Bernalda Futsal, verso il Bovalino. Rasulo: “Dobbiamo mettere in campo grinta, forza e passione”


Il Bernalda Futsal torna al Palacampagna contro il Bovalino, gara di recupero dell’11^ giornata in programma sabato con diretta tv in esclusiva su Antenna Sud 85, media partner dei rossoblu. Sulla gara abbiamo ascoltato il presidente onorario dei lucani Sanny Rasulo: “Il Bovalino non ha ancora raggiunto la salvezza e sono convinto che ci metteranno tanta grinta; noi avremo defezioni importanti e dovremo mettere in campo grinta, forza e passione. Dobbiamo crederci, ovviamente nessuno vuole retrocedere e quando ci affrontano queste compagini danno il 110% ma noi dovremo dare il 120%”. L’esperienza è per certi versi la “somma” degli errori del passato e i ragazzi di Cipolla non vogliono commettere altri passi falsi tra le mura amiche e soprattutto vogliono riscattare la prova non pienamente persuasiva di Messina come afferma Rasulo: “E’ stato un mezzo passo falso. La colpa è di tutti e di nessuno probabilmente nel nostro subconscio l’abbiamo presa un po’ sottogamba visto che al cospetto avevano l’ultima in classifica. Il campo ci ha fornito altre indicazioni perché queste squadre che stanno in fondo alla classifica danno il massimo per riemergere. A me dispiace di avere perso giocatori importanti che ci mancheranno, lo ribadisco, contro il Bovalino, questo mi rammarica di più del risultato di Messina”. Al PalaCampagna quest’anno è mancato un elemento che in passato è stato determinante: il caloroso pubblico bernaldese che spesso ha sospinto i rossoblu alla vittoria. Il presidente Rasulo conferma: “Noi abbiamo una grossa arma in casa: il nostro pubblico. In casa quest’anno abbiamo pareggiato spesso; chissà quelle partite come sarebbero andate a finire se avessimo potuto contare sui nostri tifosi che rappresentano il sesto uomo. Spero che i ragazzi in questo sprint finale diano il meglio”. E’ già tempo dei primi bilanci stagionali quando mancano pochi turni alla fine della regular season di un campionato condizionato dalla pandemia del Covid: “Credo che, come prima esperienza in A2, raggiungere i play off, obiettivo che auspichiamo, sia un grande risultato. Anche in considerazione dell’inizio stagione, nel quale pensavamo a disputare un campionato tranquillo per abituarci alla categoria, invece ci siamo ritrovati a duellare alla pari con formazioni blasonate. Queste per noi sono state piccole soddisfazioni. Per il prossimo futuro spero che il piano di vaccinazioni vada avanti spedito per ritornare a giocare al PalaCampagna con mille spettatori presenti da infiammare con le nostre prestazioni. Anche per noi dirigenti questo sarebbe un aspetto importante perché ci caricherebbe ancora di più di entusiasmo”


Ufficio stampa ASD BERNALDA FUTSAL

Siac Messina – Bernalda Futsal: 2-2. Pari in rimonta per i rossoblu in Sicilia

Pareggio in rimonta per Bocca e compagni nella trasferta siciliana di Messina. Il Bernalda non approccia al meglio la gara ma riesce comunque a crescere nel corso dell’incontro rimontando due volte gli avversari. Resta qualche recriminazione da parte bernaldese per le occasioni collezionate nel finale di gara grazie anche all’ausilio del quinto di movimento (Lemos) e per alcune decisioni arbitrali che hanno penalizzato i rossoblu tra cui l’espulsione negli ultimi istanti del match di Fusco per doppia ammonizione. 

Cronaca. Il Bernalda ritrova Muròsi presenta con il seguente start five: Timm, Amzil, Borges, Lemos, Bocca. Dall’altra parte il Messina con: Iborra, Gabriel Barbosa, Colavita, Piccolo e Corrieri. 

