OrSa Bernalda Futsal, verso Catanzaro, Plati: “Dobbiamo ripartire dagli aspetti positivi dell’ultima gara”

L’amaro in fondo al calice per l’OrSa Bernalda costretta a contabilizzare la sconfitta interna di sabato scorso nello scontro salvezza contro l’Atletico Cassano in una partita equilibrata dove non sono mancati episodi controversi come la rete “fantasma” realizzata da Turek ma non vista dagli arbitri. Sul match del PalaCampagna siamo ritornati a parlare con il presidente bernaldese Alfredo Plati:

“Eravamo consapevoli che la gara contro il Cassano, alla luce della posta in palio, ci avrebbe creato qualche tensione di troppo; di sicuro abbiamo pagato dazio anche per una formazione giovane e ricostruita recentemente durante il mercato invernale. C’è da sottolineare che sul campo non abbiamo demeritato e tra l’altro non ci è stato assegnato un gol “fantasma” di Turek, nella circostanza gli arbitri non hanno assegnato la rete e sulla ripartenza, dal possibile 5-3, abbiamo incassato la rete del 4-4 in seguito abbiamo subito il 4-5 che è stato determinante ai fini del risultato finale”. La stagione dei lucani al momento è stata costellata da un percorso pieno di ostacoli nella quale anche la malasorte ha rappresentato un fattore importante: “Quest’anno gira male – prosegue il massimo dirigente rossoblu – dobbiamo accettare il verdetto del campo e prendere quello che di buono costruiamo cercando di migliorare in determinate situazioni nel corso delle partite”. Ora Gallitelli e compagni per la gara di sabato prossimo si recheranno in Calabria per affrontare il Catanzaro Futsal per un altro incontro importante per conquistare punti vitali in classifica: “Per la gara di Catanzaro – conclude Plati – mi aspetto una squadra più compatta che risponda prontamente alle recenti sconfitte conquistando punti e soprattutto ripartendo dagli aspetti positivi emersi nelle ultime gare come l’autorevolezza nella costruzione del gioco e la sicurezza nel palleggio imparando dagli errori commessi, in particolare dobbiamo cercare di essere più cinici in fase di finalizzazione e nel contempo non esponendoci alle ripartenze avversarie. Non sarà facile perché i nostri avversari di turno hanno dimostrato anche all’andata di essere una squadra valida ovviamente andremo lì alla ricerca di un risultato positivo” 

Ufficio stampa OrSa Bernalda Futsal

OrSa Bernalda Futsal, verso l’Atletico Cassano. Steinwandter: “Dobbiamo restare sereni”

“Sono un giocatore a cui piace soprattutto aiutare la squadra, sia in attacco che in difesa, cerco sempre di fare del mio meglio per aiutare i miei compagni di squadra” si descrive così Gustavo Henrique Steinwandter, difensore classe ’95 nazionale austriaco con passaporto brasiliano, uno degli ultimi arrivi in casa bernaldese nella campagna di rafforzamento invernale. L’austro-brasiliano che può vantare esperienze internazionali nei campionati polacco, sloveno e ceco racconta com’è nata la trattativa con il Club rossoblu: “I primi contatti con il Bernalda sono stati presi dal mio rappresentante Lucho Avellino. Il mio desiderio era quello di giocare in Italia e quando ho ricevuto la proposta del Bernalda mi sono informato sull’ambiente lucano e sulla società; le notizie raccolte sul Club sono state lusinghiere anche sulla serietà del lavoro svolto in questi anni”. Gustavo giudica la sua nuova squadra in questi termini: “Il nostro team è forte e organizzato; tra noi calciatori si è instaurato un buon rapporto dentro e fuori dal campo purtroppo i risultati non sono stati al momento positivi. Comunque abbiamo fiducia nelle nostre qualità e faremo del nostro meglio per uscire da questa situazione, del resto abbiamo ancora tante partite per dimostrare il nostro potenziale e dobbiamo essere fiduciosi perché con il lavoro i risultati arriveranno”. L’obiettivo del Bernalda è quello di uscire prima possibile dai bassi fondi della classifica in un girone all’insegna dell’incertezza e dell’equilibrio come sottolinea Steinwandter: “È un campionato molto equilibrato, tutti possono competere con tutti gli altri. Sabato scorso contro una delle compagini più forti del girone abbiamo disputato una buona partita lottando fino alla fine con una buona squadra e alla fine purtroppo abbiamo perso per piccoli dettagli sfavorevoli”.Adesso sabato prossimo al PalaCampagna arriverà l’Atletico Cassano (calcio d’inizio alle ore 16:00) per un importante scontro salvezza: “Secondo me – Steinwandter dice – bisogna essere sereni sicuramente è una partita molto importante ma per noi ogni partita avrà la stessa importanza; lavoriamo e facciamo del nostro meglio durante la settimana per essere preparati a giocare contro qualsiasi squadra non badando all’avversario di turno.  Dobbiamo concentrarci sulla nostra squadra e giocare il nostro miglior futsal contro tutte le squadre”

