BERNALDA FUTSAL – POLISPORTIVA FUTURA: 2-1. La doppietta di Gallitelli regala la vittoria ai rossoblù

La vittoria del cuore e del gruppo per i ragazzi di mister Rispoli al culmine di una gara tirata e conquistata in rimonta grazie a due reti di pregevole fattura del capitano Gallitelli dopo il momentaneo vantaggio della Polisportiva Futura realizzato ad inizio match da Camineiro. 

Cronaca. L’Or.Sa Bernalda parte con il seguente starting five: Verdejo, Antonucci, Sanz, Sanchez e Gallitelli. Dall’altra parte la Polisportiva Futura con il quintetto composto da: Parisi, Pannuti, Camineiro, Durante, Zamboni.

L’Or.Sa Bernalda parte subito bene: la mezza girata di Sanz viene respinta dal portiere Parisi. Sul primo affondo gli ospiti passano in vantaggio con una rasoiata di Camineiro che supera Verdejo dopo due deviazioni per lo 0-1. Reagisce subito l’Or.Sa Bernalda: la penetrazione di Antonucci trova pronto Parisi a rifugiarsi in corner. Poco più tardi il portiere calabrese si ripete sul tiro velenoso di Quinto. Clamorosa occasione per i lucani: Gallitelli pesca Antonucci, il suo pallonetto sotto porta termina di poco oltre la traversa mentre, subito dopo, la sassata dalla media distanza viene deviata in angolo da Parisi. E’ il preludio al pareggio lucano che giunge grazie al sinistro al fulmicotone di Gallitelli che finisce sotto l’incrocio per 1-1. La Polisportiva Futura reagisce con un diagonale di Durante, Verdejo respinge. Il portiere rossoblu si ripete su Mallimaci opponendosi con il volto sul violento diagonale del calabrese. Il primo tempo termina con il punteggio di 1-1.

I padroni di casa ripartono nella ripresa con il piglio giusto: Antonucci imbecca Sanchez davanti alla porta avversaria, Parisi si rifugia in corner. Poco più tardi, invece, è Sanz che esplode il destro dalla distanza, la deviazione di Zamboni è provvidenziale per evitare la capitolazione. I calabresi rispondono con un’azione in linea che culmina con la staffilata di Pannuti che scheggia il palo esterno. La gara ha ritmi elevati: la spettacolare rovesciata di Sanz viene disinnescata da Parisi. La Polisportiva è pericolosa con il diagonale di Caminero deviato in tuffo da Verdejo. L’Or.Sa Bernalda sfiora il raddoppio: Antonucci lancia Sanz, il pivot supera Parisi ma viene murato da Mallimaci che evita la rete. I calabresi rispondono con Labate: il suo diagonale scheggia il palo esterno. Sono, però, i rossoblu a raddoppiare: Sanz scarica a Gallitelli, il suo chirurgico diagonale mancino si spegne in rete per il 2-1. I lucani insistono: Parisi è costretto agli straordinari su Sanchez e Sanz mentre, poco dopo, Antonucci sfonda in banda a destra e la mette sul secondo palo ma Zamboni anticipa in modo decisivo Grossi. Sul fronte opposto Zamboni tenta la sortita a rete, Verdejo non si lascia sorprendere; l’estremo dei lucani respinge anche la conclusione di Caminero. L’Or.Sa Bernalda non è da meno: la rasoiata di Antonucci dalla media distanza trova attento Parisi. Negli ultimi tre minuti di gara il tecnico Sacco si gioca la carta del quinto di movimento (Labate). La difesa bernaldese resiste agli assalti finali degli ospiti sfiorando per due volte il 3-1 e portando a casa tre punti preziosi.

Or.Sa BERNALDA FUTSAL: 4 Laurenzana, 5 Lopez, 6 Antonucci, 9 Sanz, 10 Gallitelli, 11 Grossi, 12 De Pizzo, 13 Sanchez, 14 Damelio, 22 Lemma, 23 Quinto, 24 Verdejo. All. Rispoli

POLISPORTIVA FUTURA: 4 Pannuti, 5 Caminero, 7 Labate, 6 Mallimaci, 8 Branca, 10 Durante, 11 Zamboni, 12 Parisi, 17 Imbalzano, 21 Falcone, 22 Claro. All. Sacca

