OR.SA BERNALDA FUTSAL – BOVALINO: 1-8. Prima sconfitta casalinga per i rossoblu

Prima sconfitta stagionale al PalaCampagna per i ragazzi di Rispoli battuti con un passivo pesante dal forte Bovalino. Il risultato penalizza oltremodo la compagine rossoblu che nel corso della gara si è ritrovata davanti un super Roman: chiave di volta della partita l’inizio ripresa quando gli ospiti sono riusciti a realizzare la seconda e la terza rete tagliando psicologicamente le gambe ai bernaldesi.  

Cronaca. I bernaldesi partono con il seguente start five: Damelio, Sanchez, Antonucci, Sanz e Turek. Sull’altro fronte il Bovalino con il quintetto composto da:  Roman, Scopelliti, Labate,  Dentini, Fortuna.

Partenza a ritmi elevati per le due squadre: prima i padroni di casa sono pericolosi con Turek che da distanza siderale impegna il portiere Roman che respinge in scivolata. Non tarda ad arrivare la risposta degli ospiti: Labate di tacco chiama alla respinta Damelio che si ripete poco dopo sulla staffilata di Fortuna. L’Or.sa Bernalda agisce soprattutto in ripartenza confezionando un paio di opportunità con due diagonali di Sanz e una staffilata dalla media distanza di Antonucci. Poco più tardi l’estremo difensore del Bovalino si supera intervenendo provvidenzialmente su Turek. Al 10’ gli ospiti passano in vantaggio: Scopelliti trova il varco giusto per battere dalla distanza Damelio per lo 0-1. Dopo il vantaggio il Bovalino insiste: Damelio respinge di piede il tiro di Labate. L’Or.sa Bernalda sfiora la rete con due staffilate di Antonucci e Turek: Roman vola in tuffo in entrambe le circostanze per sventare la minaccia. Il portiere dei calabresi si ripete sul tiro ravvicinato di Quinto e sul destro da fuori area di Sanchez.  

Ad inizio ripresa l’Or.Sa Bernalda parte subito bene con la sassata di Antonucci disinnescata da Roman. E’ il Bovalino però a raddoppiare con un assolo di Dentini che infila lo 0-2. L’Or.Sa Bernalda reagisce Sanz chiama alla deviazione Roman ma sono ancora i calabresi a passare con un tap-in di Labate per lo 0-3. I rossoblu non sono domi: Gallitelli in scivolata trova pronto Roman mentre, poco più tardi, Turek su punizione coglie il palo ma sono i calabresi a passare ancora dopo due interventi prodigiosi di Damelio, Labate da pochi passi dalla porta la mette in rete per lo 0-4. Mister Rispoli corre ai ripari inserendo il quinto di movimento (Antonucci): la mossa frutta la rete bernaldese con Gallitelli che capitalizza un assist di Turek per 1-4. Il Bovalino, però, allunga di nuovo con un preciso diagonale di Soares con la palla che si spegne sotto l’incrocio. I lucani sono vivi: la sassata di Sanz si stampa sui legni della porta difesa da Roman, il portiere dei calabresi più tardi si ripete sulla girata di Turek. Cinico il Bovalino che chiude definitivamente la gara con le marcature di Dentini che sfrutta un errore difensivo dei rossoblu mentre poco più tardi Scopelliti da distanza siderale infila 1-7. Al 38’’ dalla sirena la mezza girata di Rondo griffa 1-8 finale. 

OrSa BERNALDA FUTSAL: 4 Laurenzana, 6 Antonucci, 9 Sanz, 10 Gallitelli, 11 Grossi, 12 De Pizzo, 13 Sanchez, 14 Damelio, 15 Turek, 22 Lemma, 23 Quinto, 24 Zito. All. Rispoli

BOVALINO C5: 24 Roman, 21 Gelonese, 40 Rondo, 11 Fortuna, 5 Scopelliti, 15 Reale, 22 Piccolo, 7 Dentini, 10 Scordino, 19 Labate, 18 Soares. All. D’Urso