Il Messina approccia nel modo giusto la partita e cerca d’impensierire la retroguardia rossoblu ma Timm è attento. Il Bernalda viene in avanti: destro dalla distanza di Bocca che termina al lato. Pochi istanti più tardi i padroni di casa usufruiscono di un calcio di rigore per un presunto fallo in area di Timm: dal dischetto Piccolo trasforma per 1-0. Il Bernalda cerca subito di approfittare dell’uscita a vuoto del portiere Iborra, Fusco non riesce a calciare a rete ma la difesa del Messina nell’azione concitata rischia l’autogol. I lucani insistono: assolo di Amzil che si ritrova solo davanti al portiere avversario ma calcia malamente e l’azione sfuma. Altra opportunità per il Bernalda: Ghislandi da buona posizione davanti alla porta messinese non riesce a calciare a rete. La rete bernaldese è nell’aria: il velenoso pallonetto di Lemos inganna il portiere Iborra per 1-1. Passano solo una manciata di secondi per il palo bernaldese colto da Murò al culmine di un’azione di ripartenza. Pronta la risposta messinese: Gabriel Barbosa impegna alla parata Timm. I siciliani passano nuovamente in vantaggio: l’errato appoggio di Lemos innesca involontariamente Gabriel Barbosa che riesce a insaccare per il 2-1. Il Messina insiste: Timm compie un intervento miracoloso su un avversario e sul prosieguo dell’azione Colavita calcia al lato da pochi metri dalla porta. Il primo tempo termina con il risultato di 2-1 per i padroni di casa. 

Nei primi minuti della ripresa il Bernalda agguanta il pari: sugli sviluppi di un corner Bocca finalizza con una rasoiata che supera Iborra per il 2-2. Gli ospiti insistono Timm tenta la sortita dalla propria porta ma con poca fortuna, poco dopo è Fusco a pochi metri dalla rete avversaria a calciare di poco al lato. I ragazzi di Cipolla tentano la sortita dalla media distanza sempre con Bocca (palla alta) e successivamente con Borges (parata di Iborra). Passano una manciata di secondi con il portiere messinese che salva su Lemos. A 7’ dalla fine il tecnico Cipolla utilizza il quinto di movimento (Lemos): Borges tira a botta sicura a porta sguarnita la difesa messinese salva con un presunto fallo di mano non ravvisato dagli arbitri. Il Messina è comunque insidioso e coglie una traversa. A 18’’ dalla sirena finale viene espulso Fusco con il Bernalda che termina la gara in inferiorità numerica.

SIAC MESSINA: Venuto, Iborra, Esposito, Silipigni, Gabriel Barbosa, D’Aleo, Abdelbaky, Colavita, Capillo, Piccolo, Corrieri  All. D’Urso

BERNALDA FUTSAL: Amzil, Borges, Lemos, Murò, Bocca, Laurenzana, Timm, Fusco, Quinto, Saponara, Ghislandi, De Pizzo. All. Cipolla

Arbitri: 1^ Cucuzzella di Ragusa, 2^ Certa di Marsala , cronometrista Quartaronello di Messina

Ammoniti: D’Aleo (M), Corrieri (M), Fusco (B), Bocca (B)

Espulso: 19:42 s.t. Fusco (B)

Marcatori: 4:32 p.t. (rig.) Piccolo (M), 13:47 p.t. Lemos (B), 16:23 p.t. Gabriel Barbosa (M), 2:30 s.t. Bocca (B)

Ufficio stampa Bernalda Futsal

Bernalda Futsal, verso Messina. Timm: “Partita importante per il morale e la classifica”