Ufficio stampa OrSa Bernalda Futsal

POLISPORTIVA TEAM FUTURA-OR.SA BERNALDA FUTSAL: 7-4. Punizione troppo severa per i rossoblu in partita fino alla fine

Una sconfitta bruciante per Gallitelli e compagni che subiscono una punizione troppo severa nel punteggio rispetto a quando visto nel corso della gara al PalAttinà soprattutto nel finale quando con caparbietà e cuore gli uomini di Rispoli erano riusciti a rimontare il risultato malgrado i provvidenziali interventi del portiere Parisi, uno dei protagonisti assoluti del match. Il finale di 7-4 in favore della Team Futura condanna all’ennesima sconfitta i rossoblu che sabato prossimo avranno un autentico spareggio salvezza al PalaCampagna contro l’Atletico Cassano.   

Cronaca. Il Bernalda, con l’assenza lastminute del portiere Garcia, parte con il seguente start-five: De Pizzo, Laurenzana, Turek, Steinwandter, Sanz. Dall’altra parte la Team Futura con: Parisi, Zamboni, Pedotti, Guardieri, Cividini .

Parte subito all’attacco la Futura: Cividini dalla distanza impegna il portiere De Pizzo che nulla può, poco dopo, sull’indisturbato Pedotti che lo supera siglando 1-0. I calabresi insistono: De Pizzo devia in corner una conclusione di Cividini. Il Bernalda cerca di uscire dal guscio ma sono ancora i padroni di casa a rendersi pericolosi in ripartenza con il destro di Pannuti: De Pizzo ribatte in tuffo. Poco più tardi il Bernalda agguanta il pari al culmine di un’azione ben orchestrata: Gallitelli dalla destra la mette in mezzo per il tap-in vincente di Steinwandter per 1-1. Passa un minuto per l’autorete dello stesso Steinwandter che devia nella propria porta un traversone di Zamboni. I lucani vanno subito vicini al pareggio: il tiro al volo di Sanz si stampa sulla traversa ma sono i locali a calare il tris: Pedotti dalla sinistra la mette in mezzo per il tocco sotto misura di Cividini per il 3-1. Poco più tardi lo stesso Cividini ha un’altra opportunità ma la sua conclusione finisce di poco al lato mentre, poco più tardi, De Pizzo si oppone al tiro velenoso di Guarnieri. Il Bernalda sfiora la rete: il sinistro da posizione decentrata di Gallitelli supera il portiere Parisi ma trova sulla propria strada il provvidenziale intervento sulla linea di Pedotti. Dall’altra parte Pannuti trova pronto all’intervento De Pizzo. La gara si infiamma con rapidi capovolgimenti di fronte: Gallitelli si invola tutto solo verso la porta avversaria, Parisi in uscita sventa la minaccia; qualche istante dopo Claro innesca Turek che supera in dribbling Parisi ma il suo sinistro finisce al lato. Nel finale di frazione Gallitelli si inventa con caparbietà una rete sull’out mancino mettendo in scacco la difesa calabrese e ingannando Parisi per il 3-2, risultato con il quale le squadre vanno al riposo.   

Nella ripresa in un’azione concitata gli arbitri assegnano un rigore quantomeno dubbio per un presunto fallo di Sanz su  Guarnieri. Dal dischetto Cividini trasforma per il 4-2. Il Bernalda cerca di recuperare: Parisi è prodigioso su un’incursione di Turek. Sul fronte opposto è ancora la Futura a segnare in ripartenza con la staffilata sotto la traversa di Cividini per il 5-2. I padroni di casa dilapidano il match-ball con Millella, il quale da buona posizione calcia clamorosamente al lato. Gli ospiti sono vivi: il tap-in di Steinwandter supera Parisi per il 5-3. La Futura raggiunge il bonus di 5 falli, i lucani ci credono: Parisi è prodigioso a chiudere lo specchio a Turek. Il tecnico Rispoli tenta la carta del quinto di movimento (Turek) per gli assalti finali dei rossoblu: Parisi respinge la staffilata di Sanz. La Futura commette il sesto fallo con Pedotti portando al tiro libero il Bernalda: Gallitelli è freddo ed infila Parisi per il 5-4. Il finale di gara è da brividi: Durante approfitta di un’indecisione difensiva bernaldese per calciare a rete, De Pizzo si oppone con il corpo ma è il Bernalda a sfiorare il pari con Turek e Gallitelli negli ultimi istanti del confronto ma Parisi, coadiuvato dalla difesa, compie il doppio miracolo. A 7’’ dalla fine la Futura conquista una punizione nella propria trequarti: Zamboni abilmente batte prontamente trovando la porta da distanza siderale per il 6-4. Dinamica simile sul suono della sirena per la conclusione di Minnella che insacca il 7-4 finale. 