Arbitri: 1ˆ Ciccarelli di Napoli, 2^ Bartoli di Nocera Inferiore, cronometrista Romano di Salerno

Ammoniti: nessuno

Espulso: nessuno

Marcatori: 2:49 p.t. Camineiro (PF), 12:46 p.t. e 12:44 s.t. Gallitelli (B), 

Ufficio stampa Or.sa Bernalda Futsal

Orsa Bernalda Futsal, verso il Team Futura. Mazzei: “I ragazzi hanno voglia di riscatto”. Sanchez: ”Dobbiamo essere più cinici”

Ritorno al PalaCampagna per i ragazzi di mister Rispoli che sabato prossimo con inizio alle 16:00 affronteranno il Team Futura calcio a 5 per la 4^ giornata di campionato. Questa la presentazione del match da parte del direttore generale rossoblu Giuseppe Mazzei: “I ragazzi sono arrabbiati per il match di Cosenza perché non meritavano un passivo così pesante quindi hanno voglia di dimostrare il loro valore e sicuramente sarà una bella battaglia. Loro sono una bella squadra con delle buone individualità; noi però giocheremo in casa e faremo di tutto per vincerla”. Un passo indietro temporale da parte del giovane dirigente lucano proprio sul match perso a Cosenza: “Siamo molto soddisfatti dell’interpretazione della gara da parte dei nostri ragazzi a Cosenza in quanto per lunghi tratti del match abbiamo tenuto testa agli avversari soprattutto quando perdevamo per 3-2, malgrado l’espulsione non ci siamo disuniti anzi li abbiamo messi sotto confezionando alcune buone opportunità per pareggiare, non ho nulla da rimproverare alla squadra. L’arbitraggio? Purtroppo a volte questi direttori di gara soffrono di manie di protagonismo sostituendosi ai giocatori che sono i veri protagonisti delle partite”. La compagine dell’Or.Sa Bernalda sta completando la sua fase di crescita e di amalgama in quanto team profondamente rinnovato rispetto alla passata stagione; serve ovviamente un po’ di tempo e di pazienza: “Sono migliorabili tanti aspetti nella squadra a partire dal gruppo rinnovato che deve trovare la giusta coesione e anche l’attenzione in alcuni momenti topici delle gare; in buona sostanza dobbiamo essere più attenti e concentrati purtroppo non abbiamo al momento una panchina lunga e possiamo contare su pochi cambi. Per esempio l’assenza di un solo calciatore, a Cosenza mancava Quinto, costringe gli altri ad avere lunghi minutaggi”. Uno dei nuovi arrivi del futsal mercato estivo è stato Mauro Sanchez che in merito alla prestazione di Cosenza afferma: “Abbiamo giocato con una squadra tra le più forti del girone, penso sia stata una partita bella da vedere, noi abbiamo giocato meglio; loro riuscivano ad arrivare a rete con più facilità rispetto a noi che dovevamo essere più cattivi e cinici sotto porta, in ogni caso ritengo che abbiamo disputato una buona partita. Siamo consapevoli di essere pochi e di avere una panchina corta, invece, il Cosenza ha ruotato con otto elementi mentre nel finale di gara la nostra squadra, dopo l’espulsione di Turek e a causa di qualche elemento infortunato, ha giocato con soli 5 elementi. Penso che questa sia stata la principale differenza tra le due squadre”. Il difensore ispano-argentino si sofferma sugli aspetti sui quali la compagine lucana deve crescere per completare la fase di maturazione secondo i dettami del tecnico Rispoli: “Possiamo migliorare in virtù del fatto che siamo una squadra rinnovata rispetto alla passata stagione; dobbiamo lavorare tanto in allenamento e in particolare penso che l’aspetto da curare con maggiore attenzione sia proprio quello della cattiveria sotto porta. Ampliando il concetto bisogna essere più attenti in ogni fase di gioco. Ci sono tutte le attenuanti del caso in quanto siamo un complesso rinnovato che sta imparando a conoscersi, del resto stiamo lavorando con il mister da poco più di un mese e mezzo. Ad ogni buon conto sono fiducioso perché con il lavoro e il tempo arriveranno sicuramente i risultati”. Il pensiero finale di Sanchez è dedicato all’incontro di sabato prossimo contro il Team Futura calcio a 5: “Sarà una sfida dura, la loro squadra è composta da giocatori esperti e dotati di una buona fisicità. Conosco alcuni calciatori che lo scorso anno militavano nel Cataforio con i quali ho giocato da avversario. Da parte nostra dovremo giocare in maniera lineare a due tocchi e soprattutto bisognerà correre tanto perché è una nostra caratteristica ma non è nelle corde dei nostri avversari. Dovremo limitare al massimo gli errori perché in questa categoria quando sbagli vieni punito. Dovremo più giocare sulla coralità della manovra e meno sulle giocate individuali e, lo ribadisco, essere più cinici per concretizzare le occasioni da rete; questa, a mio parere, è la strada giusta ma dovremo continuare a lavorare”

