Bernalda Futsal, la nuova stagione da programmare

Una stagione esaltante, malgrado la pandemia, quella vissuta dal Bernalda Futsal che dopo un inizio stagione di alti e bassi è riuscito a raggiungere i play off. Un risultato di rilievo per i rossoblu alla prima stagione in serie A2. Tempo di bilanci ma ora c’è da programmare la stagione 2021-2022.  

GRIECO. Il presidente Franco Grieco è lungimirante parla del bilancio stagionale e soprattutto di progettualità sostenibile e autofinanziabile per il nuovo Bernalda, in cantiere c’è un progetto pluriennale:“Il bilancio stagionale è estremamente positivo; l’annata è stata strana principalmente per la pandemia e la conseguente assenza di pubblico. Per noi era l’esordio in A2: abbiamo cercato di operare al meglio dall’inizio ma in corso d’opera abbiamo dovuto porre delle modifiche per migliorarci sempre e con costanza. Abbiamo dovuto affrontare tante insidie ma alla fine siamo riusciti a raggiungere i play off nei quali siamo usciti a testa alta contro un avversario molto più quotato di noi. La nostra curva è stata sempre in crescendo e soprattutto non siamo mai stati a rischio retrocessione”. La prima stagione di serie A2 è stata una “palestra” per il club lucano e l’esperienza servirà per migliorare alcuni aspetti già dalla stagione 2021-22: “Un anno estremamente positivo ci ha fatto comunque vivere alcune esperienze negative che ci serviranno d’insegnamento. Vogliamo costruire un progetto a lungo termine con un’organizzazione a tutti i livelli che è già partita: l’obiettivo sarà quello di migliorarci ancora, oltre alla rosa e allo staff tecnico, parlo di infrastrutture e altre iniziative per rendere il nostro progetto sostenibile e autofinanziabile”

MAZZEI. Il direttore generale Giuseppe Mazzei pone l’accento sulle difficoltà di una stagione condizionata dal decorso del Covid ma riportata sui giusti binari grazie all’impegno e alla forza del gruppo:“Abbiamo vissuto tante emozioni. E’ stato un anno particolare per noi perché è stato il primo in A2 dopo la vittoria dello scorso anno. Abbiamo superato tante difficoltà soprattutto a livello organizzativo non è stato facile per l’emergenza Covid che ci ha costretto a test continui e misure preventive: tutte attività forzate che non si svolgono in condizioni normali. Dal punto di vista sportivo è stata una stagione interessante, dopo le iniziali difficoltà provocate da una serie di fattori, siamo stati in grado di riprenderci dalle piccole difficoltà e non abbiamo mollato nei momenti critici come ad esempio la sconfitta contro il Bovalino, il pareggio contro il Messina e il disastro del ritiro dal campionato di Taranto. Ci siamo stretti intorno e abbiamo fatto gruppo centrando una qualificazione ai play off che a un certo punto sembrava insperata. Un plauso a tutti soprattutto ai nostri sponsor che non ci hanno abbandonato anche nei momenti di difficoltà. Un ringraziamento enorme per il lavoro svolto dal nostro direttore sportivo Alfredo Plati perché è lui il “deus ex machina” di questa squadra e un grandissimo grazie ai due presidenti Grieco e Rasulo e a tutti quelli che hanno lavorato per noi in silenzio e dietro le quinte”. Ora c’è da programmare la nuova stagione: “Siamo al lavoro su più fronti con Alfredo Plati e cominciamo a comprendere quello che sarà il budget da mettere a disposizione per la nuova stagione. Cercheremo di mantenere i nostri standard per ben figurare anche nella prossima stagione con la speranza che comunque ci sia il nostro pubblico: fattore che più ci è mancato quest’anno. 

PLATI. Tra gli obiettivi della nuova stagione ci sarà come sempre quello della crescita dei giovani. A rimarcarlo è il direttore sportivo Alfredo Plati:“Sicuramente è stato un anno positivo come neo promossa abbiamo raggiunto il traguardo dei play off; siamo contenti del risultato finale, ci dispiace non avere raccolto quanto auspicavamo alla vigilia del torneo in termini di crescita dell’ossatura del Bernalda, mi riferisco in particolare ai nostri giovani in quanto i ragazzi non hanno disputato i campionati giovanili a causa del Covid. E’ stato un anno transitorio ora dobbiamo essere pronti per la nuova stagione”. Il diesse rossoblu parla dell’annata che verrà e delle ambizioni rossoblu: “Gli obiettivi saranno sempre ambiziosi, del resto lo dice la nostra storia chiaramente gli occhi saranno sempre puntati sui nostri ragazzi locali: cercheremo di costruire una rosa adeguata alle nostre ambizioni; siamo alla ricerca di un nuovo tecnico che possa fornirci garanzie di crescita che poi è il nostro principale obiettivo”.   