Tre partite in una settimana per il Bernalda Futsal: il tour de force iniziato al PalaCampagna la scorsa settimana terminerà sabato a Messina: palla al centro al PalaRescifina alle ore  16.00. In vista dell’incontro in terra siciliana abbiamo ascoltato l’estremo difensore rossoblu Joao Timm. La nostra “chiacchierata”, però, inizia dal successo colto nel recupero di martedì scorso nel derby contro l’Orsa Viggiano: “Ci tenevamo tantissimo a questa gara – dice Timm - volevamo riscattare la sconfitta incassata tre giorni prima contro il Cosenza. Abbiamo approcciato la gara al meglio giocando bene tutto il match e siamo riusciti a portare i tre punti a casa”. Qualche problema fisico per l’estremo difensore brasiliano che comunque sta risultando decisivo per i rossoblu: “Sto bene, ormai mi sto convincendo di avere una calamita in faccia visto che ad ogni partita prendo un colpo violento in volto. Per il resto va tutto per il meglio”. Il prossimo impegno per i ragazzi di Cipolla sarà nuovamente in trasferta, stavolta in Sicilia contro la Siac Messina, formazione che attualmente occupa l’ultima posizione in classifica. Aspetto che non deve trarre in inganno Bocca e compagni che dovranno tenere sempre alta la guarda. Lo stesso Timm lancia il monito per il match: “Sabato andremo a Messina per portare a casa i tre punti. E’ una partita importante che ci può aiutare per il morale e fornirci un ulteriore slancio verso le zone alte della classifica. Sarà dura, dobbiamo giocarcela senza avere cali di concentrazione fino al suono finale della sirena”. Tre mesi per Joao a Bernalda: tempo necessario e sufficiente per trarre una primo bilancio sulla sua permanenza lucana: “Mi sono ambientato subito, la gente di Bernalda mi tratta bene e sento di ringraziare tutti quelli che mi stanno vicini. La società mi permette di essere sereno e lavorare al meglio” 

Ufficio stampa ASD BERNALDA FUTSAL

Orsa Viggiano – Bernalda Futsal: 2-7. I rossoblu tornano al successo al culmine di una prova maiuscola

Una condotta di gara perfetta per i ragazzi di Cipolla che tornano al successo dopo la battuta d’arresto rimediata sabato scorso in casa contro Cosenza. Bocca e compagni battono a domicilio l’Orsa Viggiano nel recupero della 10^ giornata  realizzando sette reti al PalaVejanum: il bernaldesi incanalano il derby già nella prima frazione con le marcature di Bocca e Borges e allunga nella ripresa sempre con Borges e Murò: Poi il ritorno dei padroni di casa a segno con Antonucci e Tutilo, i bernaldesi, però, si mostrano abili a chiudere la contesa con le reti dello scatenato Borges (autore di una tripletta) Timm e Ghislandi.

Nota a margine. Ancora una volta ci spiace sottolineare che i direttori di gara non hanno permesso all’ala-pivot rossoblu Marvin Ghislandi di giocare con gli occhiali speciali di cui è fornito. Il nazionale belga è stato costretto a scendere in campo senza la protesi necessaria per esprimere al meglio le sue qualità, malgrado questo è riuscito a realizzare la settima rete bernaldese. A questo punto a termini di regolamento ci chiediamo chi abbia ragione tra la FIFA e l’AIA. 

Cronaca. Il Bernalda ritrova Murò al rientro dalla squalifica e si presenta con il seguente quintetto: Timm, Lemos, Murò,  Bocca, Ghislandi. Dall’altra parte l’Orsa Viggiano con: Paolicelli, Antonucci, Tutilo, Luizinho e Contini.

Il Bernalda parte subito all’attacco: due conclusioni di Bocca dalla distanza scaldano le mani al portiere Paolicelli. Sono le prove generali della rete bernaldese che giunge agli albori del match con un un destro da posizione decentrata di Bocca: il brasiliano appostato sull’out mancino trova il pertugio con un autentico colpo da biliardo. Gli ospiti non si fermano e ci provano nuovamente in due occasioni Bocca: nella prima palla che sfiora il palo mentre nella seconda è Paolicelli a deviare in corner. Proprio sugli sviluppi dell’angolo (battuto da Amzil) Borges è puntale all’appuntamento sul secondo palo e deposita in rete lo 0-2. L’Orsa prova a reagire con tiri dalla media distanza ma Timm è attento: il portiere brasiliano è abile anche in uscita su un’incursione di Antonucci. Il Bernalda risponde con tre conclusioni di Lemos che Paolicelli respinge. L’estremo neroverde è abile a bloccare anche un assolo di Amzil. L’Orsa si rende pericolosa con il solito Antonucci ma Timm ribatte. L’Orsa si riversa in avanti: il solito Antonucci  prima costringe Timm a rifugiarsi in angolo e successivamente si incunea nella maglie difensive rossoblu ma calcia al lato da posizione favorevole. Il primo tempo termina con il doppio vantaggio degli ospiti. 