Ufficio stampa Or.Sa Bernalda Futsal

CITTA’ DI COSENZA – OrSa BERNALDA FUTSAL: 6-2. I lucani cadono con onore nella difficile trasferta cosentina

Sfortunata la prima trasferta in campionato per l’Or.Sa Bernalda Futsal sconfitta per 6-2 sul terreno del Pirossigeno Città di Cosenza in una partita ricca di occasioni da rete e ben giocata da entrambe le squadre. Resta il neo di una direzione arbitrale assolutamente insufficiente che ha rischiato d’innervosire l’incontro con ammonizioni eccessivamente severe oltre all’espulsione di Turek nella ripresa, episodio che ha condizionato il tentativo di rimonta lucana contro il più quotato avversario. L’episodio, comunque, non inficia il valore del Cosenza di Tuoto, formazione destinata a recitare un ruolo da protagonista nel girone e attualmente a punteggio pieno dopo tre giornate di campionato.  

Cronaca. L’Or.Sa Bernalda parte con il seguente start five: Verdejo, Antonucci, Sanz, Sanchez e Turek. Dall’altra parte il Pirossigeno Città di Cosenza con: Del Ferraro, Poti, Grandinetti, Fedele e Alex. 

Il Cosenza parte subito in proiezione offensiva: Alex impegna il portiere Verdejo mentre, poco istanti più tardi è sempre Alex a non trovare il tap-in vincente a pochi passi dalla porta. L’Or.sa Bernalda reagisce con un paio di conclusioni dalla distanza in particolare con Turek e Antonucci, quest’ultimo da distanza siderale  trova pronto l’estremo Del Ferraro. I calabresi tengono maggiormente in mano il pallino del gioco ma sono gli ospiti a mancare una clamorosa palla-gol con l’indisturbato Grossi, il suo tiro viene intercettato da una prodezza di Del Ferraro. Anche il Cosenza vicino alla rete: l’assolo di Iozzino e il suo successivo diagonale coglie entrambi i pali senza insaccarsi. A metà frazione il Cosenza passa in vantaggio con il chirurgico sinistro di Poti per 1-0. Proprio Poti poco dopo chiama all’intervento Verdejo. L’Or.Sa Bernalda, però, resta sul pezzo con Turek, il suo tiro ravvicinato trova attento Del Ferraro a chiudere lo specchio della porta. Poco più tardi sono i padroni di casa a sfiorare il raddoppio: Verdejo è prodigioso sul tiro ravvicinato di Grandinetti. La seconda rete è solo rimandata e arriva grazie ad un preciso diagonale di Scigliano. Sulle ali dell’entusiasmo un minuto più tardi lo stesso Scigliano recupera la sfera e tenta la sortita a rete ma il suo diagonale finisce sul fondo. Poco dopo, invece, è Verdejo ad opporsi nuovamente a Scigliano. L’Or.sa Bernalda prova a scuotersi: Sanz pesca sul secondo palo Gallitelli che in scivolata mette sul fondo mentre, poco più tardi Sanz impegna Del Ferraro. E’ il preludio alla rete lucana: Sanz lancia Turek, il quale supera Del Ferraro depositando in rete per il 2-1. Il Cosenza si riversa nuovamente in avanti: Grandinetti chiama all’intervento Verdejo; il risultato non cambia con le squadre al riposo sul 2-1 in favore dei locali. 