Ufficio stampa Bernalda Futsal

Play Off A2 Futsal Polistena – Bernalda Futsal: 5-3. Rossoblu eliminati a testa alta

Finisce la favola del Bernalda Futsal superato nei play off al “Palazzetto Caduti sul lavoro” di Polistena dalla formazione locale   al culmine di un confronto accesso e tirato fino agli ultimi istanti di gara. Resta, comunque, l’ottima prova dei ragazzi di Cipolla che hanno “venduto cara la pelle” di fronte ad un avversario quotato già messo in difficoltà durante la stagione regolare. L’annata dei rossoblu, matricola in serie A2, è comunque positiva per i risultati conseguiti: il solco per programmare una nuova e ambiziosa stagione è stato tracciato.   

Cronaca. Il Bernalda, senza gli infortunati Timm e Gallitelli, si presenta con il seguente quintetto: Timm, Schacker,  Borges, Lemos, Saponara. Dall’altra parte il Polistena risponde con: Martino, Arcidiacone, Maluko, Diogo, Vinicius. 

Inizio equilibrato con la prima occasione per il Polistena con il tiro di Vinicius: Timm blocca. Sull’altro fronte il Bernalda tenta con Schacker, la palla viene respinta quasi sulla linea da un avversario. I calabresi tentano la via del gol in due circostanze con Diogo: nella prima la sfera si spegne di poco al lato mentre nella seconda Timm  si oppone. Gli ospiti passano in vantaggio con una rapida ripartenza: Lemos innesca Borges che supera Martino e infila lo 0-1. Il Polistena cerca di aumentare il ritmo mettendo sotto pressione la retroguardia bernaldese: Timm è attento in un paio di occasioni. Poco dopo i padroni di casa sono nuovamente pericolosi con Arcidiacone, il suo diagonale finisce al lato. A metà frazione il Bernalda raggiunge il bonus di 5 falli. I rossoblu confezionano una buona opportunità: il portiere Martino perde palla, Fusco si avventa sulla sfera e calcia a botta sicura ma Vinicius è provvidenziale. Poco più tardi i locali agguantano il pari con un tiro dalla media distanza di Dentini per 1-1. Il Polistena insiste: Timm ribatte una conclusione di Diogo; il portiere bernaldese si ripete poco dopo opponendosi con il corpo al tiro di Vinicius.  A 2:30 dalla fine del primo tempo anche il Polistena raggiunge il bonus di 5 falli. Il Bernalda pericoloso: il diagonale di Lemos lambisce il palo a portiere battuto; non si lascia attendere la risposta del Polistena con Silon ma Timm è attento. In chiusura di frazione i calabresi passano in vantaggio con un tiro preciso dalla media distanza di Vinicius che griffa il 2-. Negli ultimi istanti di frazione gli ospiti vicini al pari con una staffilata dalla lunga distanza di Amzil che lambisce il palo. Il primo tempo termina con il punteggio di 2-1 in favore del Polistena. 

Ad inizio ripresa il Polistena vicino al tris con Silon: Borges respinge sulla linea. Sul ribaltamento di fronte insidia bernaldese con Saponara: palla di poco al lato. Il Polistena cala il tris con la staffilata dalla lunga distanza di Juninho che infila l’angolo alla destra di Timm per il 3-1. Doppia opportunità per il Bernalda: Martino respinge prima il destro di Fusco e successivamente il tap-in di Lemos. Sul ribaltamento di fronte il tentativo di Juninho trova pronto in uscita Timm. Il Bernalda resta in temporanea inferiorita numerica per l’espulsione di Fusco che incassa la seconda ammonizione per un fallo su Dentini. Il Polistena cerca di sfruttare la superiorità numerica: Diogo impegna Timm. Il portiere bernaldese nulla può, pochi istanti più tardi, sulla mezza girata di Silon per il 4-1. Il Bernalda è ancora vivo: Vinicius intercetta in area con un braccio il sinistro di Murò, l’arbitro assegna il penalty che Bocca trasforma superando Parisi (entrato in occasione del rigore in sostituzione di Martino). Il Bernalda vicino alla terza rete: Saponara prova il tap-in ma un avversario ribatte quasi sulla linea di porta. Poco più tardi nuovamente Saponara recupera la sfera e calcia a rete con il pallone di poco al lato. Gli ospiti ancora in avanti: Borges costringe Martino in corner. Il Polistena risponde: il diagonale di Maluko trova la respinta di Timm che devia in corner un’altra conclusione da fuori area di un avversario. Passano pochi secondi per l’espulsione di Molluso, tecnico del Polistena. Clamorosa palla-gol per il Bernalda: Amzil pesca Bocca che tutto solo davanti a Martino calcia oltre la traversa. Il Polistena resta temporaneamente in inferiorità numerica: Diogo, già ammonito, incassa il secondo cartellino giallo per un fallo su Lemos. Il Bernalda preme, forte della superiorità numerica: Schacker costringe Martino in angolo, passano pochi secondi e l’estremo calabrese si oppone nuovamente a Schaker. Al terzo tentativo, però, il brasiliano supera il portiere avversario con una bordata dalla media distanza per il 4-3. Il Polistena si scuote: la rasoiata di Arcidiacone da fuori area trova la decisiva opposizione di Bocca sulla linea di porta. Sul fronte opposto Murò da posizione defilata chiama in causa Martino che si rifugia in angolo. Il Polistena sfiora la quinta rete: il siluro di Arcidiacone si stampa sulla traversa. Negli ultimi due minuti il tecnico Cipolla si gioca la carta del quinto di movimento (Borges): Schacker dalla distanza ci prova ancora ma la sfera deviata da un avversario lambisce il palo e termina il angolo. Proprio sul susseguente corner il Polistena recupera la sfera e Vinicius da distanza siderale insacca per il 5-3 finale. 

