OrSa Bernalda Futsal, verso l’Ispica. Zito: “Sono sicuro che i ragazzi e il mister daranno il 110%”

Una delle note liete della stagione in corso dell’OrSa Bernalda è sicuramente Pietro Zito, giovane portiere classe 2002, prodotto del vivaio rossoblu e chiamato in causa a sorpresa sabato scorso in occasione della trasferta siciliana di Regalbuto per sostituire il titolare De Pizzo. Il ventenne si è disimpegnato bene nel match anche grazie al sostegno dei compagni di squadra, queste le sue considerazioni sulla sua esperienza: “È stata un’esperienza incredibile e inaspettata perché pochi secondi prima del fischio iniziale non sapevo ancora che avrei giocato; è sempre bello difendere i colori del proprio paese e per la mia prestazione devo ringraziare i miei compagni di squadra che non hanno mai smesso di incitarmi sia dalla panchina che dal campo”. Zito è entrato in punta di piedi nel team lucano iniziando ad allenarsi con la squadra maggiore a stagione iniziata, di sicuro questo scorcio d’annata sarà propedeutico per il bagaglio d’esperienza futuro: “Sono arrivato ad allenarmi con la squadra a metà stagione e devo dire che giocare e confrontarsi con dei giocatori già preparati a questi livelli ti insegna molto a livello di mentalità e non solo; ora bisogna pensare a fare un ultimo sforzo per poterci salvare. Il futuro non è scritto sia quello mio che del Bernalda; dobbiamo pensare giorno dopo giorno e partita dopo partita”.

Il pensiero dell’estremo difensore è un messaggio di speranza per gli ultimi difficili impegni che attendono il Bernalda nelle ultime gare di una stagione travagliata, già da sabato prossimo quando i rossoblu ospiteranno i siciliani dell’Arcobaleno Ispica con calcio d’inizio al PalaCampagna per le ore 16:00: “Sono sicuro che i ragazzi e il mister daranno il 110% per la partita di sabato ed abbiamo il dovere di provarci fino alla fine”. La chiosa finale è dedicata alle ambizioni personali e ai sogni nel cassetto del giovane calcettista lucano: “Sono ormai diversi anni che gioco qui a Bernalda e spero di restare qui a lungo; farò tutto il possibile per difendere ancora questi colori; il mio sogno è quello di giocare a calcio a 5 costruendo magari una carriera da professionista in questo sport…Ho tanta voglia di emergere”

Ufficio stampa OrSa Bernalda Futsal

FUTSAL REGALBUTO – ORSA BERNALDA FUTSAL: 3-1. Non basta un buon secondo tempo ai rossoblu

L’OrSa Bernalda cade nella trasferta siciliana di Regalbuto per 3-1: gara incanalata dai padroni di casa nel primo tempo concluso con il risultato di 2-0. Nella ripresa il Bernalda riusciva ad accorciare le distanze con Gallitelli ma gli assalti finali rossoblu risultavano infruttuosi ed in contropiede Martinez griffava la terza e risolutiva rete per i siciliani. Da segnalare nelle fila bernaldesi l’esordio del giovane portiere Zito, unica nota lieta per i lucani. 

Cronaca. Il Bernalda parte con il seguente start-five: Steinwandter, Claro, Turek, Gallitelli, Sanz. Dall’altra parte il Giovinazzo con: La Rocca, Fernandez, Basso, Ferrante, Lo Cicero.

Il Bernalda parte con un atteggiamento spregiudicato utilizzando già dalle prime battute il quinto di movimento (Steinwandter). Dopo le fasi di studio gli ospiti mancano il vantaggio: la sponda di testa di Sanz libera l’indisturbato Claro che da buona posizione calcia oltre la traversa. Al primo vero affondo il Regalbuto passa in vantaggio: il fendente di Lo Cicero trova il tap-in vincente di Wallace per 1-0. Poco dopo i siciliani vanno vicini al raddoppio con lo stesso Wallace, il quale in ripartenza si trova tutto solo a concludere a porta sguarnita ma il suo tiro finisce al lato. Su una nuova ripartenza il Regalbuto colpisce con Lo Cicero per il 2-0, risultato con il quale le squadre vanno al riposo. 

Nella ripresa i locali vicini al tris: Daniel supera in slalom un paio di avversari ma tutto solo davanti al portiere bernaldese calcia al lato; poco più tardi Zito respinge il tiro di Capuano. Risponde il Bernalda con il diagonale di Turek e il mancino di Gallitelli, l’estremo siciliano La Rocca è attento.  Sempre in contropiede il Regalbuto sfiora la terza rete: Chiavetta innesca Wallace ma Zito è strepitoso ad opporsi; il giovane estremo difensore bernaldese è abile a respingere in due occasioni le conclusioni di Ferrante. Il tecnico Rispoli si gioca la carta del quinto di movimento (Turek) ma sono ancora i padroni di casa ad andare vicini alla rete: il diagonale di Lo Cicero colpisce il palo, lo stesso calcettista siciliano recupera la sfera trovando il prodigioso intervento di Zito. Anche il Bernalda sfiora la rete con Turek che colpisce il palo ma, pochi istanti più tardi, un’imbucata di Claro trova il tocco rapace di Gallitelli che accorcia le distanze per il 2-1. Gli assalti finali del Bernalda risultano infruttuosi mentre il Regalbuto negli ultimi 30’’ di gara segna con Martinez il 3-1 finale. 