I lucani iniziano la ripresa con il piglio giusto: prima la conclusione di Turek trova l’opposizione di Del Ferraro e successivamente Sanz batte a colpo sicuro a porta sguarnita ma un avversario salva provvidenzialmente sulla linea. Accade di tutto in un minuto con Morgade che sfiora la rete in due circostanze con Verdejo abile ad opporsi. Tra le sue opportunità cosentine un affondo improvviso dello stesso portiere argentino, il cui diagonale viene bloccato dal dirimpettaio Del Ferraro.  Il Cosenza cala il tris con il sinistro di Scigliano per il 3-1. L’Or.Sa Bernalda vicina alla rete: Turek dalla distanza trova la respinta di Del Ferraro, sulla sfera si avventa Grossi che colpisce il palo. Diventa protagonista assoluto il secondo arbitro Schillaci di Enna che ammonisce prima il capitano Gallitelli e successivamente Turek, già ammonito, per simulazione espellendo il giocatore bernaldese. I lucani anche in inferiorità numerica riescono ad accorciare le distanze con un rapido triangolo tra Antonucci e Sanz con il pivot lesto a mettere in rete il 3-2. I padroni di casa tentano il nuovo allungo cogliendo il palo con Grandinetti. Dall’altra parte gli ospiti ci credono: Sanz impegna su punizione Del Ferraro che poco dopo si oppone anche sul destro teso di Sanchez. L’Or.sa Bernalda manca il pari: Sanz per eccesso di altruismo serve lateralmente Gallitelli che viene murato dal prodigioso intervento di Del Ferraro. Poco più tardi, invece, è Morgade a respingere la botta a colpo sicuro di Sanz. La gara è frizzante: Poti chiama alla ribattuta con il corpo il portiere bernaldese Verdejo. I calabresi calano il poker: Scigliano innesca Poti, il tiro non è irresistibile ma inganna il portiere Verdejo per il 4-2. Il tecnico Rispoli si gioca la carta del quinto di movimento (Sanchez) ma sono i cosentini a passare ancora con Fedele, il quale sfrutta un errore difensivo dei lucani per depositare in rete per il 5-2. Negli ultimi istanti di gara il Cosenza arrotonda il risultato con il tap-in di Iozzino per il 6-2 finale. Al termine del match abbiamo raccolto le dichiarazioni di Alfredo Plati, presidente dell’Or.Sa Bernalda Futsal: “Complimenti al Cosenza che ha confermato il proprio valore, una nota negativa per la direzione di gara soprattutto del secondo arbitro che si è “divertito” a sventolare cartellini ai giocatori condendoli con sorrisi davvero irritanti. La società Or.Sa Bernalda è stanca di assistere a queste gare con arbitri che vogliono ergersi a protagonisti al posto degli atleti; come Società non tolleriamo più “spettacoli” del genere con direzioni arbitrali assolutamente non all’altezza”

PIROSSIGENO CITTA’ DI COSENZA: 1 Gallo, 2 Iozzino, 4 Poti, 7 Morgade, 8 Grandinetti, 10 Scigliano, 11 Pagliuso, 14 Canonaco, 15 Fedele, 17 Alex, 24 Del Ferraro, 25 Savuto. All. Tuoto

OrSa BERNALDA FUTSAL: 4 Laurenzana, 6 Antonucci, 9 Sanz, 10 Gallitelli, 11 Grossi, 12 De Pizzo, 13 Sanchez, 14 Damelio, 15 Turek, 22 Lemma, 23 Quinto, 24 Verdejo. All. Rispoli

Arbitri: 1ˆ Amato di Ragusa, 2^ Schillaci di Enna , cronometrista Di Benedetto di Lamezia Terme 

Ammoniti: Sanz (B), Antonucci (B), Turek (B), Gallitelli (B) Del Ferraro (C ), Scigliano (C )

Espulso: Turek (B)

Marcatori: 9:25 p.t. Poti (C ), 16:42 p.t. Scigliano (C ), 18:57 p.t. Turek (B), 4’:24 s.t. Scigliano (C ), 8:42 s.t. Sanz (B), 14:21 s.t. Poti (B), 16:21 s.t. Fedele (B), 19:28 s.t. Iozzino (C ) 

Ufficio stampa Or.sa Bernalda Futsal

Orsa Bernalda Futsal, verso Cosenza. Gallitelli: “Gara difficile dovremo stare sempre sul pezzo”