POLISPORTIVA TEAM FUTURA:  3 Cividini, 4 Pannuti, 6 Carella, 7 Labate, 8 Guarnieri, 10 Durante, 11 Zamboni, 12 Parisi, 13 Pedotti, 21 Falcone, 22  Cesar, 99 Minnella. All. Fiorenza

OrSa BERNALDA: 4 Laurenzana, 5 Claro, 6 Braico, 7 Steinwandter, 8 Murillo, 9 Sanz, 10 Gallitelli, 11 Grossi, 12 De Pizzo, 14 Zito, 15 Turek, 23 Quinto. All. Rispoli

Marcatori: 2:04 p.t. Guarnieri (F), 8:33 p.t. Steinwandter (B), 9:48 p.t. (aut.) Steinwandter (B), 10:51 p.t.  Cividini (F), 18:20 p.t. Gallitelli (B), 1:27 s.t. (rig.) Cividini (F), 3:20 s.t. Cividini (F), 13:32 s.t. Steinwandter (F), 16:59 s.t. (t.l.) Gallitelli (B), 19:53 s.t. Zamboni (F), 20:00 s.t. Minnella (F)

Ammoniti: Laurenzana (B), Guarnieri (F), Parisi (F)

Arbitri: 1^ De Candia di Molfetta , 2^ Carnazza di Taranto , cronometrista De Luca di Paola

Ufficio stampa Or.sa Bernalda Futsal

OrSa Bernalda Futsal, verso il Team Futura. Claro: “Con lavoro e pazienza arriveranno i risultati positivi, non ho alcun dubbio”

“Sono un giocatore molto tecnico mi piace giocare la palla e riesco a difenderla bene. Il mio ruolo ideale è quello di centrale comunque per esigenze tattiche posso giocare da laterale” si presenta così l’argentino Juan Claro (classe ’97), centrale difensivo e all’occorrenza laterale, uno dei nuovi arrivi invernali dell’ OrSa Bernalda. L’ex calciatore del Real Arzignano svela anche come si è svolta la trattativa: “Il mio procuratore Lucho Avellino ha parlato con i dirigenti del Club e per fortuna abbiamo subito trovato un accordo senza incontrare difficoltà”. Claro si è ritrovato in una compagine rimodellata dall’ultimo futsal mercato e pronta più che mai a conquistare la salvezza: “E’ una squadra ancora in costruzione che è stata rivoluzionata a dicembre, noi ci stiamo mettendo tanto impegno e abbiamo voglia di fare bene, del resto c’è il giusto mix di esperienza e gioventù, questo è sicuramente un elemento a nostro favore”. Dopo il pareggio al PalaCampagna di sabato scorso contro il forte Pirossigeno Città di Cosenza, i rossoblu affronteranno nel prossimo turno il Team Futura a Reggio Calabria: “Sara una partita durissima – afferma l’argentino – loro non hanno perso partite dall’inizio del nuovo anno; penso che il nostro sia un girone molto equilibrato e possiamo vincere contro qualsiasi avversario. Attualmente non dobbiamo guardare la classifica ma pensare partita dopo partita puntando sempre a conquistare i 3 punti a prescindere dall’avversario di turno”. Il campionato non può attendere, Gallitelli e compagni hanno la necessità di allontanarsi dalle ultime posizioni della classifica. Claro indica la retta via:“Bisogna acquistare principalmente consapevolezza dei nostri mezzi e soprattutto continuare ad allenarci per conoscersi meglio trovando più soluzioni sia nella fase offensiva che difensiva. Con lavoro e pazienza arriveranno i risultati positivi, non ho alcun dubbio”

OR.SA BERNALDA FUTSAL-PIROSSIGENO CITTA’ DI COSENZA: 3-3. Il grande cuore rossoblu emerge nella ripresa.

Gara bella e vibrante andata in scena al PalaCampagna alla fine l’Or.Sa Bernalda agguanta il pareggio nel finale con Laurenzara dopo una girandola di emozioni per tutto l’arco del match. Con il pari conquistato contro il Pirossigeno Città di Cosenza (una delle corazzate del girone) i bernaldesi interrompono la striscia negativa delle tre sconfitte consecutive e possono guardare con fiducia alle prossime gare per tirarsi fuori dalla zona bassa della classifica. 