Nella ripresa il Bernalda cerca la terza rete: Lemos recupera una palla vagante in area ma da buona posizione spedisce al lato. Poco fortunato anche il destro di Ghislandi che si stampa sul palo. L’Orsa non sta a guardare: Antonucci impegna Timm dalla lunga distanza e poi Grossi si fa murare dalla retroguardia rossoblu. Il Bernalda insiste: la punizione di Bocca è deviata miracolosamente da Paolicelli in angolo. Poco più tardi, però, l’estremo neroverde deve capitolare al chirurgico diagonale di Borges che griffa lo 0-3 con un’incursione sulla banda mancina. Non tarda ad arrivare il poker bernaldese: Murò di prima intenzione dalla distanza fredda Paolicelli con un sinistro al fulmicotone. L’Orsa non è doma e accorcia le distanze: Antonucci batte un corner dalla traiettoria arcuata, forse deviata da un avversario, e la sfera si insacca alle spalle di Timm per 1-4. I locali acquistano fiducia: il diagonale di Sanchez si stampa sul palo. Poco dopo l’Orsa segna di nuovo: rapido contropiede culminato dal preciso diagonale di Tutilo per il 2-4. I ragazzi di Rispoli credono nella rimonta: Luizinho chiama alla deviazione in tuffo Timm che si ripete, una manciata di secondi più tardi, bloccando un tiro di Antonucci dalla lunga distanza. Il Bernalda spegne gli ardori dei padroni di casa e realizza la quinta rete grazie a Borges abile a finalizzare un’azione partita da un calcio piazzato di Fusco. Il tecnico Rispoli tenta la carta del quinto di movimento (Antonucci), Contini con un diagonale rasoterra coglie il palo ma sono i rossoblu a realizzare la sesta marcatura con il portiere Timm che recupera la sfera nella propria area e calcia lungo griffando la rete del 2-6. L’Orsa cerca di venire in avanti ma sono ancora i ragazzi di Cipolla a realizzare il settimo gol con un tocco rapace di Ghislandi al culmine di una perfetta ripartenza per il 2-7 finale.

ORSA VIGGIANO: Paolicelli, Brancale, Petragallo, Antonucci, Tutilo, Luizinho, Sanchez, Contini, Ambrosio, Grossi, Siviglia G. (K), Siviglia F. All. Rispoli

BERNALDA FUTSAL: Amzil, Shacker, Antonio, Fortuna, Muro, Bocca (K), 

Laurenzana, Damelio, Timm, Fusco, Quinto, Saponara, Ghislandi. All. Cipolla

Arbitri: 1ˆ Galasso di Avellino, 2^ Manzione di Salerno, cronometrista Lapenta di Moliterno

Ammoniti: Fusco (B), Petragallo (V)Paolicelli (V), Siviglia F. (V) 

Marcatori: 1:19 p.t. Bocca (B), 6:19 p.t. e 6:15’ s.t. Borges (B), 7:55 s.t. Murò (B), 8:35 s.t. Antonucci (V), 11:08 s.t. Tutilo (V), 12:50 s.t. Borges (B) 16:08 s.t. Timm (B), 18:30 Ghislandi (B)

Ufficio stampa Bernalda Futsal

Bernalda Futsal, verso l’Orsa Viggiano. Mazzei: “La sconfitta con il Cosenza è stata solo un incidente di percorso”