Prima trasferta stagionale per l’Or.Sa Bernalda Futsal che sabato prossimo alle ore 16:00 affronterà al PalaFerraro il Pirossigeno Città di Cosenza. Sull’ostico confronto che attende i ragazzi di Cesare Rispoli abbiamo ascoltato il capitano rossoblu Mario Gallitelli: “La gara di Cosenza sarà una gara molto difficile. Bisogna concentrarsi dal primo minuto e stare sempre sul pezzo. Ci aspetterà un Cosenza affamato di vittoria”. Il laterale bernaldese è tornato a “casa” dopo la breve esperienza dello scorso anno all’estero, queste le sue sensazioni nel ritornare al PalaCampagna: “È stato emozionante con il nostro pubblico finalmente dopo tanto tempo, è stata una sensazione incredibile! Spero che nel proseguo del campionato si potrà riempire il nostro caloroso Palazzetto come negli anni scorsi quando non c’era la pandemia finalmente stiamo ritornando gradualmente alla normalità”. Gallitelli si esprime anche sulla nuova squadra profondamente rivoluzionata rispetto a quella che aveva lasciato nel corso della passata stagione: “A mio parere i margini di miglioramento sono davvero notevole, siamo un gruppo nuovo e ancora non ci conosciamo al 100%; dobbiamo creare l’amalgama giusta per raggiungere i nostri obiettivi”. Negli anni passati il laterale bernaldese ha accusato diversi acciacchi fisici che gli hanno impedito di fornire il suo contributo alla squadra con continuità, adesso la condizione è in crescita con la speranza di mettersi definitivamente alle spalle gli infortuni: “Il mio stato di forma non è massimale, devo ancora migliorare molto sia sotto l’aspetto mentale che fisico. Non ti saprei giudicare la percentuale del mio stato di forma attuale ma posso affermare con certezza che ho intrapreso la strada giusta”. L’ultima battuta è dedicata al cambiamento di look del capitano che all’esordio in campionato ha sfoggiato un’eccentrica capigliatura biondo platino; alcuni hanno ipotizzato il pegno per una scommessa persa ma lui chiarisce: “Il cambiamento di colore dei capelli è solamente un desiderio che avevo da tanto tempo, tutto qua”

Foto: Leo Campagna

Orsa Bernalda Futsal, il presidente Plati tra presente, futuro prossimo e progetto giovani

Turno di riposo in casa Bernalda dopo l’esordio vittorioso in campionato contro la Gear Siaz Piazza Armerina siamo tornati sul match di sabato scorso commentandolo a “mente serena” con il presidente rossoblu Alfredo Plati: “E’ stato un esordio positivo la squadra inizia a girare seguendo i dettami di mister Rispoli; la partita è stata divertente e devo fare i complimenti ai nostri avversari che hanno contribuito a dare vita ad una gara a tratti spettacolare in bilico fino all’ultimo quando siamo stati noi a spuntarla rendendo il risultato più rotondo per bravura e un pizzico di fortuna. Questi primi tre punti ci serviranno per il nostro morale e per acquisire maggiore consapevolezza nei nostri mezzi”. Quest’anno il club dopo la fusione con l’Or.sa Viggiano ha composto un roaster di giovani di talento e ambizioni puntando soprattutto sulla valorizzazione degli elementi locali messi a disposizione del tecnico Cesare Rispoli: “Abbiamo allestito una rosa giovane – dice il presidente – con qualche calciatore esperto che darà una grossa mano ai nostri ragazzi; il motivo d’orgoglio è vedere tanti elementi locali in campo a sudare la maglia come Peppe Grossi che è anche andato a rete sabato scorso; l’augurio è quello di vedere anche gli altri nostri giovani segnare dei gol importanti. Chiaramente il progetto di quest’anno è stato pensato proprio in questo modo per permettere ai nostri ragazzi di avere più spazio e minutaggio nell’arco delle gare, adesso sta a loro crederci vestendo i panni dei protagonisti e non più quelli da comprimari destinati ai minuti finali delle partite incanalate a nostro favore. Ora i giovani hanno davvero l’opportunità di mettersi in mostra, del resto la società e il mister devono puntare sul di loro”. Giusto in questo momento volare basso in particolare agli albori di una stagione difficile in un girone pieno d’insidie, nessun obiettivo comunque è precluso per la compagine lucana: “Le aspettative – conclude il massimo dirigente rossoblu- sono quelle di raggiungere la salvezza con largo anticipo e poi penseremo ad altri obiettivi come l’accesso ai play off. Diciamo pure che non ci precludiamo nulla, siamo felici di questo inizio di stagione e stiamo lavorando in vista della trasferta di Cosenza di sabato 23 ottobre” 