Cronaca. L’Or.Sa Bernalda parte con il seguente start-five: De Pizzo, Laurenzana, Murillo, Steinwandter, Sanz. Dall’altra parte il Cosenza con: Del Ferraro, Rodriguez, Morgade, Grandinetti, Gonzalez.

I padroni di casa partono subito all’attacco ma sono i cosentini a rendersi pericolosi: Morgade chiama il portiere De Pizzo a rifugiarsi in corner. Poco più tardi Rodriguez colpisce il palo; passano pochi istanti per la prodigiosa respinta di De Pizzo su Gonzalez. I lucani si ridestano: il sinistro di Gallitelli da fuori area viene deviato in corner dal portiere Del Ferraro. Il Cosenza sfiora la rete: la bordata di Schigliano viene respinta in tuffo da De Pizzo. La risposta bernaldese non è da meno: Sanz crea scompiglio in ripartenza, Del Ferraro si oppone con il corpo, sulla sfera si avventa Laurenzana ma l’estremo calabrese compie il miracolo impedendo la rete. Gli ospiti ci provano dalla distanza: il portiere De Ferraro in un raid offensivo chiama all’intervento De Pizzo, l’estremo lucano si ripete poco dopo su una rasoiata dalla distanza di Grandinetti. Il Cosenza a 7’ dal termine della frazione raggiunge il bonus di 5 falli: l’Or.sa Bernalda subito vicina al gol con il tocco di Sanz intercettato da Del Ferraro. Sono le prove della rete che giunge poco dopo con un chirurgico pallonetto di Sanz per 1-0. I locali continuano a spingere: Quinto chiama alla ribattuta Del Ferraro. Il Cosenza agguanta il pari al 18: Rodriguez dalla mancina la mette in mezzo, la sfera deviata da un avversario si alza a campanile per Scigliano che sul secondo palo di testa riesce a metterla in rete per 1-1, risultato con il quale si chiude la prima frazione di gioco. 

Nella ripresa l’Or.Sa Bernalda manca una clamorosa palla-gol: in contropiede parte l’indisturbato Turek che scarica a Sanz ma Grandinetti è provvidenziale nell’intervento. Reagisce il Cosenza con il diagonale di Morgade che trova pronto De Pizzo. I lucani vicini al gol: Steinwandter scarica a Quinto, il suo diagonale lambisce il palo mentre, pochi istanti più tardi, al culmine di una veloce trama di gioco Laurenzana calcia forte a rete ma Del Ferraro devia in corner. Il portiere dei calabresi si ripete anche su due conclusioni di Turek. Dall’altra parte, invece, è De Pizzo ad opporsi a Pagliuso. La gara è bellissima e ricca di emozioni: Gallitelli su punizione trova il tuffo prodigioso di Del Ferrato, poco dopo invece Sanz strappa la sfera a un avversario ma, da buona posizione, calcia al lato; stessa sorte per il mancino di Gallitelli su imbeccata di Sanz. In contropiede sono i calabresi a colpire con un fendente di Grandinetti per 1-2; poco più tardi ci prova Rodriguez, De Pizzo è attento. L’Or.sa Bernalda agguanta il pareggio: Gallitelli scarica a Sanz che insacca sul primo palo il 2-2. La gioia bernaldese dura poco perché, poco più tardi, Grandinetti serve Morgade, la sua mezza girata si infila in rete per il 2-3. Gli ospiti insistono: Scigliano da posizione defilata impegna De Pizzo che si rifugia in corner; l’estremo bernaldese è prodigioso anche su Morgade. Negli ultimi minuti di gara il tecnico Rispoli si gioca la carta del quinto di movimento (Steinwandter): la mossa frutta il pareggio con Laurenzana che caparbiamente in un’azione convulsa sottrae la sfera al portiere Del Ferraro per depositare in rete il 3-3 finale.  

OrSa BERNALDA: 14 Zito, 4 Laurenzana, 5 Claro, 3 Brescia, 6 Braico, 7 Steinwandter, 8 Murillo, 9 Sanz, 10 Gallitelli, 15 Turek, 23 Quinto, 12 De Pizzo. All. Rispoli

PIROSSIGENO CITTA’ DI COSENZA: 1 Gallo, 2 Iozzino, 4 Rodriguez, 7  Morgade, 8 Grandinetti, 9 Corte, 10 Scigliano, 11 Pagliuso, 14 Canonaco, 17 Gonzalez, 24 Del Ferraro, 25 Savuto. All. Tuoto

Marcatori: 14:17 p.t. Sanz (B), 18:36 p.t. Scigliano (C ), 10:10 s.t. Grandinetti (C ), 15:28 s.t. Sanz (B), 16:05 s.t. Morgade (C ), 19:20 s.t. Laurenzana (B)