FUTSAL POLISTENA: 5 Arcidiacone, 6 Silon, 7 Dentini, 8 Attinà, 10 Creaco, 12 Parisi, 17 Martino, 19 Maluko, 20 Juninho, 21 Prestileo, 26 Diogo, 27 Vinicius. All. Molluso

BERNALDA FUTSAL: 2 De Pizzo, 4 Amzil, 5 Schacker, 6 Borges, 7 Lemos, 8 Murò, 11 Bocca, 14 Damelio, 18 Timm, 22 Fusco, 23 Quinto, 25 Saponara. All. Cipolla

Arbitri: 1ˆ Seminara di Palermo, 2^ Aumenta di Sala Consilina, cronometrista Turiano di Reggio Calabria 

Ammoniti: Schacker (B), Diogo (P), Arcidiacone (P)

Espulso: Fusco (B), Molluso (all. P), Diogo (P)

Marcatori: 3:55 p.t. Borges (B), 13:24 p.t.  Dentini (P), 19:29 p.t. Vinicius (P), 1:36 s.t. Juninho (P), 7:35 s.t. Silon (P), 9:17 s.t. (rig.) Bocca (B), 14:17 s.t. Schacker (B), 18:32 s.t. Vinicius (P)

Ufficio stampa Bernalda Futsal

Bernalda Futsal. Verso i play off. Mazzei: “Sognare non costa nulla”

Una stagione incredibile e avvincente quella del Bernalda Futsal con il lieto fine della stagione regolare condito da due vittorie consecutive e il raggiungimento dei play off. Un “traguardo”, anzi una “tappa” importante nel primo storico campionato di serie A2 disputato dai rossoblu. Palpabile la soddisfazione di Giuseppe Mazzei, direttore generale bernaldese, quando parla del bilancio stagionale: “Il raggiungimento dei play off è stato positivo soprattutto valutando la stagione travagliata che abbiamo affrontato per varie vicissitudini come il cambio di guida tecnica dopo poche gare e la rosa rinnovata in corso d’opera. Quando la squadra ha iniziato a girare per il verso giusto è giunta la “mazzata” finale del ritiro dal campionato del Taranto. Abbiamo comunque raggiunto meritatamente i play off in maniera rocambolesca: lo reputo un obiettivo importante per una matricola”. Tanti pregi e note positive per il team lucano che ha affrontato da matricola l’annata: “Un pregio della dirigenza – continua Mazzei – è quello di avere trovato una quadra anche nei momenti di difficoltà e non ha mai mollato. Dalla squadra posso dire che il pregio principale è di essere un gruppo coeso con i ragazzi che sono tra loro in sintonia. Per quanto riguarda lo staff tecnico sicuramente la professionalità che hanno dimostrato in tutti i momenti della stagione”. Ora per Bocca e compagni ci sono i play off: i lucani sono attesi dalla gara senza appello di sabato prossimo al “Palazzetto Caduti sul Lavoro” (palla al centro alle ore 16:00)contro il Polistena: “Sognare non costa nulla – dice il direttore generale – disputeremo i play off non da favoriti ma con la consapevolezza di essere un avversario ostico per le compagini che ci hanno preceduto in classifica visto che durante la regular season hanno dovuto sudare le proverbiali “sette camicie” quando ci hanno affrontato. Non ci poniamo ne obiettivi ne limiti ovviamente non vogliamo fare da sparring partner. Siamo in gioco e daremo il massimo…Chi vivrà, vedrà”.

