OrSa BERNALDA FUTSAL – REGALBUTO: 3-3. I rossoblù agguantano il pari con un super finale

Cuore, grinta e muscoli per i ragazzi di Cesare Rispoli che contro ogni avversità e contro pronostico recuperano negli ultimi minuti una partita che sembrava persa di fronte al Regalbuto: la migliore formazione vista all’opera quest’anno al PalaCampagna. Sugli scudi in casa bernaldese il portiere Damelio e l’imprendibile Turek, autore di tutte e tre le marcature bernaldesi.

Cronaca. L’Or.Sa Bernalda parte con il seguente start five: Damelio, Antonucci, Sanz, Sanchez e Turek. Dall’altra parte il Regalbuto con il quintetto composto da: La Rocca, Wallace, Russo, Martinez, Lo Cicero.   

L’Or.sa Bernalda ci prova subito con Turek: La Rocca chiude la porta. Risponde il Regalbuto: Lo Cicero impegna Damelio mentre, poco dopo, Capuano scarica a Castro, il suo diagonale viene respinto con i piedi da Damelio. I lucani vicini al gol: Antonucci per Turek che si libera al tiro e calcia a rete, La Rocca si oppone. Anche i siciliani mancano clamorosamente due occasioni da rete: Damelio è strepitoso prima su Wallace lanciato a rete e qualche istante dopo sul tap-in ravvicinato di Martinez sugli sviluppi di un corner. Lo stesso Martinez chiama ancora alla respinta l’estremo rossoblu con una sassata dalla distanza. I padroni di casa restano in inferiorità numerica per l’espulsione per doppia ammonizione di Sanz, oltre al danno anche la beffa per i lucani che raggiungono il quinto fallo. Il Regalbuto vicino al gol con Capuano e Vitale, Damelio è nuovamente decisivo. Nulla può il portiere bernaldese sul tiro sul primo palo di Capuano. 

Nella ripresa l’Or.Sa Bernalda ci prova con Quinto: La Rocca è abile a sventare la minaccia. Il Regalbuto aumenta nuovamente i giri: il destro di Castro trova pronto Damelio che si rifugia in angolo; qualche minuto più tardi l’estremo bernaldese si ripete su Basso. Il raddoppio è solo rimandato: Capuano innesca l’indisturbato Martinez che insacca il 2-0. I lucani provano a reagire: Quinto scalda le mani a La Rocca che devia in angolo. La gara si infiamma con occasioni per entrambe le squadre: Damelio ribatte un diagonale di Capuano. La partita si incattivisce: nelle fila siciliane viene espulso per proteste Wallace dalla panchina. Il Bernalda è vivo: triangolo Antonucci-Turek con quest’ultimo che da posizione defilata infila La Rocca per 1-2. La gioia bernaldese dura poco perché Capuano con un’astuzia balistica griffa 1-3 per gli ospiti.  Negli ultimi 5 minuti mister Rispoli si gioca la carta del portiere di movimento (Antonucci): i frutti vengono colti da Turek, il suo sinistro batte La Rocca per il 2-3; il nazionale slovacco è scatenato e pochi minuti più tardi sfonda sull’out mancino e fredda La Rocca con un mortifero diagonale per il 3-3. Il tecnico dei siciliani Reali si gioca la carta del 5 di movimento (Andrea Vitale): Damelio è super su due conclusioni ravvicinate di Lo Cicero. Finisce 3-3 con gli applausi dei tifosi rossoblu per i propri beniamini. 

