Orsa Bernalda Futsal, verso l’Ispica. Il team manager Todaro: “La classifica dei nostri avversari è bugiarda”. Turek: “Senza i tre punti non si torna nemmeno a Bernalda”

Un pareggio che vale oro quello conquistato dai ragazzi di Cesare Rispoli nella partita di sabato scorso con il forte Regalbuto: punto conquistato in rimonta e impreziosito dalla prova tenace dei rossoblu comprese le prestazioni dei giovani cresciuti nella cantera bernaldese. Una prestazione maiuscola in particolare nella ripresa quando Turek e compagni, orfani di Sanz (espulso nel primo tempo) e dell’infortunato Gallitelli, sono riusciti a mettere in campo tutte le energie possibili seppure gravati da una panchina corta e fronteggiando un avversario di valore. Proprio sulla gara del PalaCampagna si è soffermato il dirigente rossoblu Gaetano Todaro: “La nostra è stata una buona prestazione contro una grande squadra con un roster altamente competitivo fino all’espulsione di Sanz ce la siamo giocata alla pari. Purtroppo dopo abbiamo patito le poche rotazioni aggravate anche dall’assenza di Gallitelli. Ad ogni buon conto sul 3-1 per loro c’è stata una grande reazione della nostra squadra e abbiamo compiuto una grande impresa agguantando il pari quindi un punto guadagnato anche se sui piedi di Turek è capitata la palla del 4-3: questo è il bello del calcio”. Il team manager bernaldese esamina l’andamento ondivago dei lucani: quasi implacabili tra le mura amiche, dove hanno conquistato sempre punti e meno persuasivi in trasferta, dove c’è da eliminare lo zero nella casella dei punti conquistati: “La squadra in casa si è espressa al meglio, tranne che contro il Catanzaro, gara nella quale abbiamo sprecato tante occasioni da rete mentre fuori casa abbiamo incontrato Cosenza e Giovinazzo, due compagini che lottano per il vertice della classifica. Malgrado questo ritengo che nei primi tempi delle gare disputate in trasferta abbiamo sprecato molto sotto porta e alla lunga siamo stati puniti. Dobbiamo migliorare questo aspetto: essere più cinici in fase offensiva inoltre l’auspicio è quello di avere una rosa al completo. Sono fiducioso e convinto che la squadra già dalla prossima gara riuscirà a raccogliere punti in trasferta”. A proposito del prossimo impegno, i ragazzi di Rispoli si recheranno venerdì (calcio d’inizio alle ore 20:30) al PalaTricomi di Rosolini (SR) sul terreno dell’Arcobaleno Ispica, compagine attualmente ultima in classifica ma il dirigente rossoblu tiene “alta la guardia” in vista del match: “Ci aspetta una trasferta in Sicilia contro l’Ispica che attualmente è a zero punti ma ritengo che la classifica sia bugiarda e la partita sarà difficilissima per noi perché i nostri avversari sono alla ricerca della prima vittoria in campionato, inoltre noi non saremo al completo in quanto avremo Sanz squalificato e il dubbio sul recupero di Gallitelli dunque avremo una panchina corta. Di sicuro ce la metteremo tutta e cercheremo di portare i tre punti a casa”.

TUREK. Il nazionale slovacco Vojto Turek è stato chiamato alla corte di Cesare Rispoli per fare la differenza: qualità e quantità nelle giocate e un ottimo apporto sotto il profilo delle reti realizzate, del resto la “cartina di tornasole” è costituita dalla tripletta realizzata in occasione della sfida di sabato scorso contro il Regalbuto. Proprio sul match del PalaCampagna contro i siciliani Turek commenta: “E’ stata una partita molto equilibrata e nervosa anche se abbiamo incassato due gol per nostri errori ma siamo riusciti a tornare in partita e alla fine siamo riusciti a recuperare la partita purtroppo abbiamo mancato la vittoria nel finale proprio per una palla capitata sui miei piedi e questo mi dispiace molto. A parte questo dobbiamo ancora migliorare perché alcuni nostri errori sono emersi in partita e questo ci servirà per migliorare in futuro se vogliano conquistare altre vittorie. Tra l’altro non dobbiamo dimenticare l’espulsione di Sanz che ci ha condizionati molto purtroppo in alcune gare abbiamo giocato non solo contro i nostri avversari di turno ma anche con alcune decisioni arbitrali a nostro sfavore”. Parole di elogio elargite in favore dello slovacco dal tecnico Rispoli nel post gara con il Regalbuto. Gratificazioni che non solo passate inosservate al laterale rossoblu: “È stato bello sentire le parole di elogio di mister Rispoli nei miei confronti ma penso che ogni elemento della squadra sia importante; da parte mia cerco di dare il meglio in ogni partita e allenamento per aiutare la squadra a vincere. Ho messo a disposizione le mie qualità come stanno facendo i miei compagni, credo che mister Rispoli potrà farci migliorare grazie alla sua grande esperienza maturata da giocatore, reputo che questo aspetto sia fondamentale e possa davvero fare la differenza. La nostra crescita? Dobbiamo migliorare in tutti gli aspetti del gioco perché ognuno di noi ha potenzialità ancora inespresse che devono ancora emergere soprattutto possiamo creare quasi il doppio delle occasioni durante una partita e capitalizzarle in gol”. Sul avversario di sabato prossimo Turek afferma: “Non conosco molto  della squadra avversaria ma so che è all’ultimo posto in classifica e ha subito più gol di tutte le altre compagini del girone. A prescindere dal nostro avversario dobbiamo solo conquistare i tre punti…Non ci sono scuse! Senza i tre punti non si torna nemmeno a Bernalda quindi dobbiamo solo vincere la partita! Del resto è il nostro lavoro!

Ufficio stampa Or.Sa Bernalda Futsal