Ammoniti: Grandinetti (C ), Del Ferraro (C ), Morgade (C ), Scigliano (C )

Arbitri: 1^ De Candia di Molfetta, 2^ Valentini di Bari, cronometrista Traetta di Molfetta

Ufficio stampa Or.sa Bernalda Futsal

Or.sa Bernalda Futsal, verso il Cosenza. Laurenzana: “Vogliamo riscattare la gara dell’andata”

Il momento che stiamo attraversando non è facile perché stiamo pagando molti errori individuali ma sono sicuro che lavorando duramente e con la giusta attenzione riusciremo a migliorarci superando l’attuale periodo” queste le parole del giovane laterale rossoblu Simone Laurenzana sul momento dell’Or.Sa Bernalda: “Negli ultimi match – prosegue il calciatore – non abbiamo raccolto quanto abbiamo prodotto in termini di occasioni da rete perché dobbiamo essere più cinici sotto porta”. Con impegno e abnegazione Laurenzana con l’incedere del campionato è riuscito a ritagliarsi degli spazi importanti nel team lucano: “E’ un buon momento sotto l’aspetto personale, forse sono partito un po’ in sordina in quanto avevo davanti compagni di squadra con maggiore esperienza in questa categoria però alla lunga sto riuscendo a dire la mia in questo campionato. A parte le prestazioni positive mi sta mancando il gol ma con il lavoro, come dice il nostro mister, arriverà anche quello”. Il laterale bernaldese si proietta già all’impegno di sabato prossimo, l’ennesimo di un fitto calendario che ha messo a dura prova nelle ultime due settimane Gallitelli e compagni, sabato prossimo al PalaCampagna salità il forte Pirossigeno Città di Cosenza con inizio gara alle ore 16:00: “Non è il massimo affrontare tutte queste partite in pochi giorni ma noi siamo preparati molto bene sotto il profilo atletico; tutto questo è merito del nostro nuovo preparatore che ringrazio. Nella sfida di sabato contro il Cosenza dovremo prestare la massima attenzione, del resto siamo consapevoli delle difficoltà della gara in quanto affronteremo una delle compagini accreditate alla vittoria del girone. Ricordo la partita d’andata molto combattuta da entrambe le squadre, noi uscimmo sconfitti e chiaramente vogliamo riscattare la gara dell’andata conquistando il massimo bottino”

Ufficio stampa Or.Sa Bernalda Futsal

BULLDOG CAPURSO-OR.SA BERNALDA FUTSAL: 6-2. Fatali gli errori difensivi rossoblù.

Terza sconfitta consecutiva per l’Or.Sa Bernalda, i ragazzi di Rispoli cadono nella trasferta pugliese contro il Bulldog Capurso del nuovo corso del tecnico Chiaffarato per 6-2, risultato finale severo per i rossoblu penalizzati dal solito arbitraggio non all’altezza ( clamoroso sull’1-1 il secondo fallo di mano di Elia non fischiato che sarebbe stato il secondo giallo per il giocatore del Capurso e Tiro Libero per gli ospiti) e da alcune fatali disattenzioni difensive. Nelle fila rossoblu da segnalare l’assenza di Claro compensata dai ritorni di Turek (reduce da Euro 2022) e Garcia al rientro dalla squalifica.

Cronaca. L’Or.Sa Bernalda parte con il seguente starting five: Garcia, Laurenzana, Steinwandter, Murillo, Sanz. Dall’altra parte il Bulldog Capurso con: Di Ciaula, Leggiero, Rotondo, Console, Elia.

I padroni di casa approcciano bene al match: la girata di Rotondo viene deviata dal portiere Garcia. L’estremo difensore rossoblu si ripete poco più tardi quando è costretto a rifugiarsi in corner sulla staffilata dello stesso Rotondo su scarico di Elia. I pugliesi ci provano sempre dalla distanza con Garofalo, Garcia respinge ma sulla sfera si avventa Garofalo che di destro calcia oltre la traversa. E’ il preludio alla rete dei padroni di casa: al 13’ Garofalo si incunea sull’out mancino e la piazza al centro per la mezza girata di Pavone che insacca 1-0. Il Capurso sfiora il raddoppio: Rotondo recupera palla a centrocampo e, giunto al limite dell’area avversaria, calcia di destro colpendo la traversa. I lucani sono vivi ed acciuffano il pari grazie ad un’imbucata di Sanz per Turek, il nazionale slovacco supera il portiere Di Ciaula e deposita in rete per 1-1. La rete galvanizza i rossoblu: Turek crea scompiglio tra le maglie difensive biancorosse servendo Steinwandter, il quale controlla la sfera e conclude a botta sicura ma Di Ciaula è prodigioso nell’intervento. I padroni di casa rispondono: Rotondo la tocca ad Elia che in girata scheggia la traversa. In chiusura di frazione il Capurso cerca ancora la soluzione dalla distanza: il mancino di Rotondo si spegne al lato. Il primo tempo termina con il risultato di 1-1.