Ufficio stampa Bernalda Futsal

Bernalda Futsal. Il presidente Grieco: “La nostra stagione non è finita”

E’ il tempo di un rapito viaggio nell’incredibile e per certi aspetti kafkiana stagione del Bernalda Futsal. E’ il tempo dei sorrisi, della soddisfazione e dei ringraziamenti. Il messaggio per questo e tanto altro spetta a Franco Grieco, massimo dirigente dei rossoblu : ”E’ stata una stagione lunghissima, anzi sembrano più stagioni in una! Gli avvenimenti sono stati tanti. La soddisfazione è stata davvero tanta, non era facile ne scontato raggiungere i play off da neo promossa con tutte le difficoltà che abbiamo dovuto superare: dal cambio del tecnico ad inizio torneo alla rivoluzione dell’organico a dicembre. Questi sono alcuni dei segnali concreti a dimostrazione che la dirigenza è stata sempre presente continuando a lavorare costantemente per migliorare la squadra e per arrivare più in alto possibile. I sei punti che ci sono stati tolti per il ritiro del Taranto hanno segnato il momento più basso della stagione a livello sportivo ma nonostante tutto la nostra tenacia è stata premiata. Per questo ci tengo a ringraziare i ragazzi che hanno dato sempre tutto sul campo, il mister per la sua professionalità, di sicuro è stato decisivo per il risultato conseguito e grazie a noi che ci abbiamo creduto fino alla fine”. Raggiunti il play off il team lucano non si pone limiti, del resto la “fame viene mangiando”: “Non abbiamo mai voluto parlare di obiettivi durante il campionato – prosegue il Presidente – e non vogliamo iniziare adesso. Abbiamo il dovere di dare il massimo in partita perché è pure vero che partiremo sfavoriti dal pronostico ma la palla è tonda. L’impegno e la voglia che abbiamo possono darci altre soddisfazioni. Non è finita qui la nostra stagione perché abbiamo le carte in regola per giocarci un buon play off”. In una stagione atipica e indecifrabile i rossoblu hanno patito oltremodo l’assenza di pubblico al PalaCampagna che in campionato ha rappresentato un sorta di tabù. Del resto la “cartina di tornasole” è rappresentata dallo score delle poche vittorie conquistate tra le mura amiche. In merito il massimo dirigente bernaldese afferma: “L’Assenza del pubblico è stata determinate: chi fa questo lavoro vive d’emozioni e senza pubblico le emozioni sono davvero poche soprattutto se parliamo del tifo del PalaCampagna. Non vediamo l’ora di rivedere i nostri supporters, questo risultato che abbiamo conquistato è anche per loro. In effetti quest’anno il PalaCampagna ha rappresentato una sorta di tabù per noi proprio per l’assenza del pubblico. Ora le gare play off le giocheremo in trasferta e paradossalmente potrebbe essere un vantaggio per noi”

Ufficio stampa Bernalda Futsal

Bovalino – Bernalda Futsal: 1-6. Vittoria in trasferta e storico traguardo play off

Un’impresa incredibile per i ragazzi di Cipolla che piegano a domicilio il Bovalino e conquistano i play off nella prima storica stagione in serie A2. Un obiettivo insperato alla vigilia delle ultime due giornate di campionato quando il club lucano si è ritrovato con -6 punti in classifica a seguito del ritiro dal campionato del Taranto. Bocca e compagni, però, sono riusciti a griffare l’impresa grazie al successo nel derby contro l’Orsa Viggiano e alla vittoria odierna resa possibile dalle marcature di Timme e Lemos nel primo tempo, a cui sono seguite nella ripresa quelle di Amzil, Borges, Murò e Quinto. Un traguardo che deve costituire un punto di partenza premiante per i sacrifici economici della giovane dirigenza lucana in una stagione “kafkiana” a causa dell’emergenza pandemica.

Cronaca. Il Bernalda, senza il nazionale belga Ghislandi, si presenta con il seguente start five: Timm, Schacker, Fusco, Lemos Borges.