OrSa BERNALDA FUTSAL: 4 Laurenzana, 5 Lopez, 6 Antonucci, 9 Sanz, 10 Gallitelli, 11 Grossi, 12 De Pizzo, 13 Sanchez, 14 Damelio, 15 Turek, 22 Lemma, 23 Quinto. All. Rispoli

FUTSAL REGALBUTO: 2 Wallace, 5 Basso, 7 Chiavetta, 8 Vitale Francesco, 11 Castro, 14 Martinez, 17 Capuano, 18 Vitale Andrea, 19 Ferrante, 20 Lo Cicero, 26 Leotta, 77 La Rocca. All. Reali

Arbitri: 1ˆ De Candia di Molfetta, 2^ Lacalamita di Bari, cronometrista Talaia di Policoro

Ammoniti: Sanz (B), Wallace (R), Turek (B), Basso (R ), Grossi (B)

Espulso: 16:00 p.t. Sanz (B), 11:40 s.t. Wallace (R)

Marcatori: 16:56 p.t. Capuano (R), 5:34 s.t. Martinez (R), 12:19 s.t. Turek (B), 12:35 s.t. Capuano (R), 15:55 s.t. Turek (B), 17:35’ s.t. Turek (T)

Ufficio stampa Or.sa Bernalda Futsal

Orsa Bernalda Futsal, verso il Regalbuto. Rispoli: “Dai miei ragazzi voglio determinazione, carattere e…gli occhi della tigre”

L’Or.Sa Bernalda ha voglia di riscatto e necessità di tornare al successo per ridare smalto alla classifica dopo il punto conquistato nelle ultime due gare. Troppo poco per quanto espresso dai lucani soprattutto nel match interno contro il Catanzaro mentre a Giovinazzo la sconfitta è stata in parte figlia degli infortuni. Proprio il tecnico dell’Or.Sa Bernalda Cesare Rispoli commenta così la partita di Giovinazzo: “Siamo stati in gara nel primo tempo fino al 4-3 però sono mancate le forze dopo la rinuncia a due elementi importanti come Antonucci e successivamente Gallitelli, entrambi per infortunio. Sono convinto che se avessimo avuto a disposizione questi due elementi per l’intero arco del confronto ci saremmo giocati la gara alla pari con il Giovinazzo, invece, abbiamo disputato il secondo tempo con un organico depauperato da queste assenze e i nostri avversari hanno mostrato maggiore freschezza fisica potendo puntare anche su una panchina lunga. Lo ripeto nel primo tempo abbiamo giocato alla pari riuscendo anche a portarci in vantaggio poi alcuni errori individuali ci hanno penalizzato”. Per quanto riguarda le difficoltà incontrate al momento dai rossoblu in trasferta e gli auspici della squadra targata Rispoli, il tecnico afferma: “Auspico una squadra che giochi bene sia in casa che in trasferta comunque, a parte la sconfitta di sabato scorso, credo che abbiamo tenuto bene il campo sia a Cosenza che a Cassano, in entrambe le circostanze abbiamo sbagliato tanti gol così come gli abbiamo mancati in casa in particolare con il Catanzaro. Sabato scorso, al contrario, la ripresa è stata quasi disastrosa per le assenze degli infortunati che ho citato prima. A parte questo aspetto dobbiamo migliorare acquisendo maggiore personalità, determinazione, cinismo, più cattiveria nei contrasti e nell’uno contro uno, oltre a maggiore consapevolezza nei propri mezzi. Se non riusciremo ad acquisire tali caratteristiche resteremo una bella squadra che si specchia ma fine a se stessa”. Il tecnico bernaldese valuta il livello del campionato che giudica sostanzialmente equilibrato e dai risultati imprevedibili senza una vera e propria “regina” del girone: “Ci sono giocatori esperti che hanno militato in squadre importanti e soprattutto a livello fisico sono ben strutturati, il campionato è molto equilibrato perché rispetto all’anno scorso non c’è una formazione ammazzacampionato come il Napoli quindi si può vincere e perdere con tutti per esempio Cassano che ha vinto 7-2 con la Futura, il Catanzaro che ha perso di misura contro il Cosenza e il Giovinazzo che aveva perso contro la Gear”. Ora al PalaCampagna salirà il Regalbuto: appuntamento sabato 27 novembre con inizio alle ore 16:00. In merito alla partita Rispoli dice: “Regalbuto è una squadra che sbaglia poco, molto quadrata e tosta. Io, però, voglio guardare in casa nostra e mi aspetto dai ragazzi più giovani voglia di rivalsa, voglio vedere “gli occhi della tigre”, la cattiveria agonistica giusta e tanta determinazione. Abbiamo anche qualche recriminazione per questo scorcio di stagione in particolare se avessimo vinto contro il Catanzaro adesso avremmo 9 punti in classifica e saremmo in una buona posizione. In casa non possiamo permetterci di perdere punti e auspico per sabato di recuperare Antonucci e Gallitelli…Ripeto mi aspetto una risposta sotto il profilo del temperamento da parte dei nostri ragazzi!”  