Ad inizio ripresa l’Or.Sa Bernalda vicina al raddoppio: Sanz sfonda sulla destra e scaglia un diagonale teso, Di Ciaula respinge ma sulla palla è lesto a catapultarsi Turek che, però, da buona posizione calcia oltre la traversa. Il match è godibile con rapidi capovolgimenti di fronte: il Capurso costruisce un’opportunità con il colpo di tacco di Pavone che lancia Leggiero, il suo destro viene respinto di piede da Garcia. Poco dopo il portiere rossoblu si ripete opponendosi al colpo di tacco di Pavone; il quale, però, sul prosieguo dell’azione tenta di recuperare la sfera con lo stesso Garcia proteso in tuffo a deviarla a lato, i due calciatori vengono a contatto e per l’arbitro è calcio di rigore: dal dischetto Elia trasforma spiazzando Garcia per il 2-1. I pugliesi non sono paghi: Primavera chiama alla ribattuta il portiere bernaldese sul pallone si avventa Rotondo che insacca per il 3-1. I biancorossi cercano di chiudere la contesa: il diagonale di Console colpisce il palo. Dall’altra parte, invece, sono gli ospiti a riaprire il match: il capitano Gallitelli si libera al tiro dalla lunga distanza e con un chirurgico sinistro supera Di Ciaula vanamente proteso in tuffo per il 3-2. Il Capurso è letale in ripartenza proprio nel momento in cui i lucani vanno alla ricerca del pareggio: Elia si invola sull’out mancino e con un diagonale teso chiama all’intervento Garcia, sulla sfera Campagna è lesto a insaccare il 4-2. Il tecnico Rispoli si gioca la carta del quinto di movimento (Steinwandter) nel momento di massima pressione dei rossoblu è sempre Gallitelli a suonare la carica con una doppia conclusione consecutiva: la prima è disinnescata da Di Ciaula mentre la seconda colpisce il palo a portiere battuto. In ripartenza i pugliesi passano ancora: Rotondo serve Pavone, il quale vince un rimpallo e supera in uscita Garcia griffando il 5-2. Negli ultimi scampoli di gara c’è gloria anche per il portiere Di Ciaula che da distanza siderale pesca il jolly realizzando il 6-2 finale. Questo il commento sulla gara del tecnico rossoblu Cesare Rispoli: “Riguardando la partita di Capurso mi sembra di vedere il flashback di altre partite, i ragazzi nonostante le difficoltà sanno cosa fare ad esempio possediamo una buona fase di possesso mentre altre squadre mettono semplicemente la palla avanti sul pivot; buona anche la nostra fase difensiva che abbiamo mutato tante volte però in ogni gara incassiamo 4-5 gol probabilmente per un problema mentale ed alcuni grossolani errori individuali. Ovviamente questo è un grave handicap per noi perché regaliamo troppe reti agli avversari nel corso delle partite: per quanto riguarda i numeri abbiamo realizzato 19 gol in 10 partite la media di 2 gol a partita ma ne incassiamo troppi. Quest’anno evidentemente ci dice male perché arriviamo sotto porta creando tante occasioni ma capitalizzandone poche rispetto alla nostra mole di gioco, di contro incassiamo gol alla minima distrazione in questo modo diventa tutto più difficile soprattutto considerando le fragilità mentali della squadra in questo momento. A Capurso eravamo in partita sul risultato di 1-1 abbiamo avuto anche la possibilità di passare in vantaggio, le rotazioni stavano funzionando a dovere poi abbiamo subito un calcio di rigore regalato ai nostri avversari così come la terza rete; con questo uno-due, a dieci minuti dalla fine del match, è difficile riprendersi. Noi, però, ci abbiamo provato accorciando le distanze con Gallitelli ma con un’altra disattenzione abbiamo incassato il 4-2 sulle ultime due reti incassate meglio non parlarne”. Ora l’Or.Sa Bernalda affronterà sabato prossimo al PalaCampagna il Pirossigeno Città di Cosenza  con calcio d’inizio alle ore 16:00. 