Gli ospiti approcciano bene il match: al 3’ Schacker chiama alla respinta il portiere calabrese che nulla può sul velenoso rilancio del dirimpettaio Timm, il quale inganna l’estremo avversario dalla propria area di rigore per lo 0-1. Il Bernalda insiste con il diagonale di Schacker (Cali si rifugia in angolo) e due tentativi di Saponara disinnescati dalla retroguardia del Bovalino. I padroni di casa reagiscono con la mezza girata di Arthur: Timm blocca. Passano una manciata di secondi per il raddoppio bernaldese: Lemos ruba palla a un avversario supera Cali e deposita in rete lo 0-2. I locali reagiscono con un’azione insistita ma Timm si oppone in due circostanze alle incursioni di Scordino, ci prova anche il portiere Cali ma l’estremo bernaldese è attento. Il Bovalino a 3:46 dal termine della frazione accorcia le distanze su punizione con Lemma (ex del confronto) per 1-2, risultato con il quale le due squadre vanno al riposo. 

Non muta il canovaccio nella ripresa con i lucani in avanti: percussione di Amzil sull’out mancino e mortifero diagonale per 1-3. Pochi istanti dopo rossoblu nuovamente pericolosi con un destro ravvicinato di Fusco, Cali è abile a ribattere. I calabresi reagiscono: la rasoiata dalla media distanza di Caruso costringe Timm a rifugiarsi in angolo. Il Bernalda, però, non abbassa la guardia e si rende pericoloso con due tiri in rapida successione di Lemos: Cali para. L’estremo difensore dei locali è costretto a capitolare poco più tardi su una fulminea ripartenza rossoblu finalizzata da Borges che supera Cali e insacca 1-4. Il Bovalino, seppure gravato di 5 falli, non è domo: Timm interviene per disinnescare in rapida successione le conclusioni di Federico, Arthur e Caruso. Il Bernalda risponde con Saponara: il pivot sfonda sull’out di destra e scaglia un destro teso, Cali respinge. Negli ultimi minuti di gara il Bovalino si gioca la carta del quinto di movimento (Arthur) ma sono gli ospiti ad andare ancora a segno prima con Murò grazie a un sinistro da distanza siderale per 1-5 e poi con il preciso piatto destro del giovane Quinto (innescato da Borges) per 1-6 finale.

BOVALINO: 7 Pedulla, 8 Federico, 9 Arthur, 10 Caruso, 11 Scordino, 6 Reale, 17 Martino, 21 Gelonese, 22 Benavoli, 23 Cali, 88 Rocca, 99 Lemma. All. Venanzi

BERNALDA FUTSAL: 2 De Pizzo, 4 Amzil, 5 Schacker, 6 Borges, 7 Lemos, 8 Murò, 11 Bocca, 14 Damelio, 18 Timm, 22 Fusco, 23 Quinto, 25 Saponara. All. Cipolla

Arbitri: 1^ Acquafredda di Molfetta, 2^ De Candia di Molfetta , cronometrista Cefalà di Lamezia Terme

Ammoniti: Federico (Bo), Schacker (Be), Martino (Bo), Muró (Be).

Marcatori: 3:08 p.t. Timm (Be), 9:32 p.t. Lemos (Be), 16:16 p.t. Lemma  (Bo), 3:50 s.t Amzil (Be) 8:59 s.t. Borges (Be), 17:01 s.t. Murò (Be), 18:00 s.t. Quinto (Be)

Ufficio stampa Bernalda Futsal

Bernalda Futsal. Verso il Bovalino. D’Amelio: “Sarà come una finale”

La capacità di essere sempre pronto all’occorrenza in ogni momento in cui viene chiamato in causa: Manuel D’Amelio è uno dei giovani cresciuti nella “cantera” bernaldese. Il portiere ha vissuto la sua prima stagione in serie A2 e spesso è subentrato in campo a freddo per sostituite l’esperto compagno di ruolo Timm, quando quest’ultimo ha patito alcuni infortuni durante la stagione. Abbiamo ascoltato D’Amelio partendo dal suo bilancio personale: “La mia prima annata in A2 la reputo molto positiva in più di un’occasione sono stato chiamato in causa e mi sono sempre fatto trovare pronto per aiutare i miei compagni di squadra. Per questo aspetto ne sono fiero e orgoglioso”. Il giovane estremo difensore rossoblu parla anche del bilancio del primo storico anno in serie A2 del Bernalda: “Il bilancio stagionale dipenderà dal risultato di sabato se dovessimo vincere raggiungeremmo in play off: un obiettivo prestigioso per noi che abbiamo affrontato il primo anno in serie A2”. Proprio sabato prossimo il Bernalda Futsal incontrerà nell’ultima partita di campionato i calabresi del Bovalino (palla al centro al Pala La Cava alle ore 16:00) in un autentico spareggio play off: “Mi aspetto – continua D’Amelio –  una partita combattuta…Sarà come una finale perché sarà determinante per i play off, daremo il massimo come sempre. L’aspetto che mi rasserena è vedere i miei compagni allenarsi al massimo con tranquillità e convinzione nei propri mezzi. Spero di raggiungere questo importante obiettivo insieme a loro”. La chiosa finale del portiere lucano è dedicata ai tifosi rossoblu che in questa stagione sono stati costretti a seguire la squadra via social o in tv a causa dell’emergenza pandemica. Un’assenza importante che ha pesato soprattutto nelle gare casalinghe al PalaCampagna: “Ci mancano tanto al Palazzetto, ci manca il loro sostegno. I tifosi a Bernalda sono davvero attaccati alla maglia, spero che questa pandemia finisca al più presto per rivederli numerosi al Palacampagna”