Una striscia di 9 risultati utili consecutivi per il Bernalda Futsal interrotta dalla sconfitta di sabato scorso al PalaCampagna contro il Pirossigeno Città di Cosenza. Niente drammi in casa rossoblu, del resto per la legge dei grandi numeri, un passo falso è da considerare fisiologico dopo tante gare da imbattuti. A ritornare sulla partita contro i calabresi è il direttore sportivo bernaldese Giuseppe Mazzei che commenta così“Innanzitutto mi associo ai complimenti che il mister ha rivolto ai suoi ragazzi a fine gara per la prestazione. Nonostante la sconfitta hanno dato dimostrazione di avere voglia di giocarsela fino al suono della sirena. I complimenti vanno anche ai nostri avversari che hanno condotto una gara attenta in difesa e sono riusciti a sfruttare una delle possibilità che hanno costruito. Non abbiamo molto da recriminare perché abbiamo costruito tanto, magari avremmo dovuto sfruttare qualche opportunità creata nel primo tempo per passare in vantaggio. Purtroppo i tiri si possono sbagliare e non dobbiamo colpevolizzare chi ha commesso l’errore dal dischetto così come non bisogna dare addosso a chi ha mancato le palle-gol”. Sconfitta a parte c’è una linea di demarcazione dalla quale ripartire e ritornare a conquistare punti già dalla prossima gara di martedì contro l’Orsa Viggiano: “Dobbiamo ripartire – prosegue il diggì - da quanto di buono abbiamo messo in mostra contro il Cosenza. Del resto per la legge dei grandi numeri dopo 9 risultati utili consecutivi può capitare d’inciampare lungo il percorso, malgrado la sconfitta, la squadra non ha compiuto passi indietro sotto il profilo del gioco. I ragazzi e il mister hanno tutta la fiducia da parte della società, diciamo pure che è stato solo un incidente di percorso. Già dalla prossima partita potremo riscattare la sconfitta”. Il derby di Viggiano contro l’Orsa (palla al centro alle ore 17:00 dal PalaVejanum) sarà un crocevia importante per i ragazzi di Cipolla in cerca di un pronto riscatto dopo l’incontro di sabato scorso: “E’ sempre – dice Mazzei - una gara affascinante  contro l’Orsa Viggiano ma sarà comunque come le altre. Noi dobbiamo cercare di ottenere il massimo per dire ancora la nostra in questo campionato. D'altronde le partite di recupero servono proprio a fare la differenza; la nostra squadra ne ha tre da recuperare e vogliamo ottenere il massimo per colmare il gap con le squadre che ci precedono. Per la prima volta andremo a giocare a Viggiano e mi aspetto una bella gara. Rientrerà dalla squalifica Murò e saremo al completo; ribadisco: vogliamo dimostrare che la sconfitta contro il Cosenza è stato solo un incidente di percorso”.

Ufficio stampa ASD BERNALDA FUTSAL

Bernalda Futsal – Pirossigeno Città di Cosenza: 0-1. I rossoblu cadono dopo 9 risultati utili consecutivi

Non basta al Bernalda Futsal il predomino territoriale, le occasioni da rete create e un tiro libero ottenuto nella ripresa per conservare la striscia di risultati utili consecutivi: il Pirossigeno Città di Cosenza, protagonista di una condotta di gara accorta e cinica porta a casa i tre punti grazie alla rete realizzata nella ripresa di Grandinetti. Tanto l’amaro in bocca nell’entourage lucano per una sconfitta giunta dopo una striscia di 9 risultati utili consecutivi in un match tattico ed equilibrato.   

Cronaca. Il Bernalda recupera Timm e Gallitelli ma perde Murò per squalifica e si presenta con il seguente quintetto: Timm, Bocca,  Borges, Saponara, Gallitelli. Dall’altra parte il Cosenza risponde con: Del Ferraro, Grandinetti, Poti, Fedele, Gonzalez. 

Inizio di gara equilibrato ma è il Cosenza a rendersi pericoloso con alcune conclusioni fuori misura. Ci provano i calabresi con Tusar da fuori area: Timm respinge. Il Bernalda reagisce con le conclusioni di Saponara (palla al lato di un soffio) e Bocca (sfera di poco altre la traversa). Con il passare dei minuti il Bernalda prende campo: Bocca chiama in causa nuovamente Del Ferraro, pronto all’intervento. I padroni di casa pericolosi: bella giocata di Amzil sull’out mancino e scarico per Ghislandi, la sua bordata si stampa sulla traversa. Poco dopo l’estremo calabrese Del Ferraro compie una prodezza deviando in corner un diagonale dello stesso Ghislandi. Negli ultimi due minuti di frazione il Cosenza raggiunge il bonus di 5 falli seguito dal Bernalda a 35’’ dal suono della sirena che sancisce il termine della prima frazione con le formazioni che vanno al riposo sullo 0-0. 