Arbitri: 1ˆAufieri di Milano, 2^ Salicchi di Terni, cronometrista La Forgia di Molfetta

Ammoniti: Sanchez (Be), Scopelliti (Bo), Labate (Bo), Gallitelli (Be)

Marcatori: 10:19 p.t.  Scopelliti (Bo), 1:48 s.t. Dentini (Bo), 3:25 s.t. Labate (Bo), 6:00 s.t. Scopelliti (Be),  9:20 s.t. Gallitelli (Be), 10:46 s.t. Soares (Bo), 15:59 s.t. Dentini (Bo) 16:17 s.t. Scopelliti (Bo), 19:22 s.t. Rondo (Bo)

Ufficio stampa Or.sa Bernalda Futsal

Orsa Bernalda Futsal, verso il Bovalino. Il direttore generale Mazzei: “Bisogna tirare fuori orgoglio, carattere e grinta”

Una squadra in cerca di riscatto, quella rossoblu, reduce dalla sconfitta di venerdì scorso contro l’Arcobaleno Ispica. Il direttore generale Giuseppe Mazzei ritorna sul match in terra siciliana commentando così la prestazione dei lucani: “L’assenza di Sanz ha pesato sull’economia del match comunque i valori di questa squadra sono importanti nonostante le assenze. Il problema è che quando si scende in campo con formazioni meno dotate di noi a livello tecnico bisognerebbe sempre dare il massimo senza cercare alibi onorando la maglia e questa società che sta dando ai nostri atleti la possibilità d’indossare la maglia rossoblu; alla fine ci è mancata la cazzimma perché eravamo scarichi fisicamente e soprattutto mentalmente”. Allo stato attuale l’Or.sa Bernalda deve ancora completare la sua fase di maturazione non solo negli elementi più giovani, questione di mentalità e consapevolezza, caratteristiche depauperate negli ultimi tempi; il concetto viene rimarcato dal giovane dirigente bernaldese: “Il mister sta facendo il massimo per inculcare nei ragazzi la sua mentalità relativamente all’interpretazione delle partite purtroppo nelle prime gare in trasferta come Cosenza e Cassano abbiamo espresso un bel gioco ma i risultati non sono arrivati. Non so se questo ha creato nel subconscio dei ragazzi degli scompensi e una carenza di consapevolezza nei propri mezzi piuttosto credo che sia l’approccio alle partite in trasferta sbagliato: bisogna tirare fuori orgoglio, carattere e grinta; caratteristiche che ci sono mancate”. Periodo di bilanci di fine anno e di futsal mercato, il club lucano è attento e di sicuro non si lascerà cogliere impreparato: “Siamo vigili e attenti sul mercato – afferma Mazzei – in attesa di cogliere l’occasione giusta per rinforzare il roster, questo non significa che prenderemo il primo che capita se dobbiamo intervenire lo faremo puntando su elementi davvero utili al nostro progetto. Panchina corta? Non sono d’accordo perché abbiamo dei ragazzi del nostro vivaio che il mister sta cercando di spronare e fare maturare in quanto hanno le qualità per essere degli ottimi cambi. Il gruppo deve essere più coeso perché tutti i nostri ragazzi devono sentirsi protagonisti in campo per contribuire al bene della squadra”. Ora Gallitelli e compagni affronteranno il Bovalino al PalaCampagna per conquistare i tre punti che mancano ai rossoblu dallo scorso 30 ottobre con la vittoria casalinga contro la Futura: “Questo campionato è equilibrato – prosegue Mazzei – perché qualsiasi squadra può giocare alla pari con le altre. Il Bovalino si è molto rinnovato rispetto alla scorsa stagione, ora possiede una buona squadra con tanta intensità e dotata di ottimi elementi con una buona conduzione tecnica quindi dovremo tirare fuori carattere e grinta che a volte ci è mancata, penso sia un problema mentale. Mi aspetto delle risposte positive da ogni giocatore: vincere questa gara giocando bene potrebbe ridare forza e morale a questa squadra per ritrovare quella consapevolezza e serenità che nell’ultimo periodo non abbiamo avuto tra squalifiche e infortuni”

Ufficio stampa Or.Sa Bernalda Futsal

ARCOBALENO ISPICA – OR.SA BERNALDA FUTSAL : 5-3. I rossoblu perdono in Sicilia.