Ufficio stampa Bernalda Futsal

Bernalda Futsal. Mister Cipolla: “Abbiamo voglia di scrivere una pagina importante per la storia rossoblu”

Pausa utile in casa Bernalda per ricaricare le batterie e prepararsi alla gara di sabato prossimo contro il Bovalino praticamente uno spareggio per l’accesso ai play off. Tra i rossoblu è tornato l’entusiasmo dopo la vittoria della scorsa settimana nel derby contro l’Orsa Viggiano: un successo che ha rilanciato le ambizioni di Bocca e compagni in chiave play off. Sulla settimana trascorsa dai lucani e sul momento attuale abbiamo ascoltato il tecnico rossoblu Francesco Cipolla: “È stata una settimana molto delicata che ha rischiato di vanificare il lavoro di tutti.

C’è da dire che la Società ha mostrato ancora una volta grande serietà sdoganando un messaggio di determinazione e coerenza. Noi lo abbiamo seguito, continuando a lavorare senza pensare a quello che non poteva dipendere da noi. Contro l’Orsa è arrivata una vittoria meritata, seppur non attraverso una delle migliori prestazioni. Siamo di nuovo padroni del nostro destino, e questa è una condizione che credo molti di noi avrebbero sottoscritto all’indomani della rivoluzione della rosa che ci vedeva, dopo 6 giornate, terzultimi in classifica con soli 6 punti all’attivo. Questo gruppo è vivo, valido e ha voglia di scrivere una pagina importante per la storia del Bernalda”. In merito all’ultima gara della stagione regolare in calendario sabato prossimo, il tecnico dei lucani afferma: “Sarà una gara difficile. Loro avranno il fattore campo a favore e la consapevolezza di averci già battuti, meritatamente, qualche settimana fa. Noi proveremo a non ripetere gli stessi errori che hanno portato a quel risultato ed a mettere tutto quello che abbiamo per provare a meritarci la post season. Considerando la particolarità della stagione, i cambiamenti in corsa, le difficoltà causa Covid ed i 6 punti in meno che ci siamo ritrovati ad 80′ dalla fine del campionato, sarebbe una piccola impresa sportiva della quale saremmo orgogliosi protagonisti”.

Ufficio stampa Bernalda Futsal

Bernalda Futsal – Orsa Viggiano: 4-1. Successo e rossoblu in corsa play off

I ragazzi di Cipolla tornato al successo sfatando il “tabù” del PalaCampagna superando 4-1 l’Orsa Viggiano nel derby. Bocca e compagni con i tre punti conquistati tornano prepotentemente in lotta per i play off: un risultato importante per la compagine bernaldese al primo storico anno in serie A2. Il derby è stata una gara tattica soprattutto nel primo tempo, il giovane Quinto è riuscito a sbloccarla sfruttando una disattenzione difensiva avversaria, poco dopo il raddoppio di Schacker con le squadre al riposo con il doppio vantaggio rossoblu. Nella ripresa l’ex Grossi accorcia le distanze ma prontamente il Bernalda segna il terzo gol con Bocca e cala il poker nel finale con Fusco.

Cronaca. Il Bernalda, orfano di Ghislandi convocato nella Nazionale belga, si presenta con il seguente start five: Timm, Amzil, Murò, Bocca, Fusco. Dall’altra parte l’Orsa Viggiano risponde con  Boschiggia, Luizinho   Antonucci, Contini, Grossi.