Nella ripresa il Bernalda subito pericoloso: assolo di Ghislandi che si accentra e conclude di sinistro con il pallone che sfiora la traversa. Leggero infortunio alla testa per il portiere bernaldese Timm che viene sostituito per pochi secondi da Damelio, abile e pronto a ribattere il tap-in ravvicinato di Poti che ci prova poco dopo trovando la respinta di Timm, rientrato nel frattempo tra i pali della porta bernaldese. E’ il Cosenza, però, a passare in vantaggio con uno spunto sulla catena mancina di Grandinetti, il quale penetra le maglie difensive bernaldesi e supera Timm in uscita per lo 0-1. Il Bernalda cerca subito il pari: Del Ferraro si oppone ad Amzil. Il portiere calabrese respinge di piede anche il tiro di Bocca. La gara è frizzante: il Cosenza scheggia la traversa con una sassata dalla distanza di Marchio. I locali nuovamente pericolosi: Ghislandi da posizione decentrata calcia rete, Del Ferraro respinge con i piedi. Il Bernalda tenta la sortita con Amzil che viene atterrato al momento del tiro (gli arbitri lasciano continuare) e successivamente con Bocca che trova la respinta decisiva di un avversario. La reazione cosentina è nella mezza girata di Gonzalez ma l’opposizione di Bocca risulta decisiva. Ancora gli ospiti pericolosi: Timm è prodigioso in uscita su Grandinetti poi sugli sviluppi dell’azione Tusar calcia fuori misura. Poco dopo occasione ghiotta per il Bernalda: Borges sfonda a sinistra ma da buona posizione calcia al lato. I lucani vicini al gol: Ghislandi scarica a Bocca, il brasiliano si libera per il tiro ma il suo destro lambisce il palo. A 5’:30’’ dalla fine il Cosenza raggiunge il bonus di 5 falli raggiunto dal Bernalda a 4’:13’’. Il tecnico Cipolla si gioca la carta del quinto di movimento (Ghislandi). Poco più tardi il Cosenza commette il sesto fallo con Potì su Amzil portando al tiro libero Ghislandi: il nazionale belga calcia forte ma la sfera termina di poco al lato. I disperati assalti finali bernaldesi trovano sulla propria strada il portiere Del Ferraro in un paio di circostanze e la difesa cosentina che resiste fino al suono della sirena portando a casa il successo. 

BERNALDA FUTSAL: 4 Amzil, 5 Schacker, 6 Borges, 7 Lemos, 10 Gallitelli, 11 Bocca, 14 Damelio, 18 Timm, 22 Fusco, 23 Quinto, 25 Saponara, 99 Ghislandi. All. Cipolla

PIROSSIGENO CITTA’ DI COSENZA: 1Gallo, 4 Poti, 8 Grandinetti, 10 Tusar, 11 Pagliuso, 13 Rosato, 15 Fedele, 17 Gonzalez, 21 Piromallo, 23 Marchio, 24 Del Ferraro, 25 Savuto. All. Tuoto

Arbitri: 1ˆ Dimundo di Molfetta, 2^ Capaldi di Isernia, cronometrista Lacalamita di Bari 

Ammoniti: Rosato (C ), Ghislandi (B), Lemos (B), Marchio (C) 

Marcatori: 3’:37’’ s.t. Grandinetti (C)

Ufficio stampa Bernalda Futsal

Bernalda Futsal: Gallitelli, “non vedo l’ora di scendere in campo”