Ufficio stampa Orsa Bernalda Futsal

OR.SA BERNALDA FUTSAL – GEAR SIAZ PIAZZA ARMERINA: 6-3. Buona la prima dei rossoblu usciti alla distanza

Buona la prima per l’Or.sa Bernalda targata Rispoli al culmine di una gara accesa e senza esclusione di colpi con le due formazioni che hanno giocato a viso aperto per l’intero arco della gara. Nel finale sono emersi i lucani che sono riusciti a piegare la resistenza di un arcigna e quadrata Gear Siaz Piazza Armerina con le reti di Turek e Sanchez per il 6-3 finale.

Cronaca. L’Or.sa Bernalda targato Rispoli alla prima si schiera con: Verdejo, Antonucci, Turek, Sanchez, Sanz. Dall’altra parte la Gear Siaz Piazza Armerina presenta lo star five con: Amato, Da Rocha, De Angostini, Bruno,  Fabinho. 

Al primo affondo l’Or.sa Bernalda passa in vantaggio: Antonucci serve Sanz che la mette in rete per 1-0. Il pivot rossoblu concede il bis dopo due minuti con una mezza girata su angolo calciato da Antonucci per il 2-0. L’Or.sa sfiora la terza segnatura con un tiro di Antonucci su invito di Sanchez con la sfera che sorvola il montante. La Gear Siaz reagisce e agguanta il pareggio con un rapido uno-due: il primo gol con una conclusione da distanza siderale di Gallinica seguito dal tap-in vincente di Fabinho per il 2-2. La gara si accende con occasioni da entrambe le parti: il siciliano Rinaudo con un tiro pericoloso lambisce il palo. Risponde l’Or.sa Bernalda: Sanz batte una rimessa per il mancino di Gallitelli che chiama il portiere Amato all’intervento prodigioso in corner. A metà ripresa si infortuna Fabinho che a seguito di un contrasto di gioco finisce sulle balaustre ed è costretto a lasciare temporaneamente il campo. Gli ospiti sono insidiosi con Rinaudo che innesca Bruno, il suo tiro trova l’opposizione dell’estremo Verdejo. La Gear Siaz è sempre pericolosa: Tamurella su punizione trova la decisiva deviazione di un avversario sulla linea di porta. L’Or.sa Bernalda non è da meno con Turek sugli sviluppi di un calcio piazzato dal limite dell’area e Sanz ma il portiere Amato fa buona guardia. La Gear Siaz a sua volta cerca la sortita offensiva con un paio d’iniziative di Gallinica, la difesa bernaldese con difficoltà riesce a salvarsi. In chiusura di frazione palla-gol per l’Or.sa Bernalda: Sanz lancia Antonucci, il quale calcia a botta sicura ma il pallone lambisce il palo. L’ultima occasione della prima frazione è appannaggio dei siciliani: la staffilata di Gallinica incontra la risposta di piede di Verdejo. Le squadre vanno al riposo sul risultato di 2-2. 

Ad inizio ripresa parte bene la Gear Siaz: Bruno chiama alla respinta Verdejo mentre poco dopo un diagonale di Da Rocha si spegne al lato. Passano pochi istanti per l’intervento del portiere bernaldese che ribatte una punizione di Gallinica ma sono i padroni di casa ad andare vicini alla terza rete in due occasioni con Turek (Amato è pronto all’intervento) e in una circostanza con un pallonetto di Sanz deviato sulla linea da Fabinho. Gli ospiti raggiungono i bonus di 5 falli a 13 minuti dal suono della sirena. Cerca di approfittarne l’Or.sa Bernalda in ripartenza Turek e Sanz, però, in ripartenza non sono cinici a metterla in rete mentre sul ribaltamento di fronte Rinaudo impegna Verdejo. L’appuntamento con il gol è solo rimandato perché l’Or.sa Bernalda poco più tardi torna in vantaggio: i lucani sviluppano una buona trama di gioco culminata dalla rasoiata di Grossi che si spegne sotto l’incrocio per il 3-2. I locali allungano calando il poker con una splendida girata di Turek per il 4-2. Non tarda la reazione dei siciliani : De Agonistini pesca Bruno per il tap-in vincente del 4-3. La Gear Siaz si gioca il tutto per tutto con il quinto di movimento (Gallinica) e va vicina al pari: Da Rocha sottrae la palla ad Antonucci e calcia a rete, Verdejo si oppone evitando la capitolazione. L’Or.sa Bernalda scrive i titoli di coda del match negli ultimi minuti: Turek dalla lunga distanza griffa il 5-3 mentre Sanchez, poco più tardi, con un colpo di testa sfrutta un lancio lungo dalle retrovie segnando il definitivo 6-3. 