Il Bernalda subito in avanti: il portiere Boschiggia, uno degli ex del confronto, riesce a disinnescare un paio di conclusioni dalla media distanza. L’Orsa risponde con un tiro di Contini: Timm è pronto a chiudere lo specchio della porta. Gli ospiti ci provano in ripartenza con una mezza girata di Lucchesi: Timm si oppone. Break del Bernalda con Amzil: il franco-marocchino recupera la sfera e si invola verso la porta avversaria ma Boschiggia è abile a chiudere lo specchio della porta. Ancora Amzil di punta impegna Boschiggia che però capitola dopo una manciata di secondi sul tiro di Quinto: il giovane rossoblu sfrutta una disattenzione difensiva degli avversari trovando la rete del 1-0. Il raddoppio giunge poco più tardi con un “colpo da biliardo” di Schacker che insacca nell’angolo alla sinistra di Boschiggia per il 2-0. I rossoblu sfiorano il tris con Lemos: la sfera lambisce il palo. L’Orsa reagisce: Antonucci chiama alla deviazione Timm. I locali nuovamente pericolosi in chiusura di frazione con la conclusione di Murò che finisce di poco al lato. Il primo tempo termina con il doppio vantaggio bernaldese. 

Ad inizio ripresa i rossoblu provano a scardinare la difesa avversaria con la percussione di Amzil: il suo mancino lambisce il palo. L’Orsa accorcia le distanze al 3’ grazie ad un altro ex del confronto Grossi che approfitta di una disattenzione difensiva dei rossoblu per mettere in rete per il 2-1. I padroni di casa, però, restano sul pezzo e allungano con la staffilata dalla lunga distanza di Bocca per il 3-1. Il difensore brasiliano tenta nuovamente la via del gol: il suo destro lambisce l’incrocio. L’Orsa insidioso in ripartenza: Boschiggia scarica a Luizinho, il suo diagonale viene deviato da Timm. A 6’ dal suono della sirena l’Orsa Viggiano raggiunge il bonus dei 5 falli. Sortita offensiva di Lemos: il brasiliano supera un paio di avversari ma Boschiggia gli sbarra la strada rifugiandosi in corner. A 32’’ dal suono della sirena con gli ospiti sbilanciati in avanti, Fusco si invola verso la porta sguarnita per siglare il 4-1. Negli ultimi istanti di partita tentativo di Antonucci per l’Orsa ma Timm sorveglia la sua porta; dall’altra parte Murò chiama alla respinta Boschiggia: finisce 4-1. 

BERNALDA FUTSAL: 4 Amzil, 5 Schacker, 6 Borges,7 Lemos, 8 Murò,11 Bocca, 12 Laurenzana, 14 Damelio, 18 Timm, 22 Fusco, 23 Quinto, 25 Saponara. All. Cipolla

ORSA VIGGIANO: 89 Boschiggia, 14 Paolicelli, 3 Petragallo, 6 Antonucci, 

7 Tutilo, 18 Luizinho, 10 Sanchez, 23 Contini, 8 Ambrosio, 26 Grossi, 

13 Lucchesi, 21 Brancale. All. Rispoli

Arbitri: 1^ Vitolo Ferraioli di Castellamare di Stabia , 2^ Mavaro di Parma, cronometrista Coviello di Potenza

Ammoniti: Schacker (B), Tutilo (V), Petragallo (V)

Marcatori: 15:37’ p.t.  Quinto (B), 17:16 p.t.  Schacker (B), 2:56 s.t. Grossi (V), 3:43 s.t. Bocca (B), 19:28 s.t. Fusco (B)

Ufficio stampa Bernalda Futsal

Bernalda Futsal, verso l’Orsa Viggiano. Quinto: “La mia stagione è positiva, devo migliorare la fase difensiva”

Ultima gara interna della stagione regolare per il Bernalda Futsal che sabato prossimo al “PalaCampagna” incrocerà nel derby l’Orsa Viggiano: palla al centro alle ore 16:00 con diretta televisiva in esclusiva su Antenna Sud 85, media partner dei rossoblu. Siamo al rush finale della prima storica stagione del Bernalda in serie A2 e tra le note liete c’è sicuramente il giovane prodotto del vivaio rossoblu Mario Quinto che traccia un personale bilancio stagionale: “Quest'anno è stato unico e particolare a causa delle condizioni sanitarie attuali perciò mi reputo abbastanza fortunato di non essermi mai fermato con gli allenamenti; inoltre, a mio avviso, questo è stato l'anno in cui mi sono divertito di più e sono cresciuto di più malgrado non ci sia stato il campionato dedicato agli under. La mia stagione la reputo positiva: ho un mister e dei compagni di squadra che mi mettono in condizione di migliorarmi. Desidero ringraziare la Società che ha sempre creduto in me”. A proposito di crescita Quinto valuta gli aspetti da migliorare: “Ho delle difficoltà in fase difensiva, diciamo pure che  non mi è mai piaciuto difendere però quest'anno ho capito quanto sia fondamentale  la fase difensiva in questo sport quindi, se voglio continuare a giocare a certi livelli, devo migliorare questo aspetto”. Adesso le ultime due gare da cui trarre il massimo per finire al meglio la stagione: “Ovviamente nelle prossime due gare dobbiamo cercare tutti di dare il massimo, per il futuro invece mi auguro di poter mettere in pratica tutto quello che ho imparato quest'anno”. Il pensiero finale del giovane rossoblu è dedicato ai tifosi bernaldesi: “Quest'anno si è sentita tantissimo la mancanza dei nostri supporters. L'anno scorso ad ogni partita casalinga mi veniva la pelle d'oca: il mio messaggio dedicato a loro è quello di continuare a sostenerci nella speranza di ritornare presto a riempire il PalaCampagna”. 