Nuova sconfitta in trasferta per Gallitelli e compagni che perdono 5-3 sul campo dell’Arcobaleno Ispica, fanalino di coda del girone, al culmine di una gara combattuta da entrambe le squadre per l’intero arco del match nel quale l’Or.Sa Bernalda, dopo l’iniziale vantaggio di Sanchez, si è sempre ritrovata a rincorrere il risultato durante la partita. 

Cronaca. I bernaldesi partono con il seguente start five: Damelio, Sanchez, Antonucci, Quinto e Turek. Dall’altra parte l’Arcobaleno Ispica con il quintetto composto da: Nazario Kaue, Ficili, Di Benedetto, Cobo e Corallo 

I padroni di casa partono subito all’attacco: il diagonale di Cobo viene respinto da Damelio mentre poco dopo ci prova Ficini su invito di Di Benedetto ma la sfera lambisce il palo. I siciliani ancora insidiosi: Corallo dalla distanza chiama Damelio all’intervento plastico. Al primo affondo l’Or.Sa Bernalda passa in vantaggio: bella trama orchestrata su calcio d’angolo culminata con il tap-in vincente di Sanchez. Gli ospiti insistono: la rasoiata di Gallitelli trova attento l’estremo Nazario Kaue. L’Arcobaleno sfiora il pari: sassata da fuori area di Corallo, Damelio si oppone, sulla respinta si fionda Gambuzza che colpisce il palo. Risponde l’Or.sa Bernalda: la forte conclusione di Turek viene respinta in tuffo da Nazario Kaue. Passano pochi istanti per il tiro di punta di Lupo, Damelio è prodigioso nella deviazione. Da parte loro i lucani vanno vicini al raddoppio: Nazario Kaue è strepitoso a chiudere lo specchio della porta su Turek lanciato a rete. Anche i siciliani mancano una clamorosa palla gol: Perez innesca l’indisturbato Cobo che calcia malamente da buona posizione con la sfera che sorvola l’incrocio. Ci provano nuovamente i rossoblu: il diagonale di Turek viene disinnescato da Nazario Kaue che pochi istanti dopo interviene nuovamente sullo stesso Turek. L’Arcobaleno vicino al pari: Corallo supera in dribbling Damelio e calcia a botta sicura ma Sanchez è provvidenziale nell’intervento sulla linea di porta. Il difensore rossoblu è prodigioso con altri due interventi decisivi sulla linea di porta su conclusioni avversarie; gli orangetentano la via della rete in tre occasioni con Corallo, Damelio si fa trovare pronto. Nell’ultimo minuto della prima frazione l’Or.Sa Bernalda raggiunge il bonus di 5 falli. I siciliani sfiorano la rete con Di Benedetto, Sanchez respinge sulla linea. L’Or.sa Bernalda prova a scuotersi: Antonucci chiama all’intervento Nazario Kaue ma sugli sviluppi dell’azione lo stesso Antonucci commette il sesto fallo di squadra concedendo il libero ai locali che lo trasformano con Corallo per 1-1. L’ultima occasione della prima frazione la confezionano i lucani con Quinto: Nazario Kaue è pronto a chiudere lo specchio della porta; le due squadre vanno al riposo sul risultato di 1-1.