OrSa BERNALDA FUTSAL: 4 Laurenzana, 6 Antonucci, 9 Sanz, 10 Gallitelli, 11 Grossi, 12 De Pizzo, 13 Sanchez, 14 Damelio, 15 Turek, 22 Lemma, 23 Quinto, 24 Verdejo. All. Rispoli

GEAR SIAZ PIAZZA ARMERINA: 1 Muscara, 2 Amato, 6 Maddiona, 10 Gallinica, 11 Bruno, 13 Da Rocha, 20 Cannetti, 22 Tamurella, 26 De Agostini, 28 Rinaudo, 94 Fabinho. All. Trota

Arbitri: 1ˆ Mancuso di Vibo Valentia , 2^ Crocifoglio di Napoli , cronometrista Talaia di Policoro 

Ammoniti: Sanz (B), Sanchez (B), Da Rocha (A), De Agostini (A), Bruno (A), Fabinho (A), Gallitelli (B), Turek (B)

Marcatori: 0:37 p.t. Sanz (B), 2:08 p.t. Sanz (B), 3:54 p.t. Gallinica (A), 4:55 p.t. Fabinho (A), 11:58’ s.t. Grossi (B), 14:10 s.t. Turek (B), 15:13 s.t. Bruno (A), 18:37 s.t. Turek (B), 19:17 s.t. Sanchez (B)

Ufficio stampa Or.sa Bernalda Futsal

Orsa Bernalda Futsal, verso l’esordio in campionato. Rispoli: “Voglio una squadra affamata come me!”

Conto alla rovescia in casa dell’Orsa Bernalda Futsal per l’esordio in campionato al PalaCampagna contro la Gear Siaz Piazza Armerina con calcio d’inizio fissato sabato 9 ottobre alle ore 16:00 (la gara sarà trasmessa dalla piattaforma web  Bernalda Sport). In estate la rosa rossoblu è stata oggetto di un corposo restyling che ha coinvolto anche l’area tecnica con l’ingaggio del trainer Cesare Rispoli, “cavallo di ritorno” dopo l’esperienza trascorsa da giocatore con il club lucano. Proprio il neo tecnico parla della fase di preparazione affrontata nel periodo estivo: “E’ stata un’ottima preparazione, la squadra è pronta e i nostri ragazzi sono pronti sotto il profilo psicofisico. E’ chiaro che ci vuole un po’ di tempo per assimilare al meglio determinati dettami tattici comunque i calciatori mi stanno seguendo, lavorano e soprattutto hanno voglia di emergere. Abbiamo una squadra giovane chiaramente dobbiamo crescere e di sicuro miglioreremo”. Dopo i test estivi adesso si fa sul serio con la prima di campionato da affrontare sul terreno amico con i siciliani della Gear Siaz Piazza Armerina: “Loro – prosegue il tecnico bernaldese- hanno già alle spalle un anno d’esperienza e sono guidati da un ottimo allenatore brasiliano così come noi loro hanno profondamente mutato la squadra cambiando molti giocatori e in organico possiedono un buon portiere. Di sicuro è una formazione che punterà in alto. Noi dobbiamo preoccuparci solo di tenerli testa”. Sugli obiettivi stagionali Rispoli ha le idee chiare: “Vogliamo essere l’outsider del girone nel corso del torneo ci renderemo conto delle nostre reali potenzialità. La mia filosofia è quella di arrivare al risultato attraverso il gioco; lo ribadisco siamo una squadra giovane con tanta voglia di emergere e migliorarsi perché ovviamente abbiamo qualche lacuna da colmare”. Il messaggio finale è riservato agli aggettivi dell’Orsa Bernalda targata Rispoli: “Voglio una squadra cazzuta, ordinata e soprattutto affamata come lo ero io!!!”

Ufficio stampa Orsa Bernalda Futsal