Ufficio stampa ASD BERNALDA FUTSAL

FF Napoli – Bernalda Futsal: 4-0. I rossoblu superati dalla capolista

Non si poteva chiedere di più al Bernalda Futsal impegnato sul terreno della capolista FF Napoli, già promosso in A/1, che griffa la ventesima vittoria consecutiva in campionato con il risultato di  4-0. I ragazzi di Cipolla, malgrado la sconfitta, si sono resi protagonisti di una gara volenterosa tutta cuore e muscoli. Adesso per Bocca e compagni restano le ultime due gare di campionato per cercare di raggiungere i play off. 

Cronaca. Il Bernalda senza gli squalificati si presenta con il seguente start five: Timm, Lemos, Murò, Bocca, Fusco. Dall’altra parte il Napoli risponde con Ganho, Perugino, Arillo, Turmena, Fortino.

Il Napoli subito propositivo ci prova con Arillo e Turmena: Timm è pronto ad opporsi. I partenopei passano in vantaggio con un colpo di tacco di Fortino servito da Turmena per 1-0. Poco dopo i padroni di casa raddoppiano con una bella giocata di Arillo (servito da Fortino) per il 2-0. Il Bernalda tenta la sortita offensiva con l’incursione centrale di Borgers: il suo destro dalla media distanza termina di poco al lato.  Il Napoli prova a calare il tris ma Timm è attento su due tiri di Turmena. In chiusura di frazione ci prova il Bernalda con una palla buona che capita sui piedi di Murò, il quale calcia di poco al lato. Le squadre vanno al riposo con il doppio vantaggio dei campani.

Ad inizio ripresa altra clamorosa palla gol per il Bernalda: Murò in girata da posizione favorevole spedisce oltre la traversa. Il Napoli risponde con Arillo: Timm para in due tempi. Dopo più tardi gli azzurri segnano la terza rete con un preciso diagonale di Arillo per il 3-0. Passano una manciata di secondi per la quarta rete partenopea griffata da Fortino lesto a deviare in rete un tiro di Turmena. Trascorrono alcuni secondi per l’intervento scomposto del portiere dei campani Ganho su Ghislandi: l’estremo difensore azzurro se la cava con un giallo mentre il calcettista del Bernalda è costretto a lasciare il terreno di gioco per infortunio. Il Bernalda tenta la sortita offensiva con Schacker ma la sfera finisce di poco al lato. I partenopei insistono: due conclusioni di Turmena trovano pronto Timm alla deviazione. Negli ultimi minuti di gara ci prova Hozjan: la palla lambisce il palo. Il Bernarda in meno di un minuto raggiunge il bonus di 5 falli e poco dopo il sesto che porta al tiro libero il Napoli con Turmena che colpisce il palo alla destra di Timm. I lucani sfiorano la rete della bandiera con un assolo di Amzil che si perde al momento del tocco decisivo. Dall’altra parte De Simone prova la sortita offensiva ma Timm è attento. Finisce 4-0 per i campani. 

FF NAPOLI: 1 Ganho, 2 De Gennaro, 6 Perugino, 8 Hozjan, 9 Arillo, 10 De Simone, 13 Milucci, 16 Amirante, 17 Turmena, 19 Chilelli, 20 Fortino, 81 Foglia. All. Basile. 

BERNALDA FUTSAL: 2 De Pizzo, 4 Amzil, 5 Schacker, 6 Borges,7 Lemos, 8 Murò,11 Bocca, 14 Damelio, 18 Timm, 22 Fusco, 23 Quinto, 25 Saponara,                  99 Ghislandi. All. Cipolla

Arbitri: 1^ Seminara di Tivoli, 2^ Colangeli di Aprilia, cronometrista Crocifoglio di Napoli

Ammoniti: Perugino (N), Lemos (B), Ganho (T), Murò (B)

Marcatori: 2:43 p.t. Fortino (N), 4:10 p.t. e 3:53 s.t. Arillo (N), 4:08 Fortino (N)

Ufficio stampa Bernalda Futsal

Enrico Losito