Bernalda Futsal, verso il Taranto. Mazzei: “Potrebbe essere la gara della svolta”

Una sconfitta amara, la terza consecutiva, per il Bernalda Futsal che nella trasferta siciliana di Regalbuto recrimina per alcune controverse e discutibili decisioni arbitrali; ma deve, comunque, recitare il mea culpa per qualche omissione difensiva che rischia di cronicizzarsi se non corretta in tempo. A commentare la gara il direttore generale rossoblu Giuseppe Mazzei: “Una sconfitta che per come è andata l’evoluzione della gara lascia l’amaro in bocca. Siamo stati sempre in partita in una gara equilibrata e dai due volti. Nel primo tempo le maggiori rotazioni e la migliore freschezza agonistica hanno permesso al Regalbuto di tenere bene il campo e di portarsi in vantaggio sull’1-0. Nel secondo tempo la gara l’abbiamo condotta noi dal primo all’ultimo secondo con un pressing altissimo che non permetteva di costruire gioco ai nostri avversari che hanno dovuto buttare via parecchi palloni. Poi le gare equilibrate si sa le decidono molto spesso gli episodi e sarebbe bello che gli episodi siano frutto dell’ingegno e dell’abilità dei singoli giocatori piuttosto che della voglia di protagonismo di chi dirige la gara: l’azione che porta il Regalbuto sul 2-1 è frutto di una punizione regalata ai nostri avversari. Nonostante questo siamo rimasti compatti e poco dopo abbiamo trovato il pari con Zancanaro. Dopo su una nostra disattenzione a 4 minuti dalla fine siamo andati nuovamente in svantaggio e da lì in poi non c’è stato più concesso di rientrare in gara. Abbiamo incassato l’ espulsione di Borges per una assurda seconda ammonizione decisa dall’arbitro che era a trentacinque metri dall’azione e non dal suo collega che era meglio piazzato. Questi sono gli episodi chiave del match. Eravamo consapevoli che sarebbe stata una gara tosta; alla luce delle condizioni con le quali siamo arrivati a disputarla: mi riferisco alle assenze di Calderolli ancora ai box per un fastidio muscolare e di Bocca che nell’incontro con il Melilli ha subito una doppia ammonizione assurda frutto di una direzione arbitrale al di fuori di ogni rigore di logica”. Nota dolente quella delle espulsioni in casa rossoblu; un aspetto da non trascurare anche per il prosieguo del torneo. Su questo il diggì bernaldese chiarisce: “Purtroppo abbiamo subito nelle ultime tre gare 4 espulsioni frutto di direzioni di gara non all’altezza e poco serene. Sono molto contrariato per questo. Tra l’altro abbiamo ritrovato qualche fischietto non nuovo a queste serate da “prima donna”. Peccato perché si vanifica l’egregio lavoro che svolgono tanti direttori di gara bravi e integerrimi. Sicuramente tutti possono avere una giornata negativa spero che non accada più”. Al setaccio in particolare la fase difensiva che comunque coinvolge tutta la squadra: “La difesa ha fatto quello che poteva – prosegue il dirigente lucano –perché l’assenza di Bocca è stata pesante e Zancanaro era l’unico centrale di ruolo. Il mister ha provato ad adattare Muró anche con buoni risultati, si tratta comunque sempre di un elemento fuori ruolo”. Per quanto riguarda la fase offensiva, Mazzei afferma: “In avanti Piovesan ha fatto il possibile ma aveva sempre le mani addosso e non gli fischiavano mai un fallo a favore. Per il resto eravamo un po’ scollegati nel primo tempo ma per la ripresa non ho niente da rimproverare ai nostri ragazzi se non sulla transizione in cui abbiamo incassato il 3-2”. Adesso per sabato prossimo è in programma al PalaCampagna la sfida contro Taranto. Ormai una “classica” delle ultime stagioni che quest’anno avrà il proscenio in A2: “La gara con il Taranto è importante come tutte le altre. Noi da qualche anno abbiamo imboccato un percorso che ci ha portati alla conquista della Serie A2. Quest’anno i ripescaggi hanno permesso ad altre società di iscriversi a questo campionato; per cui ritroviamo nuovamente i tarantini sul nostro cammino e onestamente è giusto che ci siano perché tolti noi, lo scorso anno hanno disputato un campionato eccellente. Loro sono la solita squadra combattiva che verrà a Bernalda per dare il massimo. Noi non avremo Borges per squalifica ma riavremo Bocca e speriamo di recuperare Calderolli. Potrebbe essere questa la gara per svoltare ed iniziare un percorso importante. Sono sicuro che il mister e i ragazzi non ci deluderanno”.

Ufficio stampa ASD BERNALDA FUTSAL