Ufficio stampa Or.Sa Bernalda Futsal

Orsa Bernalda Futsal, verso il Giovinazzo. Plati: “Sarà un confronto intrigante e apertissimo”

Nella mente l’ottima prova di sabato scorso contro il Catanzaro: prestazione gagliarda, di garra e cuore ma non sufficiente a conquistare i tre punti per “colpa” di un ingrediente ancora mancante: il cinismo. Prima di valutare questo aspetto il presidente rossoblu Alfredo Plati esamina l’ultimo match disputato dai ragazzi di Rispoli: “Ritengo che dalla gara di sabato scorso siano emersi gli ulteriori passi in avanti dal punto di vista del gioco e siamo davvero sulla buona strada per quella crescita e maturazione che noi della società auspicavamo. Non è stato facile recuperare due reti al Catanzaro, a questo proposito formulo i complimenti ai nostri avversari per la prestazione; del resto hanno in rosa un tecnico preparato e elementi esperti per questa categoria”. Il massimo dirigente lucano parla anche della grande mole di gioco del team rossoblu che non trova, al momento,  adeguati riscontri in fase realizzativa: “Per quanto riguarda il cinismo penso sia dovuto principalmente alla bravura dei portieri avversari purtroppo ci è capitato anche di sbagliare reti anche quando l’estremo avversario era fuori causa ma questo aspetto lo archivio come momento negativo che stiamo attraversando in fase realizzativa. Ad ogni buon conto sono sicuro che abbiamo in organico gli uomini giusti per finalizzare la corposa manovra offensiva sviluppata nell’arco delle gare”. Sabato prossimo l’Or.sa Bernalda farà visita al Giovinazzo con il chiaro obiettivo di eliminare lo zero in classifica dei punti conquistati in trasferta: “La gara con il Giovinazzo sarà un confronto intrigante e apertissimo, loro sono una squadra molto forte a livello qualitativo c’è anche il nostro ex Saponara che entra sempre nel tabellino dei marcatori; credo che assisteremo ad una partita di ottimo livello”

QUINTO. Tra i giovani più interessanti della cantera bernaldese Mario Quinto potrebbe essere alla stagione della definitiva consacrazione ad alti livelli nel futsal di serie A2 grazie soprattutto al lavoro di Cesare Rispoli, tecnico molto attento alla crescita dei giovani. Sulla partita di sabato scorso al PalaCampagna, Quinto non ha dubbi ed afferma: “Credo che chi abbia visto la partita sa che meritavamo la vittoria, abbiamo avuto tantissime palle gol purtroppo non siamo riusciti a chiudere la partita”. Proprio il laterale rossoblu ha avuto sul piede uno dei match-ball per chiudere la contesa nella ripresa descrivendo così l’occasione mancata: “Forse nella circostanza mi è mancata la lucidità e la freddezza necessaria, la sera prima di addormentarmi ho ripensato mille volte a quella occasione però ormai non si può tornare indietro; inutile pensare al passato dobbiamo riscattarci immediatamente”. Sul nuovo gruppo che è nato sul progetto della “linea verde” il calcettista dice:“E un gruppo giovane che deve crescere, siamo un bel team nuovo e dobbiamo essere una famiglia perché l’unione può portare a grandi risultati. Secondo me siamo sulla buona strada, il mister sta facendo un grandissimo lavoro sia sul piano tecnico che motivazionale, da lui si impara molto e alle spalle abbiamo una società sempre presente. Personalmente ho tanti aspetti da miglioraresoprattutto sull’atteggiamento in campo ma mi sento pronto per dare una mano alla squadra”. Il pensiero finale è per la sfida di Giovinazzo:“Dobbiamo giocare contro una delle più forti del girone, lo dice la classifica perciò dobbiamo prepararci al meglio ed essere concentrati”