Ad inzio ripresa parte bene l’Or.sa Bernalda: Turek impegna Nazario Kaue, sul fronte opposto Gambuzza trova la respinta in tuffo di Damelio. L’Arcobaleno passa in vantaggio: Cobo pesca sul secondo palo Ficini che insacca il 2-1. I lucani cercano il pareggio: la sassata mancina di Gallitelli viene respinta da Nazario Kaue e sul ribaltamento di fronte gli orange calano il tris: Di Benedetto lancia Cobo che griffa il 3-1. Il tecnico Rispoli si gioca la carta del quinto di movimento (Antonucci): Sanchez trova pronto Nazario Kaue; proprio l’estremo siciliano su un rilancio lungo coglie la traversa. I lucani tentano il tutto per tutto: il mancino di Gallitelli viene intercettato dall’estremo avversario. Fioccano le occasioni per i bernaldesi con almeno 4 nitide palle gol con due occasioni a testa per Turek e Gallitelli; sull’ennesima opportunità Antonucci mette in rete su una respinta di Nazario Kaue sul tiro di Turek. La gioia della rete dura poco perché Nazario Kaue sigla il 4-2 con un rilancio lungo che inganna il dirimpettaio Damelio. I rossoblu sono ancora vivi: Gallitelli dal fondo la mette al centro per Turek che la piazza sotto la traversa. L’Arcobaleno, però, in ripartenza firma la quinta rete con Mittelman per il 5-3 finale. 

ARCOBALENO ISPICA: 17 Nazario Kaue, 1 Sessa, 3 Ficili, 4 Modica, 5 Lupo, 6 Mittelman, 7 Di Benedetto, 8 Cobo, 9 Jeronimo Perez, 10 Corallo, 11 Cataldi, 13 Gambuzza. All. Mittelman

ORSA BERNALDA FUTSAL: 4 Laurenzana, 5 Rispoli, 6 Antonucci, 10 Gallitelli, 11 Grossi, 12 De Pizzo, 13 Sanchez, 14 Damelio, 15 Turek, 22 Lemma, 23 Quinto. All. Rispoli

Arbitri: 1ˆAmato di Ragusa, 2^ Criscione di Bergamo, cronometrista Schillaci di Enna

Ammoniti: Damelio (B), Nazario Kaue (I), Sanchez (B), Laurenzana (B)

Espulso:

Marcatori: 4:00 p.t.  Sanchez (B), 19:24 p.t. (t.l.) Corallo (I), 10:28 s.t.   Ficini (I), 12:30 s.t. Cobo (I), 16:43 s.t. Antonucci (B), 17:12 s.t. Nazario Kaue (I), 17:58 s.t. Turek (B), 19:03 s.t. Mittelman (I)

Ufficio stampa Or.sa Bernalda Futsal

Orsa Bernalda Futsal, verso l’Ispica. Il team manager Todaro: “La classifica dei nostri avversari è bugiarda”. Turek: “Senza i tre punti non si torna nemmeno a Bernalda”

Un pareggio che vale oro quello conquistato dai ragazzi di Cesare Rispoli nella partita di sabato scorso con il forte Regalbuto: punto conquistato in rimonta e impreziosito dalla prova tenace dei rossoblu comprese le prestazioni dei giovani cresciuti nella cantera bernaldese. Una prestazione maiuscola in particolare nella ripresa quando Turek e compagni, orfani di Sanz (espulso nel primo tempo) e dell’infortunato Gallitelli, sono riusciti a mettere in campo tutte le energie possibili seppure gravati da una panchina corta e fronteggiando un avversario di valore. Proprio sulla gara del PalaCampagna si è soffermato il dirigente rossoblu Gaetano Todaro: “La nostra è stata una buona prestazione contro una grande squadra con un roster altamente competitivo fino all’espulsione di Sanz ce la siamo giocata alla pari. Purtroppo dopo abbiamo patito le poche rotazioni aggravate anche dall’assenza di Gallitelli. Ad ogni buon conto sul 3-1 per loro c’è stata una grande reazione della nostra squadra e abbiamo compiuto una grande impresa agguantando il pari quindi un punto guadagnato anche se sui piedi di Turek è capitata la palla del 4-3: questo è il bello del calcio”. Il team manager bernaldese esamina l’andamento ondivago dei lucani: quasi implacabili tra le mura amiche, dove hanno conquistato sempre punti e meno persuasivi in trasferta, dove c’è da eliminare lo zero nella casella dei punti conquistati: “La squadra in casa si è espressa al meglio, tranne che contro il Catanzaro, gara nella quale abbiamo sprecato tante occasioni da rete mentre fuori casa abbiamo incontrato Cosenza e Giovinazzo, due compagini che lottano per il vertice della classifica. Malgrado questo ritengo che nei primi tempi delle gare disputate in trasferta abbiamo sprecato molto sotto porta e alla lunga siamo stati puniti. Dobbiamo migliorare questo aspetto: essere più cinici in fase offensiva inoltre l’auspicio è quello di avere una rosa al completo. Sono fiducioso e convinto che la squadra già dalla prossima gara riuscirà a raccogliere punti in trasferta”. A proposito del prossimo impegno, i ragazzi di Rispoli si recheranno venerdì (calcio d’inizio alle ore 20:30) al PalaTricomi di Rosolini (SR) sul terreno dell’Arcobaleno Ispica, compagine attualmente ultima in classifica ma il dirigente rossoblu tiene “alta la guardia” in vista del match: “Ci aspetta una trasferta in Sicilia contro l’Ispica che attualmente è a zero punti ma ritengo che la classifica sia bugiarda e la partita sarà difficilissima per noi perché i nostri avversari sono alla ricerca della prima vittoria in campionato, inoltre noi non saremo al completo in quanto avremo Sanz squalificato e il dubbio sul recupero di Gallitelli dunque avremo una panchina corta. Di sicuro ce la metteremo tutta e cercheremo di portare i tre punti a casa”.