BULLDOG CAPURSO: Di Ciaula, Leggiero, Rotondo, Console, Elia, Di Tomaso, Primavera, Pavone, Campagna, Garofalo, Dammacco, Liscio. All. Chiaffarato

OR.SA BERNALDA: Garcia, Laurenzana, Steinwandter, Murillo, Sanz, Braico, Gallitelli, Grossi, Turek, Quinto, Zito, De Pizzo. All. Rispoli

Marcatori: 12:22 p.t. Pavone (C ), 14:39 p.t. Turek (B), 5:34 s.t. (rig.) Elia (C ), 6:05 s.t. Rotondo (C ), 9:28 s.t. Gallitelli (B), 12:54 s.t. Campagna (C ), 18:36 s.t. Pavone (C), 19:48 s.t. Di Ciaula (C )

Ammoniti: Garofalo (C ), Laurenzana (B), Elia (C), Sanz (B), Murillo (B)

Arbitri: 1^ Buonocore di Castellamare di Stabia, 2^ Nappo di Ercolano, cronometrista Giannelli di Bari

Ufficio stampa Or.sa Bernalda Futsal

Or.sa Bernalda Futsal, verso Capurso. Rispoli: “Speriamo di recuperare le forze e qualche elemento”

Non è bastato all’Or.sa Bernalda il coraggio, il cuore e le energie profuse nella partita del PalaCampagna contro la capolista Città Di Melilli che si è imposta alla distanza mettendo in campo qualità e cinismo. Questo il commento a caldo sulla partita del tecnico dei lucani Cesare Rispoli: “Abbiamo disputato una buona gara purtroppo gli episodi decisivi durante il match sono stati a noi sfavorevoli per non parlare degli errori arbitrali che ci hanno pesantemente penalizzato. Contro il Melilli avremmo dovuto disputare la gara perfetta sbagliando nulla invece in quelle poche occasioni in cui abbiamo peccato siamo stati puniti; inoltre abbiamo mancato in avanti delle facili occasioni da rete. Purtroppo se non la butti dentro in queste gare diventa arduo conquistare punti. A parte questi aspetti il Melilli si è dimostrata una grande squadra”. Duro il commento del direttore generale rossoblu Giuseppe Mazzei in merito alla direzione di gara del secondo arbitro nel match del PalaCampagna contro il Melilli: “Purtroppo ancora una volta ci siamo trovati di fronte un arbitro, per la precisione il Sig. Diego Ramires di Lecce che ha diretto in modo scandaloso e lontano da ogni situazione di gioco fischiando infrazioni inesistenti sotto gli occhi del primo arbitro. Tra le tante c’era la netta espulsione del portiere Boschiggia al 15’ del primo tempo per un netto fallo di mano fuori area; errore reiterato sullo stesso Boschiaggia al 4’ del secondo tempo per un altro intervento con le mani fuori area. In quest’ultima circostanza l’estremo avversario è stato solo ammonito e non espulso. Il Sig. Ramires si anche inventato nel primo tempo il sesto fallo di Sanz che ha portato al tiro libero il Melilli. Purtroppo per noi è stato un’intera partita a combinare un guaio dietro l’altro mentre al contrario il suo collega di Taranto, il primo arbitro è stato davvero bravo”. Non c’è tempo, però, per le recriminazioni perché il campo chiama e gli impegni sono serrati; neanche il tempo di rifiatare per Gallitelli e compagni che mercoledì scenderanno nuovamente in campo nell’ostica trasferta di Capurso (palla al centro alle ore 19:00 al Pala Livatino) il tecnico rossoblu Rispoli parla in questi termini del prossimo impegno: “Sarà un’altra gara difficile speriamo di non incassare altre defezioni con l’auspicio di recuperare forze e qualche elemento utile alla causa come Turek e Claro perché continuiamo ad essere in emergenza”. 

Ufficio stampa Or.Sa Bernalda Futsal

OR.SA. BERNALDA FUTSAL – CITTA’ DI MELILLI: 1-5. I rossoblu rimaneggiati tengono testa alla capolista per oltre un tempo

Tanto cuore e grinta per l’Or.Sa Bernalda che rende difficile la vita alla capolista Città di Melilli che alla distanza riesce a piegare le resistenze rossoblu con una ripresa convincente dopo una prima frazione terminata sul risultato di 1-1. Gli uomini di Rispoli vessati ancora una volta da numerose assenze (lo squalificato Garcia, l’infortunato Claro e Turek, quest’ultimo impegnato con la Slovacchia agli europei in svolgimento in Olanda) sono protagonisti di una prova gagliarda e coraggiosa in una gara condizionata da alcune clamorose sviste arbitrali. 

Cronaca. I bernaldesi partono con il seguente quintetto: De Pizzo , Steinwandter, Laurenzana, Gallitelli, Sanz. Dall’altra parte il Città di Melilli con: Boschiggia, Zanchetta, Monaco, Spampinato, Rizzo .