Ufficio stampa Or.Sa Bernalda Futsal

ORSA BERNALDA FUTSAL – CATANZARO FUTSAL : 2-2. I rossoblu trovano sulla propria strada un super Rotella.

Una gara spettacolare andata in scena al PalaCampagna tra due formazioni che non si sono risparmiate nell’arco dell’intero incontro, resta comunque l’amaro in fondo al calice per l’Or.Sa Bernalda che ai punti avrebbe meritato la vittoria alla luce delle numerose palle-gol confezionate nell’intera gara. Ad ogni buon conto bisogna rimarcare la prepotente reazione di carattere dei lucani che sono riusciti a recuperare il doppio svantaggio di 0-2 maturato nella prima parte della gara rimontato dalle reti di Gallitelli (su rigore) negli scampoli finali del primo tempo e di Turek nella ripresa. Da sottolineare la prova eccellente del portiere catanzarese Rotella autentico man of the match.  

Cronaca. L’Or.Sa Bernalda parte con il seguente start five: Verdejo, Antonucci, Sanz, Sanchez e Turek. Dall’altra parte il Catanzaro Futsal con il quintetto composto da: Rotella, Ecelestini,  Monterosso, Vinicinho, Spagnolo.

Al primo affondo il Catanzaro passa in vantaggio: Monterosso approfitta di un’omissione di Turek per mettere in rete per lo 0-1. L’Or.sa Bernalda reagisce: Turek scarica a Sanz, il suo diagonale viene deviato in corner dal portiere Rotella. I rossoblu sfiorano il pari: Gallitelli pesca sul secondo palo Sanz che la mette di poco al lato. Altra occasione per i padroni di casa: Quinto per Gallitelli, il suo tiro trova pronto alla respinta Rotella; il portiere calabrese si ripete, poco più tardi, in due circostanze su Turek. Clamorosa palla-gol bernaldese: Antonucci imbecca Quinto che, da pochi passi dalla porta, con il ginocchio mette oltre la traversa. Il Catanzaro si fa rivedere con le conclusioni in rapida successione di Firanczyk e Monterosso, in entrambe le circostanze il portiere Verdejo si oppone. Pochi istanti più tardi l’estremo rossoblu è decisivo su Spagnolo. Il raddoppio dei giallorossi, però, è solo rimandato: Ruiz pesca il tap-in di Spagnolo che inganna Verdejo per lo 0-2. I lucani reagiscono prontamente: Rotella chiude lo specchio ad Antonucci lanciato a rete. Negli ultimi 14’’ della prima frazione Sanz subisce fallo da Spagnolo in area di rigore, l’arbitro decreta il penalty che Gallitelli trasforma per 1-2, risultato con il quale le squadre vanno al riposo. 

Ad inizio ripresa i rossoblu vicini alla rete con Turek: Rotella è prodigioso a rifugiarsi in angolo. Il portiere giallorosso si ripete ancora su Turek respingendo di pugni la staffilata dalla media distanza dello slovacco. Il Bernalda nuovamente pericoloso: Sanz imbecca Grossi, la sua sassata viene respinta da Rotella. Gli ospiti sono temibili in ripartenza: il bolide di Ruiz scheggia l’incrocio dei pali. I padroni di casa insistono: bella giocata di Sanz con fendente fulmineo, Rotella devia. Passano pochi secondi per il nuovo prodigioso salvataggio di Rotella ancora su Sanz. Nulla può l’estremo difensore giallorosso sulla giocata di Sanz per Turek che batte Rotella per il 2-2. Il Catanzaro tenta la sortita con una giocata con palla lunga: il colpo di testa di Firanczyk colpisce il palo. La rete offre ulteriore vigore ai lucani che ci provano con i soliti scatenati Turek e Sanz ma Rotella è attento. Il portiere giallorosso è prodigioso prima sul pallonetto di Gallitelli e successivamente sulle due rasoiate di Turek. Il Catanzaro è pericoloso in contropiede con Monterosso: Verdejo è decisivo nella chiusura. I lucani vicini al gol: Rotella è strepitoso sul destro violento di Turek; poco più tardi Quinto da buona posizione calcia oltre la traversa. Inutili gli assalti finali bernaldesi: finisce 2-2. 

