Mister Cipolla inserisce il quinto di movimento (Fusco) per “sparigliare le carte”. La mossa del tecnico risulta determinate; infatti poco dopo il chirurgico diagonale di destro di Lemos coglie l’angolino per il 2-2. Poco più tardi, su azione d’angolo e sempre con il quinto di movimento, il Bernalda passa in vantaggio: decisiva la zampata di Fusco che inganna Menichella per il 3-2. Il Regalbuto, però, reagisce prontamente e raggiunge subito il pareggio con Campagna, lesto a raccogliere una palla filtrante nel cuore dell’area di rigore lucana insaccando il 3-3. Gli ospiti sono nuovamente pericolosi con Wallace ma Timm è attento. Finale senza esclusione di colpi: bordata di Bocca dalla distanza, Menichella respinge; sul ribaltamento di fronte Wallace manca un gol a porta sguarnita mettendo al lato. Il Bernalda negli ultimi istanti di gara coglie una clamorosa traversa con Fusco: il forcing finale rossoblu, comunque, non è sufficiente per scardinare il fortino del Regalbuto: l’incontro termina con il risultato di 3-3.

BERNALDA FUTSAL: 3 Ghislandi, 4 Amzil, 5 Schacker, 6 Borges, 7 Lemos, 8 Murò, 11 Bocca, 14 Damelio, 18 Timm, 22 Fusco, 23 Quinto, 25 Saponara, 99 Ghislandi. All. Cipolla
FUTSAL REGALBUTO: 2 Wallace, 5 Aaron, 6 Isgro, 8 Vitale, 10 Martines, 11 Giampaolo, 12 Menichella, 13 Sanchez, 16 Fichera, 17 Capuano, 20 Lo Cicero, 22 Campagna. Paniccia.
Arbitri: 1ˆ Cafaro di Sala Consilina, 2^ Ciccarelli di Napoli, cronometrista Terracciani di Napoli
Ammoniti: Aaron (R), Murò (B), Campagna (R ), Schacker (B)
Marcatori: 4’:20’’ p.t. Aaron (R) , 11’:06’’ p.t. Lemos (B), 19’:58’’ Sanchez (B) 14’:36 s.t. Lemos (B), 16’:14’’ s.t. Fusco (B), 16’:36’ s.t. Campagna (R )
Ufficio stampa Bernalda Futsal
Enrico Losito






Bernalda Futsal, verso il Regalbuto. Schacker: “Credo nella forza del nostro gruppo”

“Siamo riusciti a ottenere un buon risultato su un campo difficile contro una grande squadra”. Queste le parole di Jean Schacker, difensore del Bernalda Futsal, sulla gara di sabato scorso a Polistena. “Siamo stati protagonisti – prosegue l’italo-brasiliano – di una bellissima prestazione che è frutto del lavoro settimanale. Siamo in crescita; del resto lo dimostrano i risultati. Da quando sono arrivato a Bernalda siamo migliorati molto: a livello collettivo siamo più compatti e siamo in grado di mettere in campo quello che ci chiede il mister a livello tattico e difensivo per affrontare ogni gara”. Un miglioramento anche individuale per il forte difensore che parla della sua condizione fisica: “Mi sento molto bene. Ho avuto questo piccolo problema fisico di natura muscolare a Melilli. Questo problema mi ha bloccato non permettendomi di finire la partita. In settimana, però, mi sono ripreso svolgendo la preparazione con il resto della squadra. Durante l’incontro con il Polistena ho accusato qualche fastidio ma solo passeggero”. Schacker è stato l’autore della rete del pareggio rossoblu di sabato scorso e svela anche il motivo per cui non ha calciato il secondo tiro dal dischetto: “Siamo tanti buoni tiratori e sceglie il mister. Marvin (Ghislandi) si allena tutta la settimana per calciare dal dischetto ma ci sono anche Gallitelli, Bocca e Fusco che sono in grado di calciarli. Purtroppo è andata così ma può capitare a tutti nel futsal di sbagliare un tiro libero”. Ora i rossoblu sono attesi sabato prossimo dalla gara interna con il Regalbuto, palla al centro alle ore 16:00 con diretta in esclusiva su Antenna Sud 85. A tale riguardo l’italo-brasiliano afferma: “Sarà una partita difficile come tante altre. Tra il Regalbuto è al momento la terza forza del campionato e nella gara d’andata abbiamo perso. Hanno tanti buoni giocatori e alcuni sono miei ex compagni di squadra. Io credo tanto nella forza del nostro gruppo. Mi fa piacere tornare a giocare al PalaCampagna perché è un elemento in più a nostro favore. Sono fiducioso perché ci siamo allenati bene in settimana e vogliamo dare continuità ai nostri risultati”.  