La capolista è subito aggressiva: Zanchetta da centrocampo impegna De Pizzo che si rifugia in corner. Pronta la reazione bernaldese con la conclusione di Gallitelli (servito da Sanz) trova attento l’estremo Boschiggia. Il Melilli tenta la sortita soprattutto dalla distanza: la staffilata di Zanchetta impegna De Pizzo. Le rapide ripartenze lucane mettono in difficoltà la retroguardia ospite: Laurenzana sfonda in banda sull’out mancino ma il suo diagonale viene bloccato senza difficoltà da Boschiggia mentre, poco più tardi, Steinwandter lancia in corridoio Sanz che tutto solo si lascia “ipnotizzare” da Boschiaggia, abile a chiudere lo specchio della porta. Il Melilli reagisce e si riversa in avanti: doppia occasione per Spampinato da posizione decentrata, De Pizzo è vigile e chiude lo specchio della porta. Il portiere rossoblu è nuovamente prodigioso sulle bordate dalla distanza di Zanchetta; i neroverdi tentano di scardinare la difesa lucana utilizzando il portiere Boschiggia in posizione più avanzata ma sono i bernalsesi a passare in vantaggio: Laurenzana pesca il tocco rapace di Gallitelli che insacca 1-0. I siciliani cercano di agguantare subito il pari: De Pizzo sbarra la strada al tiro ravvicinato di Zanchetta. I padroni di casa raggiungono il bonus di 5 falli e il Melilli ne approfitta per aumentare il ritmo mettendo sotto pressione la difesa bernaldese. Il sesto fallo giunge su un intervento quanto meno dubbio del pivot Sanz: De Pizzo, però, è prodigioso deviando in tuffo il tiro libero di Zanchetta. Il pari ospite è solo rimandato perché, poco dopo, Rizzo trova il pertugio centrale tra le maglie difensive rossonere per insaccare 1-1. I lucani sono vivi: Sanz tenta la battuta a sorpresa da distanza siderale ma Boschiaggia con un colpo di reni devia la sfera con le mani smanacciandola da fuori area ma gli arbitri lasciano correre assegnando solo un calcio d’angolo in favore dei rossoblu. 

Nella ripresa l’Or.sa Bernalda parte bene con due opportunità con Steinwandter e Sanz, Boschiggia è pronto al doppio intervento. Sull’altro fronte si rinnova il duello tra Zanchetta e De Pizzo con il portiere lucano abile a sbarrare nuovamente la strada al brasiliano. Nulla può, invece, l’estremo bernaldese sulla girata di Rizzo che griffa 1-2. Il Melilli cerca di chiudere la contesa: la bordata di Zanchetta scheggia la traversa. Dall’altra parte i padroni di casa sfiorano il pareggio: Boschiggia è strepitoso nella deviazione con i piedi sul tiro teso di Gallitelli successivamente l’estremo dei siciliani si oppone in tuffo anche a Laurenzana. Sono i siciliani, invece, ad allungare con un pallonetto morbido di Zanchetta per 1-3. Su una disattenzione difensiva rossoblu gli ospiti vanno vicini al poker: Pizzo è abile a ribattere la conclusione di Rizzo. La quarta rete neroverde è solo rimandata: Spampinato dall’out mancino la mette sul secondo palo per il tap-in vincente di Rizzo per 1-4. Il tecnico Rispoli si gioca la carta del quinto di movimento (Gallitelli) per tentare la rimonta nel finale ma sono i siciliani a chiudere definitivamente la contesa con la classica rete dell’ex griffata da Boschiggia per 1-5 finale. 

OR.SA. BERNALDA FUTSAL: 1 Zito, 3 Marzano, 4 Laurenzana, 5 Brescia, 7 Steinwandter, 8 Trobia, 9 Sanz, 10 Gallitelli, 11 Grossi, 12 De Pizzo, 22 Lemma, 23 Quinto. All. Rispoli

CITTA’ DI MELILLI: 1 Fiore, 4 Monaco, 5 Chalo, 7 Rizzo, 24 Cammarata, 13 Zanchetta, 14 Tarantola,18 Fecarotta, 19 Aresco, 27 Spampinato, 30 Bongiorno, 89 Boschiggia. All. Batata

Arbitri: 1ˆ Corsini di Taranto, 2^ Ramires di Lecce, cronometrista Coviello di Potenza

Ammoniti: Quinto (B), Sanz (B), Boschiggia (M), Gallitelli (B)

Marcatori: 10:22 p.t. Gallitelli (B), 14:50 p.t. Rizzo (M), 2:20 s.t. Rizzo (M), 12:30 s.t. Zanchetta (M), 14:26 s.t. Rizzo (M), 17:00 s.t. Boschiggia (M)

Ufficio stampa Or.sa Bernalda Futsal