ORSA BERNALDA FUTSAL: 4 Laurenzana, 6 Antonucci, 9 Sanz, 10 Gallitelli, 11 Grossi, 12 De Pizzo, 13 Sanchez, 14 Damelio, 15 Turek, 22 Lemma, 23 Quinto, 24 Verdejo. All. Rispoli

CATANZARO FUTSAL: 1 Critelli, 2  Parise, 3 Ecelestini, 4 Galeota, 5 Vinicinho, 8 Calabrese, 10 Monterosso, 14 Ruiz, 16 Firanczyk, 22 Spagnolo, 12 Rotella. All. Lazzaro

Arbitri: 1ˆ Aumenta di Sala Consolina, 2^ Corsini di Taranto, cronometrista Talaia di Policoro

Ammoniti: Antonucci (B), Firanczyk (C ), Verdejo (B) 

Marcatori: 3:16 p.t. Monterosso (C ), 16:24 p.t. Spagnolo (C ), 19:46 p.t. (rig.) Gallitelli (B), 11:26 s.t. Turek 

Ufficio stampa Or.sa Bernalda Futsal

Orsa Bernalda Futsal, verso il Catanzaro. Sanz: “Dipendiamo solo da noi stessi”

Due sconfitte in altrettante gare in trasferta per l’Or.sa Bernalda: una tendenza negativa da invertire malgrado in entrambi i match, quello di Cosenza e di Cassano, i ragazzi di Rispoli abbiamo fornito delle prove complessivamente valide con il “calice amaro” giusto nel fondo. Dello stesso avviso è il pivot rossoblu Matias Sanz che sulla gara di sabato scorso dice: “Siamo stati superiori per tutta la partita con un buon gioco mostrato a Cassano purtroppo non siamo stati efficaci nella finalizzazione della manovra. Ad ogni buon conto i nostri avversari sono stati abili nei due-tre minuti della ripresa quando sono riusciti a realizzare quelle reti che sono risultate decisive. Probabilmente a noi in alcune fasi è mancata la giusta lucidità sotto porta mentre il Cassano è riuscito ad essere più cinico di noi nei momenti cruciali del confronto”. L’argentino non ha dubbi su entrambe le prestazioni in trasferta dei rossoblu: “Nel complesso non credo che manchi nulla; penso che avremmo potuto vincere entrambe le gare ma questo è il calcio”. Sanz è di sicuro uno degli elementi cardine dell’Or.Sa Bernalda, protagonista di prove gagliarde all’insegna della generosità a tutto campo: “Mi sento bene fisicamente – prosegue – ci alleniamo al meglio e con costanza grazie al nostro staff tecnico in particolare merito della nostra Elvira Gjurkaj e di mister Cesare Rispoli”. Adesso si torna a giocare nel “fortino” del PalaCampagna tornato ribollente di entusiasmo; il prossimo avversario sarà il Catanzaro Futsal, per Gallitelli e compagni è d’obbligo riscattare la sconfitta di sabato scorso: “Il prossimo avversario non sarà per niente facile – afferma Sanz – è una buona squadra reduce dalla larga vittoria di sabato scorso ma questo non ci deve interessare perché dipendiamo solo da noi stessi; per l’intero arco della partita dovremo essere concentrati, più efficaci e risoluti in zona gol; sono convinto che daremo tutto per portare a casa i tre punti”

Ufficio stampa Or.Sa Bernalda Futsal

ATLETICO CASSANO – ORSA BERNALDA FUTSAL : 4-2. Sconfitta in trasferta per i rossoblu.