Nuova sfida al PalaCampagna per il Bernalda Futsal a caccia del successo contro il Pirossigeno Cosenza (calcio d’inizio alle ore 16:00 con diretta tv su Antenna Sud 85). Sarà una partita ad alto coefficiente di difficoltà per Bocca e compagni che troveranno di fronte una compagine in cerca di riscatto dopo la sconfitta rimediata nella gara d’andata. Il tecnico Cipolla avrà nuovamente a disposizione il capitano Mario Gallitelli, assente dai campi di gioco per infortunio dallo scorso dicembre. “Super Mario” è voglioso di rimettersi in gioco e dare una mano ai suoi compagni di squadra proiettati nelle zone nobili della classifica. Ai nostri microfoni Gallitelli parla delle sue attuali condizioni fisiche: “Sto bene però mi manca il ritmo partita com’è normale che sia dopo quasi tre mesi lontano dal parquet. I miei problemi fisici risalgono allo scorso 22 dicembre. Sabato ci sarò, non vedo l’ora di scendere in campo perché mi manca molto la partita. Spero di dare il mio contributo”. Il laterale offensivo lucano ritroverà una squadra profondamente mutata dal futsal mercato e pienamente consapevole dei propri mezzi dopo un inizio stagione caratterizzato da alti e bassi: “La rosa – prosegue Gallitelli - è stata cambiata così com’è mutato il nostro modo di giocare; ci è servito del tempo per acquisire le idee del mister e raggiungere la giusta amalgama. Del resto siamo una squadra molto compatta e il gruppo è fantastico, diciamo pure che siamo come una famiglia e ci sentiamo tutti fratelli. Tra di noi c’è la giusta competizione per dare sempre il massimo sia in allenamento che in partita ma non c’è invidia perché siamo un blocco unico”. Sulla partita contro i calabresi, il calciatore rossoblu afferma: “Mi aspetto un Cosenza arrabbiato per la sconfitta rimediata nella gara d’andata e auspico una gara bellissima e difficile per noi in quanto i calabresi giocano bene”. Divertente il messaggio finale che Mario dedica ai supporters bernaldesi: “Prometto ai tifosi di farli saltare di nuovo con lo striscione che mi hanno dedicato che recita “Se saltelli segna Gallitelli”. Purtroppo al momento non potranno saltare al PalaCampagna ma lo faranno a casa”

Bernalda Futsal, mister Cipolla: “Questa sosta ci farà bene”

Sosta forzata in casa del Bernalda Futsal.
Stavolta il Covid non c’entra perché la gara
in programma sabato prossimo in casa della
capolista FF Napoli è stata rinviata per le
convocazioni tra i partenopei di Arillo
nella Nazionale italiana e Hozjan in quella Slovenia.
Anche tra le fila del Bernalda c’è la lieta e
attesa notizia della convocazione di Marvin Ghislandi
nella rappresentativa belga. Ad ogni buon conto
il match in Campania sarà recuperato venerdì 2
aprile con inizio alle 19:00.

Sull’attuale momento del Bernalda abbiamo
ascoltato il tecnico rossoblu Francesco Cipolla:
“sapevamo della possibilità di questo rinvio
quindi abbiamo appreso la notizia con serenità.
Nulla è cambiato, affronteremo Napoli tra
qualche settimana e proveremo a restare
competitivi come nella gara d'andata,
questa volta però fino al quarantesimo
minuto”. I lucani hanno trovato continuità
di gioco e prestazioni, naturale conseguenza
sono stati i risultati positivi colti da
Bocca e compagni: “Certo – prosegue Cipolla
- siamo a 9 risultati utili consecutivi
e abbiamo la seconda miglior difesa del torneo.
Abbiamo acquisito la consapevolezza che possiamo
giocare contro chiunque. Quando si subentra a
stagione in corso e nel contempo si cambiano tanti
giocatori, ci vuole del tempo per costruire uno
spirito di squadra. Adesso si lavora bene: c'è armonia
tra le componenti della Società e le prestazioni
sono spesso in linea con quello che prepariamo
durante la settimana. I risultati sono una
conseguenza”. La pausa forzata potrebbe
anche spezzare in qualche modo il ritmo dei
rossoblu, su tale aspetto il trainer bernaldese
sottolinea: “il rischio c'è; dal canto nostro
invece di rompere il ritmo vogliamo approfittarne
per mettere a posto alcuni aspetti che ancora
non riusciamo a svolgere in modo congeniale.
Il gruppo di lavoro è sano e ambizioso:
sono certo che questa sosta, prima del tour de
force che ci aspetta fino alla fine del campionato,
ci farà bene”. Il messaggio finale del giovane
trainer è dedicato agli obiettivi dell’ultima
parte della stagione: “Competere contro tutti
guardando solamente al nostro percorso di
crescita. Se poi saremo stati bravi a guadagnarci
la post season, di certo non ci faremo trovare
impreparati”.
 

Ufficio stampa ASD BERNALDA FUTSAL