TUREK. Il nazionale slovacco Vojto Turek è stato chiamato alla corte di Cesare Rispoli per fare la differenza: qualità e quantità nelle giocate e un ottimo apporto sotto il profilo delle reti realizzate, del resto la “cartina di tornasole” è costituita dalla tripletta realizzata in occasione della sfida di sabato scorso contro il Regalbuto. Proprio sul match del PalaCampagna contro i siciliani Turek commenta: “E’ stata una partita molto equilibrata e nervosa anche se abbiamo incassato due gol per nostri errori ma siamo riusciti a tornare in partita e alla fine siamo riusciti a recuperare la partita purtroppo abbiamo mancato la vittoria nel finale proprio per una palla capitata sui miei piedi e questo mi dispiace molto. A parte questo dobbiamo ancora migliorare perché alcuni nostri errori sono emersi in partita e questo ci servirà per migliorare in futuro se vogliano conquistare altre vittorie. Tra l’altro non dobbiamo dimenticare l’espulsione di Sanz che ci ha condizionati molto purtroppo in alcune gare abbiamo giocato non solo contro i nostri avversari di turno ma anche con alcune decisioni arbitrali a nostro sfavore”. Parole di elogio elargite in favore dello slovacco dal tecnico Rispoli nel post gara con il Regalbuto. Gratificazioni che non solo passate inosservate al laterale rossoblu: “È stato bello sentire le parole di elogio di mister Rispoli nei miei confronti ma penso che ogni elemento della squadra sia importante; da parte mia cerco di dare il meglio in ogni partita e allenamento per aiutare la squadra a vincere. Ho messo a disposizione le mie qualità come stanno facendo i miei compagni, credo che mister Rispoli potrà farci migliorare grazie alla sua grande esperienza maturata da giocatore, reputo che questo aspetto sia fondamentale e possa davvero fare la differenza. La nostra crescita? Dobbiamo migliorare in tutti gli aspetti del gioco perché ognuno di noi ha potenzialità ancora inespresse che devono ancora emergere soprattutto possiamo creare quasi il doppio delle occasioni durante una partita e capitalizzarle in gol”. Sul avversario di sabato prossimo Turek afferma: “Non conosco molto  della squadra avversaria ma so che è all’ultimo posto in classifica e ha subito più gol di tutte le altre compagini del girone. A prescindere dal nostro avversario dobbiamo solo conquistare i tre punti…Non ci sono scuse! Senza i tre punti non si torna nemmeno a Bernalda quindi dobbiamo solo vincere la partita! Del resto è il nostro lavoro!

Ufficio stampa Or.Sa Bernalda Futsal