Seconda sconfitta consecutiva in trasferta per l’Or.sa Bernalda costretta a rincorrere gli avversari nel punteggio per l’intero arco della gara. Decisivo per lo sviluppo del match la prima parte della ripresa con l’uno-due realizzato dall’Atletico Cassano con le reti di Perri e Barbosa. Per i rossoblu a segno nel primo tempo Sanz per il momentaneo 1-1 e nella ripresa il gol di Antonucci. 

Cronaca. L’Or.Sa Bernalda parte con il seguente start five: Verdejo, Antonucci, Sanz, Sanchez e Turek. Dall’altra parte l’Atletico Cassano con il quintetto composto da: Dibenedetto, Boutrada, Perri, Barbosa, Dani Garcia. 

Dopo le prime fasi di studio è l’Or.Sa Bernalda ad essere pericoloso: Sanz per Turek, il suo tiro viene respinto dal portiere Dibenedetto che si ripete pochi istanti più tardi su una punizione dello stesso Turek. Passano un paio di minuti per un altro prodigioso intervento di Dibenedetto sul mancino di Gallitelli.   Nel primo tiro in porta l’Atletico Cassano passa in vantaggio: Barbosa innesca il tap-in vincente di D’Ambrosio per 1-0. L’Or.Sa Bernalda reagisce prontamente: Antonucci per Turek, il suo diagonale trova pronto alla deviazione in corner DiBenedetto; l’estremo dell’Atletico si ripete poco dopo sul destro di Grossi. L’Atletico si fa rivedere con Barbosa: Verdejo ribatte ma è sempre il Bernalda a “menare le danze” con il destro di Gallitelli che trova la deviazione in corner di Dibenedetto. Sono però i padroni di casa a sfiorare il raddoppio con due pali colpiti in rapida successione da Boutrada da distanza ravvicinata e da Perri con una staffilata dalla media. Gli ospiti sfiorano il pareggio: incursione offensiva di Verdejo che innesca Sanz ma Dibenedetto è provvidenziale nella chiusura. Al 18’ i lucani agguantano il pari: Antonucci lancia in profondità Sanz che fredda Dibenedetto per 1-1. L’Atletico reagisce con una staffilata di Boutrada che si stampa sul palo; poco più tardi proprio Boutrada commette un ingenuo fallo di mani commettendo la sesta infrazione di squadra e portando gli ospiti al tiro libero: Gallitelli va alla battuta ma scivola al momento del tiro ciccando la conclusione. Il primo termina con il risultato di 1-1. 

Nel secondo tempo l’Atletico Cassano approccia bene la frazione e torna in vantaggio: Barbosa impegna Verdejo, sulla respinta dell’estremo rossoblu raccoglie Perri, il quale con un tiro teso infila la rete per il 2-1. I padroni di casa insistono con D’Ambrosio: Verdejo devia in corner. La rete è solo rimandata di qualche istante perché sugli sviluppi di un’azione in banda sulla destra il tocco rapace di Barbosa è propedeutico per griffare il 3-1. L’Or.sa cerca di recuperare: percussione sulla sinistra di Sanz, il pivot calcia a botta sicura superando il portiere ma Listingi respinge sulla linea. I lucani accorciano le distanze: Turek pesca in area Antonucci, il brasiliano di giustezza mette in rete infilando sotto per gambe di Dibenedetto per il 3-2. L’Atletico, però, segna nuovamente: Dani Garcia dalla sinistra sventaglia sul lato opposto per l’indisturbato Alemao che segna il 4-2. Negli ultimi 4 minuti l’Or.sa Bernalda si gioca la carta del quinto di movimento (Turek) ma sono i pugliesi a essere pericolosi con Barbosa, Verdejo è reattivo nell’intervento. I lucani sfiorano la terza rete con un tiro ravvicinato di Sanz che si spegne di poco al lato. Infruttuosi gli assalti finali dei bernaldesi finisce 4-2 in favore dei pugliesi. 