Ufficio stampa ASD BERNALDA FUTSAL 

Enrico Losito

Bernalda Futsal, il neo acquisto Ghislandi: “Darò il massimo per raggiungere l’obiettivo del club”

Il colpo a sorpresa della dirigenza bernaldese viene servito sabato scorso a Polistena quando mister Cipolla inserisce in distinta la giovane ala-pivot Marvin Ghislandi, classe 1999, proveniente dallo Chaleroi, club militante nel campionato belga di serie A. Ghislandi con questa squadra ha disputato anche la Uefa Futsal Champions League. Il ventiduenne è nazionale belga con la quale sarà prossimo avversario della Nazionale italiana in vista delle qualificazioni all’Europeo. In merito alla partita di sabato scorso contro il Futsal Polistena, Ghislandi afferma: “Non sapevo se l’allenatore mi avrebbe fatto giocare. Sono contento che mi ha dato subito l’opportunità di scendere in campo e mi sono sentito bene fisicamente durante la partita con la mia nuova squadra. Purtroppo ho sbagliato il tiro libero che avrebbe potuto regalarci la vittoria”. Il belga come calcettista si descrive così: “ho un buon sinistro e un tiro abbastanza potente. Sono rapido e tra le mie caratteristiche peculiari riesco a saltare l’uomo. Sono strutturato bene a livello fisico e ho una buona visione di gioco che mi permette di servire al meglio i compagni di squadra”. Queste, invece, le motivazioni che hanno spinto Ghislandi ad accettare l’offerta della società rossoblu: “Mi ha convinto il progetto del Bernalda ma ancora di più l’allenatore che mi ha fortemente voluto in squadra. Per un giocatore è molto importante sapere che un allenatore ti vuole”. Il messaggio finale della giovane ala-pivot è dedicato ai tifosi: “Non sapevo se l’allenatore mi avrebbe fatto giocare. Sono contento che mi ha dato subito l’opportunità di scendere in campo e mi sono sentito bene fisicamente durante la partita con la mia nuova squadra. Purtroppo ho sbagliato il tiro libero che avrebbe potuto regalarci la vittoria…Forza Bernalda!!!”

Ufficio stampa ASD BERNALDA FUTSAL

Bernalda Futsal, il team manager Rosa: “Iniziano a maturare i frutti del lavoro svolto”

Il Bernalda Futsal ha ripreso la settimana di allenamenti in vista della gara di sabato prossimo al PalaCampagna contro la Sicurlube Recalbuto. I rossoblu sono rinfrancati dai 5 risultati utili consecutivi e dalla grande prestazione di Polistena. Il team manager dei lucani Angelo Rosa commenta così il pari in Calabria: “E’ stata una partita tosta e maschia. Abbiamo incontrato una buona squadra come il Polistena che occupa il secondo posto in campionato ma noi ce la siamo giocata ad armi pari nonostante lo sbandamento iniziale con la rete incassata. Poi abbiamo iniziato a giocare, il loro portiere Parisi è stato autore di grandi parate. Siamo riusciti a pareggiare con Schacker su tiro libero ma avremmo potuto vincerla la gara, a parte l’altro tiro libero che abbiamo sbagliato, siamo riusciti a creare tantissime palle-gol. A mio avviso è stata una delle migliori prestazioni di questa stagione. Siamo andati vicini al colpaccio; sono convinto che giocando in questo modo ci toglieremo tante soddisfazioni”

LA STRISCIA POSITIVA. Cinque risultati utili consecutivi per i rossoblu, segnale inequivocabile di continuità. In buona sostanza la retta via è stata imboccata: “Dare continuità ai risultati è fondamentale – prosegue Rosa –dobbiamo recuperare ancora tre partite con Cosenza, Viggiano e Bovalino. Però siamo cambiati in meglio prima con l’avvento di mister Cipolla e successivamente con il futsal mercato invernale; la squadra è stata rinforzata con acquisti di spessore come Timm, Schacker, Amzil e l’ultimo arrivato Ghislandi. Senza dimenticare il ritorno di Davide Fusco. Questi nuovi ingaggi ci stanno dando una grossa mano, l’auspicio è quello di continuare così perché i frutti del lavoro svolto iniziano a maturare”.

GHISLANDI. Il giovane team manager si sofferma proprio sull’ultimo ingaggio: una sorta di coup de théâtre della dirigenza bernaldese: “Marvin è un classe ’99, vanta delle convocazioni nella nazionale belga. E’ un giocatore che possiede un bel calcio e un controllo di palla pulito. Sabato scorso appena è entrato in campo stava segnando alla prima occasione. Ci darà sicuramente una grande mano. E’ un ragazzo abituato a lottare e si sta integrando al meglio con i nuovi compagni di squadra. Il suo contributo sarà fondamentale come quello degli altri sia vecchi che nuovi”

VERSO IL REGALBUTO. Dopo un mese d’assenza e le tre trasferte consecutive, i rossoblu tornano a giocare al PalaCampagna: “Affronteremo il Regalbuto – continua il dirigente rossoblu – loro hanno un’ottima squadra ben allenata da mister Paniccia. All’andata abbiamo perso al culmine di una gara molto combattuta. Sappiamo che sarà un’altra dura battaglia ma mister Cipolla sta preparando la gara al meglio curando tutti i dettagli. Speriamo di recuperare il nostro capitano Gallitelli perché in queste ultime partite abbiamo patito la sua assenza. Proveremo ad allungare la striscia positiva. Ci dispiace giocare nuovamente ancora senza il nostro pubblico passionale che speriamo di riabbracciare al più presto”.

Ufficio stampa ASD BERNALDA FUTSAL