FUTSAL REGALBUTO: 1 Miraglia, 2 Wallace, 4 Daniel, 5 Basso, 6 Fichera, 7 Chiavetta, 14 Martinez, 17 Capuano, 18 Vitale, 19 Ferrante, 20 Lo Cicero, 77 La Rocca. All.  Reali

OrSa BERNALDA: 22 Rispoli, 1 Zito, 5 Claro, 6 Braico, 7 Steinwandter, 9 Sanz, 10 Gallitelli, 11 Grossi, 12 De Pizzo, 15 Turek, 21 Garcia, 23 Quinto. All. Rispoli

Arbitri: 1^ Rutolo di Chieti, 2^ Amicucci di Avezzano, cronometrista Monaco di Acireale

Marcatori: 13:35 p.t. Wallace (R), 19:20 p.t. Lo Cicero (R), 16:46 s.t. Gallitelli (B), 19:30 s.t. Martinez (R)  

Ammoniti: Turek (B), Daniel (R ), Steinwandter (B), Zito (B)   

Ufficio stampa Or.sa Bernalda Futsal

OrSa Bernalda Futsal, verso il Regalbuto. Sanz: “Dobbiamo ribaltare il pronostico”


“È stata una bella partita quella che i ragazzi hanno giocato contro Giovinazzo, sapendo che Simone ed io non abbiamo giocato. Lo hanno fatto molto bene. Purtroppo stiamo commettendo gli stessi errori di sempre, che sono quelli che ci fanno perdere le partite” 
questo il commento sulla gara di sabato scorso contro il Giovinazzo di Matias Sanz, l’esperto pivot dell’OrSa Bernalda. L’argentino assente per squalifica unitamente a Laurenzana rientrerà sabato prossimo in occasione della trasferta siciliana di Regalbuto. Sanz non accampa alibi per l’attuale posizione in classifica dei rossoblu, ultimi nel girone: “Al momento manca un po’ di tutto considerando l’attuale posizione in classifica ma restano 6 partite e sappiamo che dobbiamo dare il meglio in ognuna di queste fino alla fine senza lasciare nulla d’intentato; speriamo che anche la fortuna possa girare per essere dalla nostra parte”. Il pivot traccia anche un bilancio sulla sua attuale stagione mostrando una sincera autocritica: “Senza giri di parole la mia stagione finora non è assolutamente buona e potrebbe andare molto meglio, auspico che possa esserci un’inversione di tendenza in queste ultime gare”. Ora è in programma sabato prossimo un’altra partita fondamentale per il futuro dei ragazzi di Rispoli che si recheranno in Sicilia sul terreno del Regalbuto: “Ci aspetta una bellissima partita da giocare come una finale – afferma Sanz – in molti si aspettano il solito risultato ma noi dobbiamo essere capaci di ribaltare il pronostico che ci vede sfavoriti; del resto la squadra ha le qualità per uscire da questa situazione. Dobbiamo essere più intelligenti e più attenti in alcune situazioni…meritiamo una vittoria!”

Ufficio stampa OrSa Bernalda Futsal

OrSa Bernalda Futsal, verso il Giovinazzo, Mazzei: “Siamo noi gli artefici del nostro destino”

Le recriminazioni sono diventate un leitmotiv della stagione dell’OrSa Bernalda Futsal almeno al momento; anche sabato scorso nella trasferta di Catanzaro, dopo un ottimo primo tempo chiuso con il doppio vantaggio di 2-0, i ragazzi di Rispoli si sono fatti rimontare dai calabresi incassando una sconfitta troppo severa rispetto a quando mostrato in campo. Il commento alla partita del direttore generale rossoblu Giuseppe Mazzei focalizza l’attenzione su alcuni aspetti fondamentali: “Paghiamo per alcune disattenzioni in fase difensiva, nel primo tempo avremmo potuto chiudere la frazione con più gol di vantaggio: sul 2-0 in nostro favore abbiamo mancato delle occasioni da rete a tu per tu con il portiere avversario. In effetti il nostro primo tempo a Catanzaro è stato eccezionale soprattutto per l’attenzione mostrata in fase difensiva, nella ripresa abbiamo pagato per errori individuali e siamo stati sfortunati nella circostanza della loro prima rete che è stato un autogol mentre in occasione della rete della parità abbiamo pagato per un’omissione individuale; in seguito abbiamo incassato la terza rete in inferiorità numerica sempre per causa di una disattenzione di un singolo. La concentrazione deve essere massima per tutto l’arco delle gare purtroppo questa caratteristica importante ci sta mancando”. Il dirigente lucano rimarca il concetto puntualizzando: “E’ un problema di concentrazione che ci portiamo avanti dall’inizio stagione, ci sono dei momenti di black out che ci penalizzano e inoltre, lo ribadisco, commettiamo degli errori decisivi che vengono sfruttati dai nostri avversari di turno; al momento questo è l’aspetto che ci sta maggiormente penalizzando”. Nulla è perduto, Gallitelli e compagni hanno il dovere di tentare la risalita in classifica ripartendo da alcune caratteristiche imprescindibili per ottenere la salvezza: “Bisogna dimostrare di essere una squadra – prosegue Mazzei – che merita molto di più rispetto a quello che dice la classifica; del resto le potenzialità ci sono e la società ha investito tanto, i nostri ragazzi devono tirare fuori attributi e orgoglio tentando di recuperare il gap di punti in classifica”. Adesso in calendario per sabato prossimo ci sarà il match contro il G.S. Giovinazzo calcio a 5 con inizio gara al PalaCampagna alle ore 16:00: “A Giovinazzo – dice Mazzei – in occasione della gara d’andata incassammo il colpo sul piano psicologico anche lì giocammo bene ed eravamo in gara fino all’intervallo a cui fece seguito una nostra pessima prestazione nella ripresa purtroppo quest’anno gira così; ad esempio sabato scorso avevamo fuori per squalifica Turek e Gallitelli mentre contro i pugliesi ci mancheranno gli squalificati Sanz e Laurenzana…Siamo noi gli artefici del nostro destino”