ATLETICO CASSANO: 1 Dibenedetto, 2 Lopane, 7 Boutraba, 9 Giampietro, 10 Rella, 11 Perri, 12 Barbosa, 14 Dani Garcia, 22 D’Ambrosio, 24 Listingi, 26 Pellecchia, 27 Alemao. All. Recchia

OrSa BERNALDA FUTSAL: 4 Laurenzana, 5 Brescia, 6 Antonucci, 9 Sanz, 10 Gallitelli, 11 Grossi, 12 De Pizzo, 13 Sanchez, 14 Damelio, 15 Turek, 23 Quinto, 24 Verdejo. All. Rispoli

Arbitri: 1ˆ Romano di Nola , 2^ Buonocore di Castellamare di Stabia, cronometrista Barbato di Castellammare di Stabia

Ammoniti: Sanchez (B), Turek (B), Boutrada (C), Sanz (B), Listingi (C)

Marcatori: 6:31’ p.t. D’Amrosio (C ), 17:52 p.t. Sanz (B), 3:38 s.t. Perri (A), 4:43 s.t. Barbosa, 9:42 s.t. Antonucci (B), 12:00 s.t. Alemao (C)

Ufficio stampa Or.sa Bernalda Futsal

Orsa Bernalda Futsal, verso l’Atletico Cassano. Antonucci: “Cercheremo d’imporre il nostro gioco”

“E’ stata una gara difficile per noi ma siamo riusciti a mettere in campo i dettami del mister sviluppati durante gli allenamenti settimanali, abbiamo messo in campo tanta grinta e voglia di raggiungere i tre punti”. Queste le parole del laterale brasiliano rossoblu Fernando Antonucci al termine della “battaglia” di sabato scorso vinta dall’Or.Sa Bernalda Futsal contro la pugnace Polisportiva Futura grazie alla doppietta del redivivo Mario Gallittelli. Proprio sul capitano bernaldese che sta dimostrando di essere un calciatore decisivo anche in serie A2, Antonucci afferma: “Gallitelli è un grande giocatore, dotato di grande capacità di rifinitura sia con la gamba sinistra che con quella destra. Per queste qualità penso che possa essere decisivo, oltre ad essere un giocatore molto importante per il gruppo in tutti gli aspetti del nostro gioco”. Due gare altrettante vittore al PalaCampagna che è tornato il fortino quasi “inespugnabile” di un paio di stagioni fa, un fattore determinante può essere rappresentato dal ritorno del pubblico al Palazzetto: “Penso che il tifoso di Bernarda – prosegue Antonucci- sarà sempre un giocatore in più. È incredibile come questa città abbracci il calcio a 5; senza ombra di dubbio, i tifosi sono molto importanti per noi giocatori e speriamo di continuare questo percorso di vittorie in casa nostra”. Pubblico a parte, c’è una squadra in crescita che mister Rispoli sta plasmando giorno dopo giorno a sua immagine e somiglianza, Fernando valuta i suoi progressi e quello che ancora gli manca per essere perfettibile: “Mi stanno mancando i gol ma la condizione fisica è buona visto che sto giocando 38 minuti a partita. E’ chiaro che alla fine delle gare le gambe sono un po’ pesanti e ovviamente non sono ancora al 100% della condizione fisica; sono sicuro che quando riuscirò a sbloccarmi sotto porta acquisirò anche maggiore fiducia nei mei mezzi”. Ora l’Or.Sa Bernalda è attesa dall’impegno in trasferta sul campo dell’Atletico Cassano palla al centro alle ore 16:00 al Pala Angelillo: “Non conosco affondo i nostri avversari – dice il brasiliano – ma sono sicuro che non sarà una partita facile; quello che posso dire è che andremo lì per imporre il nostro gioco e cercare la vittoria”

Ufficio stampa Or.Sa Bernalda Futsal